Antipasti

La vera ricetta delle pettole pugliesi passo per passo

  • Difficoltà

    facile

  • Categoria

    Antipasti

  • Porzioni

    6

  • Tempo preparazione

    30 min

  • Tempo cottura

    20 min

  • Tempo totale

    50 min

  • Cucina

    Pugliese

  • Cottura

    Fritto

Le vere pettole pugliesi: una ricetta povera della cucina regionale pronta a conquistare.

Le vere pettole pugliesi: una ricetta povera della cucina regionale pronta a conquistare.

La ricetta delle vere pettole pugliesi ci permette di gustare le autentiche frittelle che rappresentano uno dei fiori all’occhiello della cucina della regione. Si presentano, in sostanza, come delle palline dorate con una crosta appena croccante nelle quali affondare i denti per un’esperienza unica.

Dolci o salate, le pettole pugliesi sono versatili e pratiche da gustare in qualsiasi occasione, dallo spuntino all’antipasto, dal pranzo (in sostituzione del pane) al dessert. Inoltre, possono essere semplici o ripiene. Ma andiamo con ordine.

La ricetta originale delle pettole pugliesi

Le pettole pugliesi si realizzano con pochi e comuni ingredienti, quelli che tutti abbiamo in cucina. Farina, lievito di birra (o madre), poco zucchero, del sale e l’acqua. Ma ciò che contribuisce ad ottenere delle pettole sofficissime sono le patate. Si tratta sicuramente di una ricetta della nonna, quella che un po’ tutti, in Puglia, realizzano sotto le feste. Ecco come procedere per poter godere, anche nel resto d'Italia, delle stuzzicanti frittelle pugliesi.

Ingredienti

  • ½ kg di farina 00
  • 400 ml acqua
  • 12 gr lievito di birra fresco
  • 120 gr di patate lesse
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiano di zucchero
  • olio di arachidi per friggere qb

Pettole pugliesi fatte in casa: come farle

  1. Fate lessare la patata a partire da acqua fredda e per 20 minuti circa dall’inizio del bollore.
  2. Una volta tenera scolatela, pelatela e passatela con lo schiacciapatate.
  3. Fate intiepidire l’acqua prevista dalla ricetta.
  4. Versate in una ciotola la farina 00 setacciata e create con una mano una fontana al centro e unite la patata lessa e schiacciata.
  5. Unite anche il lievito di birra fresco che avrete sbriciolato con le mani e lo zucchero.
  6. Mescolate ed iniziate ad unire a filo l’acqua tiepida.
  7. Lavorate con le mani il tutto fino a quando non inizierete a scorgere le prime bolle.
  8. Coprite la ciotola e fate lievitare per un paio di ore in un luogo della casa riparato.
  9. Trascorso questo tempo, versate l’olio in un tegame e fatelo riscaldare.
  10. Una volta bollente, immergete un secondo il cucchiaio al suo interno e prelevate un cucchiaio di impasto.
  11. Calatelo nella pentola e fate cuocere fino a completa doratura.
  12. Scolate le pettole in un piatto rivestito di carta assorbente da cucina.

Versione salata

Quello appena visto è l’impasto di base delle pettole, che può essere arricchito a seconda dei gusti con alcuni ingredienti a piacere. Gli alimenti più diffuso con cui arricchire le pettole salate sono: le acciughe, le rape saltate in padella, il cavolfiore, i pomodori a pezzi. Altri spunti sono tonno, olive e formaggio fresco a tocchetti. Si gustano per tradizione insieme al baccalà.

Versione dolce

Per ottenere delle deliziose pettole dolci non è necessario fare molto: basta farle rotolare nello zucchero semolato dopo la frittura, con o senza cannella. In alternativa, si possono unire al loro impasto: uvetta, gocce di cioccolato, pinoli o cospargerle con cioccolato fuso, miele o vin cotto.

 

Se stai cercando altre ricette pugliesi, ti consigliamo le cartellate (dolce tradizionale) e la focaccia barese: il vostro banchetto sarà gustosissimo, provare per credere!

Foto:  mackoflower - 123rf.com