Vucciria: viaggio nello storico mercato di Palermo

Guida Guida

Cosa vedere, cosa comprare, cosa mangiare: una mini guida alla scoperta di uno dei più affascinanti mercati storici siciliani, la Vucciria.

Cosa vedere, cosa comprare, cosa mangiare: una mini guida alla scoperta di uno dei più affascinanti mercati storici siciliani, la Vucciria.

Tra i mercati siciliani è uno dei più famosi e con le sue bancarelle variopinte, i suoi straordinari profumi e i suoi meravigliosi colori la Vucciria è senza dubbio anche uno dei più affascinanti.

Vucciria: un po' di storia

Il nome “Vucciria” deriva dal dialetto palermitano e significa “confusione”. Le urla dei venditori che gridano in dialetto cercando di catturare l’attenzione di potenziali clienti, di farli avvicinare alle loro bancarelle e di spingerli all’acquisto, sono infatti uno dei tratti distintivi di questo mercato storico.

Crocevia di commercianti e mercanti, a partire dal 12° secolo, la Vucciria grazie alla sua posizione privilegiata, vicino al porto, è sempre stata un luogo di riferimento per gli scambi commerciali.

Inizialmente si trovavano solo banchi destinati alla vendita della carne, ma con il passare degli anni si è trasformata ed evoluta diventando un grande mercato in cui è possibile trovare di tutto: dal pesce alle spezie, dalla frutta alla verdura.

Cosa vedere alla Vucciria

Tappa obbligata quando si è in vacanza a Palermo, o comunque nella parte occidentale della Sicilia, la Vucciria è molto frequentata dai locals, soprattutto di sera quando i tanti ristorantini si riempiono di giovani, ma è anche una grande attrazione per i turisti che arrivano da ogni parte del mondo per scoprire questo affascinante mercato.

Cosa vedere alla Vucciria? La prima cosa da fare è perdersi tra le sue viuzze e le sue bancarelle: solo in questo modo è possibile respirare a pieni polmoni la sua magica atmosfera.

La fontana Garraffello nel quartiere Vucciria di Palermo (Foto: Paolo Querci-123rf.com)

E poi mettersi alla scoperta dei palazzi nobiliari che si trovano nella zona, come Palazzo Mazzarino o Palazzo Filangeri, ammirare le sue splendide piazze e i suoi vicoli e le sue vie caratteristiche, o perché no, i graffiti e le opere di street art che fanno capolino sulle facciate delle case sgarrupate o sulle saracinesche dei garage.

E poi ancora la Fontana del Garraffello, la Chiesa di Sant’ Eulalia, la statua del Genio di Palermo…ci sono un'infinità di cose da scoprire!

Cosa mangiare alla Vucciria

Ma ovviamente, in quanto mercato alimentare, la Vucciria è anche il luogo giusto per provare i piatti tipici della cucina siciliana. Se volete cenare a Palermo e volete fare un’esperienza diversa dal solito, la Vucciria è senz’altro il luogo giusto.

Foto: Paolo Querci-123rf.com

Tra le prelibatezze della cucina locale da assaggiare, il polpo bollito, condito semplicemente con olio e limone, le "stigghiole", i tipici spiedini a base di budella di agnello e cipollotto che vengono cotti sulla brace, o il famoso pane ca' meusa, un’altra specialità della cucina tradizionale, che non è altro che un panino con il sesamo riempito con milza e polmone di vitello.

E poi panelle, crocché, sarde a beccafico, sfincioni, cannoli... Una cosa è certa: da queste parti è impossibile morire di fame!

Hobby e tempo libero
SEGUICI