Usare il cous cous in cucina: la ricetta originale e le varianti creative

Guida Guida

Versatile, gustoso e di sicuro successo: tutto quello che c'è da sapere sul cous cous e le varianti da non perdere.

Versatile, gustoso e di sicuro successo: tutto quello che c'è da sapere sul cous cous e le varianti da non perdere.
Ti potrebbero interessare

Si tratta di una delle pietanze più amate: il cous cous è il protagonista assoluto delle occasioni conviviali - quando lo si serve in mezzo alla tavola - anche se pure nei pranzi solitari, magari in versione insalata fresca, regala grandi soddisfazioni. 

Da soli o in compagnia, ogni momento è quello buono per gustare un delizioso ed appagante piatto unico che lo abbia come protagonista. Tranquilli, le calorie del cous cous dipendono da come decidiamo di condirlo: basterà non esagerare con i grassi per mantenere salva la linea.

Cos'è il cous cous? Dal Nordafrica alla nostra tavola

Lo conosciamo un po’ tutti: il cous cous è un piatto tipico di molti paesi del Nord Africa - e per forza di cose anche di molte città siciliane - preparato diffusamente in tutta Italia. Si presenta sotto forma di granelli di semola di grano duro da cuocere a vapore.

In commercio, tuttavia, esiste il cous cous precotto, una versione che basta semplicemente coprire con acqua bollente e far riposare pochi minuti prima di procedere all'operazione indispensabile che ci consente di separarlo: la sgranatura del cous cous.

Come cucinare il cous cous 

Se vi state chiedendo come cucinare il cous cous, sappiate che le possibili ricette sono tante: lo si può abbinare al pesce, alle verdure e persino alla carne portando in tavola, di volta in volta, deliziosi ed appaganti piatti unici.

Forse non tutti lo sanno, ma il cous cous può diventare anche un dolce: ottimo è, ad esempio, con miele, frutta secca e datteri. Caldo o freddo – ed in questa variante il cous cous estivo è un gustoso alleato delle nostre estati – non c’è che da sbizzarrirsi con tutte le possibili combinazioni di condimenti.

Si può cucinare il cous cous con il Bimby?

La risposta è sì, si può cucinare il cous cous con il Bimby: basta versare all’interno del boccale l’acqua prevista dalla ricetta, il sale e un filo d'olio e farla scaldare (basteranno 8 minuti, 100°C a velocità 1) quindi, una volta raggiunto il bollore, versare il cous cous con le lame a velocità 1, e mescolare per una decina di secondi.

Effettuata tale operazione il cous cous va fatto riposare con il boccale senza coperchio per 5 minuti. Trascorso tale lasso di tempo si può condire.

Cucinare il cous cous: la ricetta originale e varianti 

Come è facile immaginare, la versatilità del cous cous fa sì che possa dare vita ora a piatti tradizionali, ora creativi, ma sempre tutti gustosi.

Non esiste una ricetta originale: ognuno ci mette del proprio per personalizzarlo in base alle personali preferenze. Possiamo però affermare che la più comune è quella con carne, ceci, zucchine e carote.

Il cous cous alla marocchina/magrebina 

Il cous cous alla magrebina è un ricco piatto marocchino unico nel quale la carne di manzo o agnello, si incontra con un mix di verdure e tantissime spezie perfette per rendere incredibilmente profumato un piatto sorprendente prima alla vista, poi al palato.

La carne a pezzi va fatta rosolare in una pentola con della cipolla tagliata grossa. Viene poi insaporita con spezie quali peperoncino, cumino, zafferano, coriandolo fresco e coperta con del brodo insieme al quale si aggiungono carote e zucchine a pezzi grossi. Dopo 30 minuti, si completa con delle patate a pezzi e dei ceci già lessi e si prosegue per altri 30 minuti.

Il cous cous alla trapanese 

Quello alla trapanese è il cous cous di pesce per antonomasia. Si realizza con un mix tra dentici, scorfani, cernie, orate, triglie, gamberi. Con le teste e le lische  si prepara un brodo; con il resto, invece, un condimento semplice in padella.

Ad insaporire il cous cous c’è anche una salsa di pomodoro arricchita con mandorle pelate e prezzemolo, che viene unita direttamente al cous cous fatto rinvenire nel brodo.

Cous cous di verdure 

È, probabilmente, la versione che piace a tutti. Si prepara con gli ortaggi di stagione da aromatizzare con un mix di spezie a piacere, in modo da ottenere un cous cous di verdure saporito.

Si può fare con quelle grigliate o saltate in padella: in ogni caso si tratta di un piatto vegetariano che si adatta alla dieta mediterranea: provate la variante con zucchina e menta.

Cous cous di pesce 

Il bello del cous cous è che davvero ci si può sbizzarrire con il condimento. E quello di pesce non è da meno. Si può scegliere di optare per cozze, vongole, gamberi, calamari, triglie e tanto altro.

Preparatelo in umido rispettando i tempi di cottura di ognuno, quindi utilizzate quanto ottenuto per condire il cous cous. Una deliziosa variante è il cous cous di pesce e verdure.

Cous cous di carne 

E non poteva mancare la versione con la carne. Tra le ricette con cous cous, questa è una delle più comuni. Spesso si realizza con il pollo, che viene fatto cuocere a tocchetti in padella in una salsa al curry - con o senza latte di cocco. Il risultato è sorprendente.

Il cous cous di carne si presta ad essere preparato anche in occasione di una scampagnata: si abbina bene ad una ricca grigliata.

Come conservare il cous cous 

Il cous cous cotto, ovviamente non ancora condito, si può conservare in frigo per circa un giorno, appositamente coperto con della pellicola e opportunamente sgranato per evitare che diventi una massa difficilmente lavorabile.

Condito, invece, è bene mangiarlo in giornata, specie se a base di pesce anche se, a dire la verità, il cous cous freddo è altrettanto buono, soprattutto in estate.

Foto apertura: gkrphoto - 123RF

Cucina e ricette
SEGUICI