Come fare il lievito chimico in casa: ricetta e sostituzioni

Guida Guida

La ricetta per fare in casa il lievito in polvere ed alcune idee su come sostituirlo nei dolci.

La ricetta per fare in casa il lievito in polvere ed alcune idee su come sostituirlo nei dolci.
Ti potrebbero interessare

 

Può accadere di averlo finito o di essere impossibilitati ad andare al supermercato: la ricetta del lievito chimico fatto in casa può venire in nostro soccorso in tutte quelle occasioni nelle quali si vorrebbe sfornare un dolce ma si è sprovvisti dell’ingrediente indispensabile per l’ottima riuscita.

Il lievito chimico, chiamato anche baking powder, è un agente lievitante secco che ha come scopo quello di far crescere in forno il volume di torte, ciambelle e muffin e di renderne l’impasto soffice e leggero.

Composizione del lievito chimico

Il lievito chimico si presenta come una polvere bianca e sottile che a prima vista somiglia allo zucchero a velo. È composto da un mix di sostanze che reagiscono all'umidità e, sfruttando il calore, sviluppano anidride carbonica. Questa, imprigionata nell’impasto, ne causa la lievitazione.

Il lievito chimico reperibile in commercio è in costituito da una sostanza basica - solitamente bicarbonato di sodio - un sale acido (o anche di più) come l’acido tartarico, e un agente neutralizzante (fecola di patate o amido di mais).

Lievito istantaneo per dolci, come farlo in casa

Per ottenere una dose, ovvero una bustina di lievito chimico, si possono utilizzare 1/2 dose di bicarbonato e 1/2 di aceto di mele. Tali ingredienti vanno mescolati insieme ed uniti all’impasto pochi secondi prima di trasferire il dolce nel forno (già preriscaldato secondo le istruzioni della ricetta).

Si tratta di un metodo non infallibile per cui, per agevolarne l’efficacia, si consiglia di montare a lungo i tuorli con lo zucchero e a neve gli albumi, di incorporarli delicatamente e con movimenti circolari dal basso verso l’alto per incorporare quanta più aria possibile. L’aceto di mele si può sostituire con del succo di limone.

Come sostituire il lievito per dolci con ammoniaca

Il nome può trarre in inganno ma non abbiate timore: l’ammoniaca per dolci è semplicemente carbonato d'ammonio. Si utilizza diffusamente in pasticceria come lievitante.

Sostituire il lievito per dolci con ammoniaca è possibile, ma sono in alcuni dolci. Risulta particolarmente indicata per l’impasto dei biscotti o della pasta frolla, ovvero preparazioni che in genere prevedono una lunga cottura. L’ammoniaca regala friabilità.

Come sostituire il lievito per dolci con il cremor tartaro

Volendo utilizzare il cremor tartaro, per ottenere una dose di lievito miscelate 1/3 di bicarbonato e 2/3 di cremor tartaro, appunto. Quest’ultimo è reperibile sia nei supermercati che in farmacia (dove è possibile trovarlo con il suo nome scientifico, ovvero bitartrato di potassio).

È bene ricordare come l’azione lievitante del cremor di tartaro si attui solo in combinazione con il bicarbonato di sodio. Oltre che come agente lievitante, si può utilizzare come stabilizzatore nella realizzazione delle meringhe.

Foto apertura: belchonock - 123RF

Cucina e ricette
SEGUICI