Cotoletta alla bolognese: segreti e origine della specialità emiliana

Guida Guida

Succulento e ricco secondo piatto a base di carne, la cotoletta alla bolognese ha antiche origini. Ecco tutto quello che c'è da sapere.

Succulento e ricco secondo piatto a base di carne, la cotoletta alla bolognese ha antiche origini. Ecco tutto quello che c'è da sapere.

La cotoletta alla bolognese – o petroniana che dir si voglia – rappresenta un secondo piatto tipico della cucina bolognese che fa gola a molti. Non potrebbe essere altrimenti: la carne impanata e fritta in padella, viene arricchita con prosciutto crudo e parmigiano reggiano. 

Cotoletta alla bolognese o petroniana: l'origine

Tra i più antichi piatti tipici bolognesi, la cotoletta vanta un posto d’onore tanto da avere indotto l’Accademia Italiana della cucina a depositarne la ricetta originale presso la Camera di Commercio di Bologna nell’ottobre 2004. Le sue origini? Sono parecchio antiche. Si ritiene sia stata protagonista tra le portate di alcuni banchetti già a partire dai primi anni del '600.

prosciutto

Foto: andiphoto / 123RF Archivio Fotografico

Cotoletta alla bolognese tradizionale: la ricetta

La tradizione vuole che la cotoletta alla bolognese venga preparata esclusivamente con la fesa di vitello. Questa viene fritta nello strutto e, successivamente, immersa nel brodo di carne – che garantisce alla consistenza la giusta morbidezza - quindi trasferita in una teglia, coperta con una fetta di prosciutto crudo ed una abbondante spolverata di parmigiano reggiano (per non farsi mancare niente), infine passata in forno giusto il tempo necessario per far sciogliere il formaggio.

Quale vino abbinare alla cotoletta alla bolognese

Alcuni tra i vini più indicati per accompagnare la petroniana appartengono alla sua regione di provenienza. Optate per un Colli Bolognesi Bianco DOC o per il Lambrusco: andrete sul sicuro portando in tavola un pranzetto poco impegnativo ma veramente gustoso.

Cotoletta alla bolognese vs cotoletta alla milanese: le differenze

Rispetto alla ricetta della cotoletta alla milanese, sicuramente più essenziale – qualità poco apprezzabile nella cucina emiliana - le sostanziali differenze si riscontrano nel tipo di carne, in questo caso lombata o costoletta di vitella, e nella sola impanatura e frittura della stessa. La cotoletta alla milanese viene, insomma, cotta e mangiata.

Foto: oneman13 / 123RF Archivio Fotografico

Cucina e ricette
SEGUICI