Tempo Libero

Fedez e Francesca Michielin: tutto sul duetto sanremese più atteso

Ha rischiato di essere squalificata ed è una delle canzoni più attese di Sanremo 2021: ecco tutto quello che c’è da sapere su “Chiamami per Nome”.

Ha rischiato di essere squalificata ed è una delle canzoni più attese di Sanremo 2021: ecco tutto quello che c’è da sapere su “Chiamami per Nome”.

Fuori è Magnifico, fuori tutto è magnifico! Quante volte avete sentito questa canzone? Fedez e Francesca Michielin stanno per tornare con un attesissimo duetto dal titolo “Chiamami per nome” che sarà presentato in gara a Sanremo 2021. Non giriamoci intorno: sono la coppia più attesa, i due grandi nomi mediatici che si gioca Amadeus.

La canzone ha rischiato di essere squalificata: qualche giorno fa infatti per sbaglio Fedez ha pubblicato qualche secondo del ritornello sul suo profilo Instagram. Per fortuna non essendo stato pubblicato tutto il brano e non essendo quei pochi secondi riconoscibili della canzone, il direttore artistico Amadeus ha deciso di non procedere con la squalifica.

Scuse prontamente fatte da Fedez e fiori a Francesca Michielin consegnati per farsi perdonare: il post su Instagram che ha immortalato questo momento è diventato subito virale. Come sarà allora “Chiamami per nome”, che vanta tra gli autori, anche Mahmood? Abbiamo cercato di capirlo proprio con Fedez e Francesca Michielin, durante l’incontro stampa di presentazione del duetto sanremese. 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da FEDEZ (@fedez)

Chiamami per nome – Com’è nato il duetto

L’idea del duetto e di tornare a cantare insieme è nata durante il lockdown. Francesca Michielin e Fedez si sono sentiti durante le settimane in cui si cantava dai balconi e hanno iniziato a fare delle dirette sui social insieme. “Ci siamo ritrovati duettando dai balconi con il lockdown" – dichiara Francesca Michielin - "Dall’emozione scaturita da questo incontro abbiamo deciso di tornare a lavorare insieme. Il mio primo Sanremo l’ho vissuto come un campeggio a 20 anni, questa volta ne avrò 26. Ho preso un monolocale a Sanremo per quei giorni, cosi potro nei momenti liberi riposarmi e suonare a casa. Tra l’altro prima di Sanremo ho un esame al conservatorio!”

“Per me è tutto abbastanza nuovo, sto scoprendo delle ritualità di Sanremo che non conoscevo" – afferma invece Fedez - "Ci siamo ritrovati in questo periodo di restrizioni. Per me lavorare con Francesca è stato un momento di socialità importante, una boccata di ossigeno in un momento pesante, davvero una ventata di freschezza. Ho un po’ di ansietta per questo Festival, ma voglio viverlo prendendo tutto quello che c’è. Non c’è nessun progetto discografico all’orizzonte da promuovere al festival aldila di questa canzone. Volevo proprio vivermi l’esperienza vera e propria in un momento particolare come questo”.

Le prove e il lavoro a distanza di Fedez e Francesca Michielin

“Chiamami per nome è una canzone che mi emoziona molto" – ha aggiunto Michielin - "Mi viene un po’ la lacrimuccia in sale prove con Federico quando canto questo brano. Rispetto alle nostre collaborazioni passate è una canzone d’amore piu trasversale. Bellissima con l’orchestra!”

“Non avevo mai suonato con l’orchestra" – ammette Fedez- "Se non una volta tempo fa all’Arena di Verona. Entrare in una stanza con sessanta orchestrali mi ha emozionato. Il mio unico precedente a Sanremo è stato quando ho fatto il manager pro bono di Lorenzo Fragola e dicevo che su quel palco non ce l’avrei fatta. Anche oggi non so se riuscirò, è una terapia d’urto”.

“C’è un pezzettino di testo su cui abbiamo trattato tre settimane buone!", continua il rapper. "Ci siamo divisi come nella didattica a distanza, alterniamo l’online e gli incontri su Zoom a  momenti in studio con tamponi! Lavorare a distanza al computer con Francesca mi ha aiutato ad avere dei ritmi e a superare questo momento”.

L’impegno sociale di Fedez e Francesca Michielin

È stato un anno d’oro per Fedez coronato a dicembre con il prestigioso Ambrogino d’oro, conferito dal sindaco di Milano Beppe Sala per l’impegno civile del cantante e della moglie Chiara Ferragni, che durante il lockdown si sono attivati per raccogliere fondi per l’ospedale San Raffaele di Milano.

“Tutto questo periodo mi ha dato uno spirito di appartenenza che prima non avevo. Sapere che facciamo parte di una collettività, di un Paese. Era una sensazione che non avevo mai provato, spero che mi rimanga per sempre. Tutte le cose che sono state fatte non sarebbero nulla se non ci fosse stata una coesione generale".

Anche Francesca Michielin è da sempre impegnate in cause sociali: dai temi green da sempre vicini alla cantautrice veneta fino alla battaglia contro la violenza sulle donne.

“Il 25 febbraio, giorno del mio compleanno, uscirà il mio primo podcast e la prima puntata avrà come tema la battaglia per i diritti delle donne", dichiara la cantante. "In questi podcast parlerò di vari temi. Ho sentito l’esigenza di affrontare queste tematiche civili perché ho anche una responsabilità verso il pubblico, soprattutto giovane, che mi segue. La prima puntata avrà come ospite Matilda de Angelis – che tra l’altro sarà una delle conduttrici di Sanremo 2021. Con Matilda, che come sapete è sensibili su questi temi, parleremo di body positivity. Nelle puntate si parlerà anche di parità di genere e ci interrogheremo sul perché alcune cose sono ritenute maschili e altre no. Perche un uomo diventa cantatutore e un donna anche se scrive nell’immaginario rimane cantante?”.

Tra i vari progetti di Fedez e Francesca Michielin c'è anche quello di fare qualcosa di concreto a Sanremo per i lavoratori del mondo dello spettacolo, bloccati nel loro mestiere a causa della pandemia. Cosa? Ancora tutto top secret!

Fedez e Francesca Michielin all’Eurovision Song Contest?

Chi vince Sanremo parteciperà di diritto in rappresentanza dell’Italia all’Eurovision Song Contest (ammesso che ci sarà!) che dovrebbe aver luogo ad Amsterdam nel mese di maggio. “Io non riesco a vedere il mio futuro oltre Sanremo e le due settimane successive nelle quali diventerò papà per la seconda volta" – dichiara Fedez – "Non mi pongo il problema al momento”.

“Anche io – fa eco la Michielin – per il momento sono concentrata su Sanremo e sui messaggi che la canzone deve comunicare al Festival. Ho partecipato all’Eurovision nel 2016 (arrivò seconda con il pezzo “Nessun grando di separazione” e partecipò all’Eurovision in seguito alla rinuncia degli Stadio, vincitori in quell’anno di Sanremo, ndr) ed è stata un’esperienza bellissima fatta a Stoccolma in una delle città più “eurovisive”, in cui si percepisce meglio l’atmosfera dell’Eurovision! Ricordo ancora i collegamenti fatti alle 7 del mattino per la Rai al museo degli Abba, fu bellissimo!”.

FEAT (Fuori dagli spazi) è il disco in evoluzione di Francesca Michielin

Francesca Michielin pubblicherà il 5 marzo FEAT (Fuori dagli spazi), l’evoluzione del progetto discografico FEAT (Stato di natura). Un disco in continua evoluzione che cresce e si arricchisce per raccontare la bellezza dell’incontro, attraverso l’unione di artisti e amici di generi diversi, in un importante progetto collettivo. Nel disco ci sarà anche la sanremese “Chiamami per nome”, firmata da Federico Lucia, Francesca Michielin, Davide Simonetta, Alessandro Mahmoud, Alessandro Raina e prodotto da d.whale che segna il ritorno dei due artisti che tornano a collaborare e ad esibirsi insieme dopo i successi di “Magnifico” e “Cigno Nero”. Fedez calcherà il palco del Festival di Sanremo per la prima volta. Dopo una pausa dalle scene musicali, l’artista è tornato nel 2020 con il singolo doppio platino “Bimbi per strada” e “Bella Storia”, certificato platino.

photo credits: Fabrizio Cestari