Gravidanza

Tornare a casa dopo il parto: 5 consigli per le mamme

Tenetevi pronti a essere catapultati in un mondo completamente diverso: perché ora che state stringendo il vostro pargoletto tra le braccia, care mamme e cari papà, la vita non sarà più la stessa.

Tenetevi pronti a essere catapultati in un mondo completamente diverso: perché ora che state stringendo il vostro pargoletto tra le braccia, care mamme e cari papà, la vita non sarà più la stessa.

Tornare a casa dopo il parto significa entrare in una nuova dimensione e potrebbe trattarsi di un periodo particolarmente duro e faticoso, soprattutto per le mamme. Senza contare che, alla cura del bebè si accompagna anche un turbine di emozioni nuove che, spesso, sono difficili da gestire.

A casa dopo il parto: consigli per le mamme

La prima e fondamentale regola per affrontare serenamente i primi tempi a casa con un neonato è quella di mantenere la calma: non fatevi prendere dal panico e, soprattutto, non sentitevi inadeguate alla situazione. Non abbiate fretta e prendetevi tutto il tempo di cui avete bisogno per abituarvi alla nuova routine famigliare e, soprattutto, a vestire i panni del nuovo ruolo di mamma.

Esistono però dei consigli sempre validi che, se seguiti, potranno aiutarvi a gestire al meglio il periodo immediatamente successivo al parto. 

5. Casa a prova di neonato: prepara tutto prima del parto

Gioca d'anticipo: prima del parto prepara tutto ciò di cui potresti aver bisogno una volta tornata a casa. E non stiamo solo parlando dei pannolini, dei vestitini, dei biberon e delle tettarelle. Una casa a misura di neonato è una casa in cui lo spazio è funzionale alla cura del nuovo arrivato. 

Dai vita, ad esempio, a un angolo per il cambio del pannolino e, soprattutto, a una zona speciale dedicata all'allattamento del bebè: una poltrona comoda, un cuscino per allattare e la giusta tranquillità sono tutto ciò di cui avrai bisogno nel primo periodo a casa con tuo figlio. Avere angoli della casa dedicati alle diverse attività ti permetterà di costruire una routine che possa agevolare i tuoi compiti e tranquillizzare il tuo bambino.

Una casa a prova di neonato, inoltre, è una casa fornita di viveri. Prima del parto sarebbe quindi utile preparare dei pasti già pronti, magari monoporzione, da accumulare poi nel congelatore. Quando vi sentirete particolarmente stanche sarà utilissimo poter contare su una scorta di cibo da consumare all'occorrenza. 

4. Rimanda le visite di amici e parenti

Consigli post parto per neomamma

Non è scortesia, è solo e soltanto puro spirito di sopravvivenza. Come tutti sanno, la nascita di un bambino è solitamente accompagnata da un andirivieni di amici e parenti, prima in ospedale e poi a casa. 

Se non te la senti, non aver paura di essere scortese e rimanda al mese successivo tutte le visite. Le prime settimane a casa col bebè sono particolarmente difficili e ti sentirai stanca e sfiancata, sia dal punto di vista fisico che psicologico: stai imparando a conoscere il tuo bambino e lui si sta abituando a te e alla sua nuova vita fuori dal ventre materno. Hai decisamente bisogno di un po' di privacy

Circondati solo di persone che possono davvero darti una mano nella gestione del piccolo e della casa: vedrai che, dal secondo mese in poi, sarà anche più piacevole ricevere gli ospiti e il tuo bimbo sarà anche più ben disposto a "farsi conoscere".

3. Fidati del tuo istinto di mamma

Una volta diventata mamma dovrai "proteggerti" dai moltissimi consigli non richiesti, che arriveranno e pioveranno da ogni dove. Dai nonni alle amiche che sono già mamme, dalle zie un po' invadenti alle persone che, addirittura, incontri per caso mentre passeggi con la carrozzina. Fai tesoro di tutti i consigli ma fidati prima di tutto del tuo istinto di mamma: non c'è nessuno che conosce tuo figlio meglio di te. 

E se hai dubbi, non sei sicura di quello che fai o stai affrontando problemi inaspettati rivolgiti esclusivamente al tuo pediatra di fiducia, che saprà indirizzarti correttamente verso una soluzione.

2. Dormi quando dorme il tuo bambino

fidarsi del proprio istinto di neomamma

Probabilmente lo sai già, ma noi siamo qui per ribadirlo: i primi mesi a casa col bebè sono molto stancanti. Non riuscirai a dormire per 8 ore di fila per parecchio tempo e sarà quindi necessario dar vita a nuove abitudini che ti permettano di ricaricare le energie in modo adeguato. 

Ecco perché dovrai imparare a vivere in simbiosi col tuo bambino: se lui dorme, dormi anche tu. Il tempo della sua nanna deve essere tempo da dedicare a te stessa: se vuoi riposare, riposa; se vuoi leggere, concediti qualche pagina di un buon libro. Le faccende domestiche possono aspettare, la priorità, ora, siete tu e il tuo bambino.

1. SOS stanchezza: chiedi aiuto

Certo, la casa non si mette in ordine da sola e le pulizie non aspettano nessuno. Ma non devi per forza fare tutto tu, i primi mesi a casa col bebè sono mesi di collaborazione e aiuto reciproco. Non aver quindi paura a chiedere una mano, se già non lo fa, chiedi al tuo compagno o a tuo marito di occuparsi un po' di più della casa e accetta l'aiuto dei tuoi genitori o dei tuoi suoceri. Circondati di persone fidate, che possano permetterti di rendere meno gravosa la tua vita in casa dopo il parto.

E, soprattutto, abbi pazienza: non sarà sempre così difficile e non sarà sempre così faticoso. Goditi il tuo bambino e la tua nuova famiglia, il resto verrà da sé.