Tempo Libero
Tempo Libero

X Factor 2021, quarta puntata dei Live: i voti della serata

Ancora una doppia eliminazione: i concorrenti passano da nove a sette con l'addio di Versailles e Mutonia. Le pagelle di giudici, cantanti e band.

Ancora una doppia eliminazione: i concorrenti passano da nove a sette con l'addio di Versailles e Mutonia. Le pagelle di giudici, cantanti e band.

Il quarto Live di X Factor prevede una nuova doppia eliminazione. Quando le cose sono belle, d’altra parte, perché non ripeterle? La prima arriva al termine della (apprendo spulciando sul web) amatissima “giostra”: tutti gli inediti, uno dopo l’altro, senza sosta. Insomma, la giostra in questione è il tagadà, quella che ok all’inizio ti diverti, ma dopo un po’ vuoi scendere. Comunque, in ordine alfabetico: Baltimora - Altro, Bengala Fire - Valencia, Erio - Amore vero, Fellow - Fire, gIANMARIA - I suicidi, Le Endrigo - Cose più grandi di te, Mutonia - Rebel, Nika Paris - Tranquille (Mon coeur), Versailles - Truman Show. Esce proprio lui, che Tersigni continua a chiamare fino all’ultimo “Versaje” (n’altro litro?): vestito alla Caritas e pettinato come il peggiore dei trapper, ha pure il coraggio di salutare i fan a casa. A casa sua, forse.

Emma

Vestita come Erio, durante il duetto con Mika sfodera alcune espressioni à la Francesca Cipriani. Dà tutto all’inizio, poi sembra aver solo voglia di andare a letto. Voto 5.

Mika

Canta Anna e Marco senza capirne nemmeno una parola, tipo i Blue con A chi mi dice. Ma intende invece benissimo quando è il momento di punzecchiare i cantanti altrui, soprattutto quelli di Agnelli. Voto 6,5.

Manuel Agnelli

Arriva al quarto live forte del roster ancora intatto. Ci propina la solita storia di quando viveva a Londra, ambientandola questa volta nei docks nel 1982, quando aveva 16 anni. Terrificanti le battute post-Mutonia. Tersigni lo salva dal fuoco incrociato post-Bengala Fire. Voto 7,5.

Hell Raton

Perde subito Versailles, ma chi è causa del suo mal pianga sé stesso. Va in confusione quando afferma di cantare in spagnolo: sotto la doccia non conta. Per il resto poco altro. Voto 6.

Erio

«A nuclear error, but I have no fear/'Cause London is drowning/I, I live by the river». Erio arrota la erre come se non ci fosse un domani, mentre la sua voce sembra un allarme antiaereo nella sua London Calling, pubblicata dai Clash in piena Guerra Fredda. Voto 7.

Nika Paris

Mi piace talmente tanto che potrebbe cantare La Marsigliese e mi verrebbe voglia di cantarla lo stesso. Figuriamoci con Dernière danse di Indila, che per inciso non so nemmeno chi sia. Se i Maneskin aprono per i Rolling Stones, lei presto potrà farlo per Carla Bruni. Voto 7,5.

Le Endrigo

Le Endrigo fanno come Manuelito: cantano in spagnolo. Malamente. Cioè, il titolo del brano è Malamente - Cap 1: Augurio. In effetti l’augurio è di non risentire più questo mash-up tra Ska-P e Rosalia, l’artista più coverizzata di X Factor. Voto 5,5.

Baltimora

Braccia pelosissime, Baltimora. Non posso fare a meno di notarlo. Cantare canta bene, eh, ma la sua versione di Un uomo che ti ama di Battisti è un lungo lamento, uno strazio che davvero non sentivo di meritare. Voto 5.

Mutonia

Salgono sul palco sapendo di aver rischiato grosso nella prima manche: una pressione Gigantic. Scarsi i consensi per la batteria, meno gradita di quelle di pentole vendute da Mastrota. Vanno al ballottaggio con Erio, spacciati in partenza. Voto 6.

gIANMARIA

Il suo inedito, Vasco Rossi, Rino Gaetano, Lucio Dalla, canti gregoriani: gIANMARIA fa tutto nello stesso modo. La sua Stella di mare è più che altro uno scoglio, difficile da superare per chi l’ascolta. Voto 5,5.

Bengala Fire

Fanno sempre quella cosa lì, i Bengala Fire, ma la fanno benissimo. Suonano Evil degli Interpol. Evil, come i giudizi ricevuti. Interpol, che sono pronto a chiamare in caso di eliminazione. Voto 7.

Fellow

Nel video di introduzione dice di voler portare Sincerità sul palco. E invece non solo arriva vestito come Baltimora, ma confonde Arisa con Elisa e finisce per cantare Anche Fragile. Peccato. Voto 6,5.

Ospiti: Young Miles, J Lord e Shari - Bloody Vinyls

“Tre giovani e talentuosissimi esponenti della nuova scena musicale italiana”, li definisce Sky. Delle due l’una: o come Bloody Vinyls si sono presentati sul palco degli impostori, oppure è arrivato il momento di fare testamento, come da titolo della canzone presentata. Voto 5.