Pane carasau, la ricetta originale

Guida Guida

Tipico della cucina sarda, il pane carasau rappresenta una preparazione unica nel suo genere. Provate a condirlo: vi conquisterà!

  • DifficoltàDifficoltà: media
  • CostoCosto: basso
  • CategoriaCategoria: Preparazioni di base
  • CucinaCucina: Italiana
  • PorzioniPorzioni: 6
  • CotturaCottura: Forno
  • Tempo preparazioneTempo preparazione: 3 h e 20 min min
  • Tempo cotturaTempo cottura: 10 min min
  • Tempo totaleTempo totale: 3 h e 30 min min
  • Vegetarianovegetariana

La ricetta originale del pane carasau fa gola a molti. Noto anche sotto il nome di carta musica per via del rumore provocato dalla sua croccantezza, il pane carasau ha origini antiche. Si presenta come una sfoglia tonda e sottile e si può preparare anche in casa.

Una volta pronto, si conserva a lungo e può essere gustato da solo o utilizzato in svariate ed originali ricette. Oltre a poter essere condito, si presta alla realizzazione delle lasagne con pane carasau, che si ottengono utilizzandolo al posto delle sfoglie di pasta fresca all’uovo.

È inutile sottolineare come il pane carasau fatto in casa regali grandi soddisfazioni. Ecco come prepararlo con ingredienti comuni.

Foto: Pixabay

 

Ingredienti:
  • 1 kg di farina di semola di grano duro
  • 500-550 ml di acqua
  • 12 gr di lievito di birra
  • 1 presa di sale

Preparazione:

  • Versate in un bicchiere poca acqua tiepida ed aggiungete il lievito di birra fresco sbriciolato. Mescolate bene per farlo sciogliere.
  • Versate su una spianatoia la farina di semola di grano duro e create al centro una fontana. Aggiungete il lievito sciolto e, lontano da questo, il sale.
  • Iniziate ad aggiungere l’acqua rimasta, poca per volta e fino a quando sarà stata completamente assorbita. Impastate bene e a lungo con le mani fino a quando avrete ottenuto un impasto liscio e compatto ma soprattutto privo di grumi. 
  • Dividetelo in più porzioni e fate lievitare il tutto - coperto con un panno e in luogo abbastanza caldo - per 2 ore e 30 circa.
  • Trascorso tale lasso di tempo, stendete tutte le porzioni con il mattarello. Dovrete ottenere tante sfoglie grandi e molto sottili. Ponetele, man mano, su diverse teglie spolverate con la farina.
  • Trasferite in forno caldo a 220 °C per pochi minuti, al massimo due, ovvero fino a quando la pasta inizierà a gonfiarsi. Tirate fuori dal forno e ritagliate la parte rigonfiata del pane.
  • Fate ulteriormente cuocere tutte le sfoglie (quelle iniziali e le parti ritagliate) in forno caldo a 180 °C per 8 minuti.
Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Cucina e ricette
SEGUICI