Avocado: cos’è, come si mangia, proprietà nutrizionali

Guida Guida

Frutto delle meraviglie, l’avocado continua ad incuriosire: caratteristiche e suggerimenti su come gustarlo al meglio.

Frutto delle meraviglie, l’avocado continua ad incuriosire: caratteristiche e suggerimenti su come gustarlo al meglio.
Ti potrebbero interessare

Protagonista di ricette healthy da mangiare con gli occhi ancora prima che con la bocca, l’avocado è un ingrediente particolarmente apprezzato, e non solo dai salutisti. Ricco di proprietà salutari e di valori nutrizionali da non sottovalutare, ecco tutto quello che c’è da sapere sul frutto del momento.

Cos’è l’avocado

Probabilmente lo conoscete già tutti, eppure qualcuno fatica a credere che si tratti di un frutto. Proveniente dal Messico, l’avocado appartiene alla famiglia delle Lauracee. Ne esistono diverse varietà: quella più conosciuta e consumata in Italia è la Hass, che si caratterizza per la buccia rugosa e di colore scuro.

I grassi

Quando si parla di avocado non si può non approfondire l'argomento. Già, perché nonostante sia un frutto, l'avocado è costituito da una buona percentuale di grassi. Questi ultimi sono considerati grassi buoni grazie all’acido oleico, che appartiene ai grassi monoinsaturi. Non solo: l’avocado è fonte di Omega6 e di una piccola percentuale di Omega3.

Come si mangia l’avocado: le ricette da provare

Tanti sono i modi per gustare tale frutto: le tecniche di cottura e lericette con l’avocado dolci e salate sono sempre più gettonate. Lo si può tagliare a fette ed aggiungerlo come topping alle bowls di riso e/o di cereali che tanto vanno di moda in questo periodo. Lo si può gustare a colazione - famosissimo è, ad esempio, l’avocado toast (con o senza uovo) - che può essere considerato anche uno snack saziante e adatto come pre o post work out. Ottima è nella guacamole, la famosa salsa messicana. Una delle preparazioni più comuni rimane sicuramente l’insalata con avocado, da arricchire con lattuga, pomodori, ravanelli e qualche noce. Si può unire al condimento della pasta dando vita a primi piatti originali, e utilizzare nella preparazione di numerosi dolci. Infine, si presta per sua natura a ricette light e vegan. Come l'avocado toast, il panino che fa impazzire signore bene dell’Upper East Side, a New York.

 

Foto: Nataliya Arzamasov - 123.RF

Proprietà e benefici dell’avocado

Tra le proprietà più famose dell’avocado c’è quella antiossidante: combatte l’eccesso di radicali liberi e l’invecchiamento delle cellule. E’ inoltre alleato contro la cellulite, la ritenzione idrica e l’ipertensione grazie all’importante contenuto di potassio e, ancora, aiuta a combattere e ridurre i livelli di colesterolo LDL, ossia quello cattivo, nel sangue.

L’avocado fa ingrassare?

Come per ogni alimento, anche per l’avocado vale la regola che, se consumato nelle giuste proporzioni, non faccia ingrassare. Resta il fatto che non possa essere paragonato ad un comune frutto: le calorie dell’avocado ammontano, infatti, a 160 su 100 gr. Il segreto sta nel saperlo abbinare bene nei propri piatti sfruttandolo, laddove possibile, come fonte di grassi. C’è da considerare, tuttavia, il suo alto potere saziante, che lo rende perfetto anche se si è a dieta.

Curiosità sull’avocado

Qualche curiosità e stranezza sul frutto:

  • Il nocciolo presente all’interno dell’avocado impiega ben 9 mesi – una gravidanza, insomma - per maturare.
  • Il frutto in sé, invece, la completa una volta colto dall’albero mettendoci da 3 a 14 giorni.
  • Il seme dell’avocado, che in molti lasciano germogliare, è commestibile. Può essere utilizzato in infusi e tisane.

Foto apertura: puhhha - 123.RF

Cucina e ricette
SEGUICI