Eurovision 2020: una serata speciale per riaccendere la speranza in Europa

Notizia Notizia

Sabato 16 maggio non ci sarà l’Eurovision 2020 cancellato a causa della pandemia mondiale ma la serata evento “Europe Shine a Light” con tutti i 41 artisti ammessi

Ti potrebbero interessare

In un mondo senza coronavirus questi sarebbero i giorni frenetici che precedono l’Eurovision Song Contest, il concorso musicale più importante a livello europeo. Quest’anno la kermesse si sarebbe tenuta a Rotterdam, in seguito alla vittoria dell’artista olandese Duncan Laurence con il brano “Arcade”, ma non sarà così. I fatti sono noti: l’emergenza sanitaria mondiale ha imposto che tutti gli eventi pubblici fossero sospesi, e anche l’Eurovision è stato di conseguenza annullato.

Cosa succederà adesso: Eurovision shine a light

Per quest’anno l’EBU, l’organizzazione a cui fa capo la manifestazione, ha deciso che manderà in onda sabato 16 maggio “Eurovision: Europe shine a light” una serata speciale a cui sono stati invitati a partecipare tutti i 41 artisti ammessi alla sfortunata edizione di quest’anno. Tra loro anche il nostro Diodato, con la sanremese “Fai Rumore”.

L’intento della serata è quello di “accendere una luce” sull’Europa affinchè la musica possa dare speranza alle persone colpite dal Coronavirus. La serata sarà trasmessa sabato 16 maggio da Rai1 in prima serata con la conduzione di Federico Russo e Flavio Insinna e da Rai4 a partire dalle ore 21.00 con il commento di Gino Castaldo ed Ema Stokholma. Per chi ama lo streaming  la manifestazione sarà disponibile anche su RaiPlay. Oltre a Diodato, durante la serata ci sarà anche la giovane interprete Senhit per San Marino. Su Raiuno si alterneranno come ospiti Mahmood, Francesco Gabbani, Ermal Meta e Fabrizio Moro, il Volo e Francesca Michielin.

I “Best of” delle ultime quattro finali su Rai Premium

Eurovision 2016

Per tutti gli appassionati di Eurovision le buone notizie non sono finite: a partire da domenica 10 maggio la Rai sul canale Rai Premium proporrà i “best of” delle ultime quattro finali. Si parte con l’edizione del 2016 che ha visto protagonista alla Ericsson Globe Arena di Stoccolma Francesca Michielin rappresentante dell’Italia con “No degree of separation”, adattamento bi-lingue di “Nessun grado di separazione”. Seconda classificata a Sanremo partecipò all’evento dopo la rinuncia degli Stadio, vincitori in quell’anno del Festival, che da regolamento garantisce al primo classificato la partecipazione alla rassegna europea.

Eurovision 2017

Lunedì 11 maggio alle 22.50 sarà la volta dell’edizione del 2017. Francesco Gabbani con la sua hit “Occidentali’s karma” parti’ con il favore del pronostico per il 62° Eurovision Song Contest. A Kiev, in un periodo segnato da problemi diplomatici per la nazione organizzatrice, il cantante riusci’ a travolgere tutti ma non a salire sul podio della manifestazione.

Eurovision 2018

L’edizione del 2018 andrà in onda giovedì 14 maggio alle 23.55. Dopo il successo sanremese, tocco’ ad Ermal Meta e Fabrizio Moro portare sul palco dell’Altice Arena di Lisbona, per la 63ªedizione della manifestazione canora, l’intensità e l’impegno sociale della loro “Non mi avete fatto niente”. La grandissima rimonta sulla classifica finale e il successivo quinto posto furono protagoniste di quell’edizione.

Eurovision 2019

L’ultima finale, quella del 2019, andrà in onda venerdì alle 23.35. Mahmood, dopo il duplice successo di Sanremo Giovani e del Festival 2019, porto’ “Soldi” davanti alla platea europea. L’ultima è stata forse l’edizione più amara dell’Italia: Mahmood arrivò secondo, dietro all’olandese Duncan Laurence.

Eurovision: cosa succederà nel 2021

Secondo l’informatissimo sito Eurovisionin.com non è cosi scontato che l’edizione del 2021 avrà luogo nei Paesi Bassi. Il governo olandese infatti ha annunciato che non consentirà lo svolgersi di manifestazioni pubbliche ed eventi finchè non ci sarà un vaccino contro il Covid-19. Gli organizzatori hanno detto che è ovviamente ancora troppo presto per qualsiasi decisione relativa al 2021.

Slitta anche il film «Eurovision»

E se è stato posticipata la manifestazione, è stata anche spostata la data di rilascio di «Eurovision», il film sulla manifestazione prodotto da Netflix con protagonista Rachel McAdams la cui uscita era prevista proprio a maggio 2020.

L’attrice ha raccontato che la produzione ha dovuto affrontare i primi problemi legati al Covid-19 già durante le riprese in Islanda. Nel cast del film scritto e diretto da Will Ferrell e Andrew Steele ci saranno anche Pierce Brosnan e Demi Lovato oltre a Salvador Sobral, vincitore dell’edizione 2017 della manifestazione. La storia ruoterà attorno alle vicende di Lars Ericksong e Sigrit Ericksdottir, due rappresentanti islandesi dell’Eurovision.

Hobby e tempo libero
SEGUICI