Psiche

Vademecum per tempi difficili: 10 consigli per imparare a prendersi cura di sé

Siamo attenti a curare la salute fisica, ma spesso trascuriamo i malesseri silenziosi, ma altrettanto debilitanti: quelli della psiche. Ecco come mettere in armonia i due mondi  

Siamo attenti a curare la salute fisica, ma spesso trascuriamo i malesseri silenziosi, ma altrettanto debilitanti: quelli della psiche. Ecco come mettere in armonia i due mondi  

Ci siamo fatti cullare dal sole e dall'allegria delle lunghe giornate di luce. Per un po' ci siamo lasciati alle spalle lievito e forni accesi e abbiamo abbandonato la nostra Capanna. Il Coronavirus era ancora tra noi, ma quest'estate faceva meno paura. Ma con l'avvicinarsi dell'autunno la pandemia torna a gettare la sua lunga ombra su di noi, riaccendendo le tante fobie che (forse) avevamo accantonato per un po'.

Il primo impatto dell'aumento dei contagi è naturalmente sulla psiche. Non ci sono colpi di tosse o febbre a dirci che la nostra mente cede, si ammala lentamente e vacilla. Ma gli effetti di una salute mentale compromessa sono ugualmente invalidanti. Per questo è importantissimo - Covid-19 o no - imparare a riconoscere la nostra salute psicofisica e a prendercene cura. Il 10 ottobre è la Giornata Mondiale della Salute Mentale: ecco 10 consigli per imparare a coltivare il benessere psicofisico.

Come il Covid ha cambiato le nostre vite

Non possiamo negarlo: il Covid ha cambiato le nostre vite. Abbiamo imparato (più o meno) a convivere con tante fobie: la paura degli spazi aperti e chiusi, con il contatto forzato con gli altri, l'ipocondria non è più una sindrome per pochi. La paura di ammalarsi è oggi molto più diffusa, così come quella della morte.

Queste condizioni hanno minato la psiche di molti di noi, spingendoci a cercare rifugio nella terapia. Durante il lockdown gli psicologi hanno offerto assistenza online. Poi abbiamo imparato a convivere con mascherine e distanziamento anche nel mondo reale e siamo tornati negli studi. Ma secondo Guidapsicologi.it il 93% dei professionisti in Italia e in Spagna sostiene che la terapia online sarà sempre più presente nelle pratiche future. Nel nostro paese, oltre il il 40% degli psicologi afferma che offre già questo servizio abitualmente.

Prendersi cura di sé e imparare a stare bene

Accanto a un percorso psicoterapico serio e continuativo ci sono piccole strategie che possiamo mettere in campo per prenderci cura di noi stessi in questo tempo incerto e difficile. Gli esperti di Guidapsicologi.it suggeriscono in primo luogo di dormire. Infatti, riposare correttamente per la giusta quantità di ore è fondamentale per recuperare le energie e permettere al cervello di compiere bene il suo lavoro. Accanto al sonno, va abbinata anche una corretta alimentazione. Mens sana in corpore sano: non saltare i pasti e varia gli ingredienti del tuo menu per dare all'organismo tutti i nutrienti necessari per funzionare bene.

Digital detox

Se sei costretta a rimanere a casa, ogni tanto depura la mente e stacca il telefono. Un po' di digital detox non può farci che bene in un momento in cui tante informazioni contrastanti ci giungono da smartphone e computer. Inoltre, per rimettere la nostra psiche in equilibrio bisogna ritrovare il contatto con noi stessi. E per farlo abbiamo bisogno di silenzio, digitale e non.

Relazioni che fanno bene

Non trascurare le relazioni con le persone più care: sono un vero boost per la salute. Stare con gli altri - anche virtualmente - condividendo gioie e dolori, aiuta a ridimensionare ansie e preoccupazioni. Con questo spirito, pensiamo anche a cosa possiamo fare per gli altri. Imparare a guardare oltre e comprendere di poter aiutare altre persone può fare molto per il nostro equilibrio mentale.

Luoghi belli e un momento per sé

Circondarsi di bellezza fa bene, il che non significa per forza andare per musei: anche solo passeggiare nella natura o tra le vie di un bel centro storico può dare un profondo senso di benessere. Questo è anche un buon modo per prendersi una pausa, fermarsi, soprattutto quando si sente che si è raggiunto il limite. È importantissimo tenere bassi i livelli di stress per aiutare l'organismo ad abbassare i livelli di cortisolo, dannosi per la salute.

Fare sport

Muoversi, muoversi, muoversi. GuidaPsicologi raccomanda di fare sport per stimolare la produzione di endorfine e serotonina, neurotrasmettitori che se rilasciati nelle giuste quantità, producono stati di benessere. Inoltre, se non ami correre o sudare in palestra, meglio optare per discipline rilassanti come lo yoga o la meditazione, ottimi esercizi per allenare una respirazione corretta e per raggiungere l'armonia interiore.

Sì, viaggiare

Vedere posti nuovi e uscire dalla propria routine può fare molto bene alla nostra mente e all'umore. Il che non significa per forza prendere un aereo e andare dall'altra parte del mondo. Anche fare un'escursione in uno dei tanti bellissimi borghi italiani può aiutarci a rimettere al centro la bellezza e l'arricchimento personale.

Vade retro, rabbia!

Il Covid-19 e le misure di contenimento della pandemia possono creare frustrazione, così come l'esser costretti a rimanere in casa. La rabbia può essere innescata anche dalle incertezze lavorative e dall'impossibilità di pianificare lavori e attività future. Be', arrabbiarsi serve a poco. Ben vengano gli sfoghi che aiutano ad esternare le sensazioni negative, ma bisogna stare attenti agli scatti d'ira e alla rabbia ingiustificata. I primi a subire gli effetti di queste esplosioni incontrollate siamo noi.

L'importanza del perdono

Grandi benefici nascono dal perdono. Non covare rancore aiuta ad alleggerire il proprio pensiero. Imparare a voltare pagina e andare avanti, invece di rimuginare sul passato è un buon modo per prendersi cura di sé stessi.

Non procrastinare

Non rimandare a domani ciò che puoi fare oggi: il vecchio adagio non è solo una fissazione da mamme, ma un buon consiglio per evitare di sentirsi sopraffatti dagli eventi e non più padroni della nostra vita. Agiamo ora! Solo in questo modo imprimeremo un vero cambiamento alle nostre vite.

Positività

Infine, anche quando le giornate sembrano davvero buie e difficili, sforziamoci di trovare qualcosa per cui essere grati, che ci faccia sorridere. Questo è il primo passo per predisporci a ricevere qualcosa di bello.