5 film da non perdere con Michele Riondino

Classifica Classifica

“Gli sfiorati”, “La ragazza del mondo”, “Dieci Inverni”: ecco alcuni tra i più bei film con Michele Riondino che vale la pena vedere.

Si è fatto conoscere dal grande pubblico vestendo i panni del giovane Montalbano, qualcuno lo conosce come il direttore artistico del concerto del 1° maggio a Taranto, ma Michele Riondino è anche (e soprattutto) un talentuoso attore di cinema e teatro nonché il padrino della 75esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia.

Tarantino, classe 1979, Michele Riondino ha mosso i primi passi in tv da giovanissimo ma da allora ne ha fatta di strada e, grazie al suo talento, è riuscito ad approdare anche nel mondo del cinema rivestendo anche ruoli piuttosto importanti in diversi film di successo.

>>>LEGGI ANCHE: 10 film thriller da vedere assolutamente

Dove vederlo in azione? Da “La ragazza del mondo” a “Gli sfiorati”: ecco 5 film con Michele Riondino da non perdere!

5. Senza lasciare traccia

Il padrino della 75° edizione della Mostra del Cinema di Venezia interpreta Bruno nel film di Gianclaudio Cappai “Senza lasciare traccia”. In questo lungometraggio Michele Riondino interpreta un insegnante malato che non riesce a superare un vecchio trauma vissuto in passato che lo ha segnato profondamente.

4. Dieci inverni

Il bell’attore tarantino veste invece i panni di Silvestro in “Dieci Inverni” la pellicola di Valerio Mieli presentata proprio a Venezia, durante la mostra del Cinema, nella sezione “Controcampo”. Il film racconta il sentimento nato tra Silvestro e Camilla tra i canali veneziani e segue l’evoluzione di questa storia d’amore travagliata nei successivi dieci inverni.

3. Acciaio

Presentato durante la 69° edizione della Mostra del Cinema di Venezia anche “Acciaio” il film di Stefano Mordini che racconta la storia due adolescenti che vivono a Piombino, in un quartiere popolare a due passi da un’acciaieria. Qui Michele Riondino interpreta Alessio, un operaio tormentato che si butta a capofitto sul lavoro pur di non pensare a Elena, la donna che ama e che in qualche modo non può avere.

2. Gli sfiorati

La partecipazione di Michele Riondino al film “Gli sfiorati” di Matteo Rovere gli è valsa addirittura la candidatura come “Miglior attore non protagonista” ai Nastri d’Argento del 2102. Qui l’attore tarantino ha interpretato Damiano, grande amico del protagonista Meté, un grafologo che si trova costretto a prendersi cura della sorellastra ma che fa di tutto per evitarlo e cerca di sfuggire come può alle sue responsabilità.

1. La ragazza del mondo

Di grande successo anche “La ragazza del mondo”, film di Marco Danieli, dove Michele Riondino veste i panni di Libero, un ex-spacciatore appena uscito dal carcere che si innamora di Giulia, una Testimone di Geova alla quale non è permesso innamorarsi di persone che non fanno parte della sua comunità. La sua interpretazione gli è valsa la candidatura come “Miglior attore protagonista” ai David di Donatello del 2017.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI