Frutti esotici: 5 frutti per 5 proprietà benefiche

Classifica Classifica

I frutti esotici portano in tavola un fresco sapore tropicale. Frutto della passione, mango, dragon fruit, durian e papaya: ce n’è davvero per tutti i gusti.  

Fino a qualche anno fa i frutti tropicali erano poco presenti nelle tavole degli italiani. Tuttavia, nel giro di poco tempo, questi alimenti hanno acquisito crescente notorietà fino a ritagliarsi uno spazio stabile nelle preferenze dei consumatori e nelle coltivazioni in Italia.

Oggi, infatti, non è raro trovarli nei supermercati o dai fruttivendoli, particolarmente apprezzati per il loro sapore esotico e i vantaggi per la salute. Scopriamo le loro caratteristiche e le innumerevoli proprietà benefiche dei frutti esotici.

Frutto della passione

Il frutto della passione ha proprietà antiossidanti e antinfiammatorie ed è un’ottima fonte di fibre alimentari, potassio, magnesio, rame, fosforo e selenio. È un vero toccasana per l’organismo: aiuta a coadiuvare la normale funzione del sistema immunitario e della tiroide, protegge le cellule dell’organismo dai danni ossidativi, contrasta stanchezza e affaticamento e contribuisce a mantiene sani capelli, unghie e pelle. E non è tutto: la polpa di questo frutto esotico, infatti, contiene una discreta quantità di ferro, vitamina A, B2, C ed è una buona fonte di riboflavina.

Mango 

Il mango è un frutto tropicale dal valore energetico medio-alto che aiuta a migliorare la vista, grazie all’elevato contenuto di vitamina A e carotenoidi. Ricco di fibre, minerali (principalmente potassio, calcio e fosforo) e antiossidanti, appartiene alla famiglia delle Anacardiacee e apporta circa 60 Kcal ogni 100 g di polpa. Inoltre, aiuta a regolare spontaneamente l’attività del sistema nervoso, la digestione e la coagulazione del sangue. Senza contare che il mango è una buona fonte di folati, un vero toccasana per ridurre stanchezza e affaticamento.

Dragon fruit

Il Dragon Fruit (noto anche come Pitaya) è un frutto ricco di ferro particolarmente consigliato anche in caso di carenza di anemia. Ha una polpa bianca, una buccia viola e un sapore delicato con note floreali. Inoltre, contiene vitamina A,B,C, sali minerali (principalmente calcio, fosforo e ferro) e betacarotene ed è un prezioso alleato naturale per la salute del cuore, dell’intestino e del sistema immunitario.

Durian 

Il durian è un “superalimento” indicato (anche) per gli sportivi. Il contenuto di flavonoidi - in particolar modo acido caffeico e quercetina - è nettamente superiore a quello di qualsiasi altro frutto. Senza contare che anche il livello di acido ascorbico è notevole. Il guscio di questo frutto è spinoso e rigido e la polpa dolce e succosa. Inoltre, ha un odore molto forte e pungente, sapore delicato ed è una preziosa fonte di antociani, vitamine B1, B6, C, B2 e triptofano.

Papaya 

La papaya è un frutto esotico dalle spiccate proprietà digestive. Apporta 42 kcal per 100 g ed è un alimento ricco di antiossidanti, vitamine e minerali (principalmente ferro, potassio, rame e magnesio). Inoltre, grazie all’elevato contenuto di vitamina C (60,9 mg per 100 di polpa), aiuta a regolare il funzionamento del sistema immunitario, protegge dallo stress ossidativo e incrementa l’assorbimento del ferro contenuto negli altri alimenti. Da questo frutto esotico si estrae la papaina, un enzima che favorisce la digestione e che è considerato un antinfiammatorio naturale.

Foto apertura: Svetlana Kolpakova-123RF

Salute e benessere
SEGUICI