Viaggi

Vacanze sulla neve: 7 consigli preziosi per quando torneremo in pista

Dalla valutazione delle attività extrasciistiche al noleggio dell’attrezzatura, le cose da considerare prima di prenotare una settimana bianca.

Dalla valutazione delle attività extrasciistiche al noleggio dell’attrezzatura, le cose da considerare prima di prenotare una settimana bianca.

Piste chiuse, impianti di risalita fermi, alberghi vuoti (o quasi): l’emergenza Coronavirus ha impedito agli italiani di fare la classica settimana bianca, un must nei mesi più freddi dell’anno e, in particolare, nel periodo natalizio.

Vacanze sugli sci: come organizzarsi al meglio 

La speranza è che presto sia di nuovo possibile prenotare un soggiorno in montagna in totale sicurezza: ecco 7 preziosi consigli da tenere a mente prima di organizzare una vacanza sulla neve, dedicata a sciate e relax.

Considerare qualità e quantità di piste e impianti di risalita

Dalle Alpi agli Appennini, per le vacanze sulla neve in Italia non c’è che l’imbarazzo della scelta. E niente vieta (o meglio vieterà) di andare all’estero. Per quanto riguarda la scelta della destinazione, tra gli aspetti da considerare ci sono la qualità e la quantità di impianti e piste, perché da questo punto di vista i comprensori davvero non sono tutti uguali.

Non sottovalutare le attività extrasciistiche

In settimana bianca è tanto il tempo dedicato alle discese che, però, non sono tutto. Ciaspolate, nordic walking, scivolate sul bob, gite in motoslitta, pattinate sul ghiaccio, sleedog con gli husky: negli ultimi anni la montagna è diventata meta privilegiata per molti appassionati di neve, in generale, e non solo di sci. Prima di prenotare, meglio controllare tutte le attività extra che è possibile fare in una località.

Pensare ai peccati di gola

Pensare al buon cibo

Tra i piaceri di una vacanza ci sono i peccati di gola che ci concediamo. In settimana bianca, il freddo e le giornate passate sulle piste, inoltre, non fanno che aumentare l’appetito: nella scelta della settimana bianca, dovremmo perciò considerare le specialità tipiche che avremo la possibilità di assaggiare, dalla ricca colazione al pranzo in un rifugio, fino alla merenda gourmet e alla cena al ristorante.

Dare importanza ai servizi dell’hotel

Montagna fa anche rima con relax. In tal senso può essere fondamentale la presenza in hotel di un’area benessere con sauna, bagno turco, piscina, vasca idromassaggio e magari zona massaggi. Altrettanto importanti sono poi i servizi a misura di bambino, pensati per rendere ancor più rilassanti le vacanze dei genitori. Che la scelta cada sulle Dolomiti, sul Sestriere o sul Gran Sasso, l’offerta è comunque ampissima: per orientarsi al meglio ci si può rivolgere a specialisti come Alpitour.

Valutare bene la posizione

Anche la posizione è un fattore da considerare. Nello specifico, quella rispetto a impianti di risalita e centro cittadino. Eh sì, perché in settimana bianca si va soprattutto per sciare. Ma non solo: dopo una giornata sulle piste, non può mancare una passeggiata in centro, dedicata a shopping e da concludere con un bell’aperitivo con gli amici. Insomma, la struttura alberghiera prescelta dovrebbe essere vicina alla “movida” e non troppo lontana dalle piste.

Prenotare skipass (e non solo) prima di partire

Per evitare code e attese alla partenza degli impianti, il consiglio è di prenotare skipass (le differenze di prezzo tra un comprensorio e l’altro posso essere notevoli), corsi di sci ed eventualmente anche l’equipaggiamento prima di partire: su Internet non è difficile trovare persino interessanti sconti.

Noleggiare l’attrezzatura da sci

Questo consiglio legato al precedente è dedicato ai principianti, che non hanno grandi velleità sciistiche. Invece di spendere molti soldi nell'acquisto di sci, scarponi, racchette da neve e tutto ciò che può servire per un’uscita sulla neve fresca, perché non noleggiarlo in loco? Il denaro risparmiato per l’equipaggiamento, infatti, può essere piuttosto investito in lezioni di sci, che consentono di accelerare l’apprendimento della disciplina. E di fare meno ruzzoloni sulla neve.

Foto apertura:Sergey Novikov-123rf.com