Settimana Mondiale del Glaucoma 2019: visite oculistiche gratuite

Notizia Notizia

Torna anche quest'anno la Settimana Mondiale del Glaucoma. Scopri perché approfittare delle visite oculistiche gratuite offerte in tutta Italia! 

Dal 10 al 16 marzo 2019 torna la Settimana Mondiale del Glaucoma, portando all'attenzione di tutti dati preoccupanti: ben 8 persone su 10, pur essendo a rischio, non si sottopongono a visite oculistiche regolari.

Giunta alla sua undicesima edizione, la campagna prevede la possibilità, per chi non è mai stato da un oculista per combattere il glaucoma, di sottoporsi a visite gratuite che saranno offerte su tutto il territorio italiano.

A promuovere l'iniziativa è l’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus, in collaborazione con la Società Oftalmologica Italiana (SOI) e la Società Italiana Glaucoma (SIGLA).

Cos'è il glaucoma e come si cura

Il glaucoma è una malattia degenerativa, con forti caratteristiche ereditarie, che colpisce gli occhi; non si tratta di una patologia esclusiva della terza età, ma la sua incidenza aumenta progressivamente con lo scorrere degli anni.

Secondo le più recenti stime dell'Organizzazione Mondiale della Sanità a soffrirne sono 55 milioni di persone in tutto il mondo.

Il rischio che corrono non è indifferente: il glaucoma, infatti, è la principale causa di cecità irreversibile nei paesi industrializzati.

Fortunatamente si tratta di una patologia curabile; il trattamento può prevedere l'uso di colliri, di tecnologie basate sul laser o il ricorso alla chirurgia.

"Deve però essere evidenziato", sottolinea Aldo Caporossi, presidente della SIGLA e direttore dell’Unità Operativa Complessa di Oculistica del Policlinico Universitario "Agostino Gemelli" di Roma.

"Questo lo può fare solo una buona prevenzione: visite specialistiche serie, esami approfonditi al momento giusto sono il meglio che possiamo fare".

Come riconoscere il glaucoma

Spesso il glaucoma non dà sintomi nelle sue fasi iniziali; tuttavia, anche in questi casi può danneggiare irreparabilmente il campo visivo, che a causa di questa patologia tende a restringersi fino ad arrivare alla cecità.

Per questo l'occasione per una visita oculistica completa dovrebbe essere colta al volo anche se non si sospetta di soffrire di glaucoma; d'altra parte, si stima che in Italia la metà del milione di persone affette da questa patologia non sappia di esserlo.

"La visita specialistica eseguita dal medico oculista", spiega Matteo Piovella, presidente della SOI "è lo strumento più efficace ed affidabile per diagnosticare malattie insidiose come il glaucoma: s’inizia con una visita oculistica dopo i 40 anni, mantenendola a cadenza biennale fino ai 60, per tornare poi alla scadenza annuale".

Attenzione, però: il controllo oculistico deve comprendere anche la misurazione della pressione oculare.

La Settimana Mondiale del Glaucoma 2019

Le iniziative della Settimana Mondiale del Glaucoma comprendono migliaia di visite oculistiche gratuite in tutto il territorio nazionale.

"Questa campagna vuole affermare la centralità della vista, che è un senso meraviglioso, e la necessità di ricevere la giusta priorità sia a livello di sanità pubblica che di abitudini personali", spiega il presidente di IAPB Italia onlus, Giuseppe Catronovo.

"Per questo abbiamo creato, assieme a SOI e SIGLA, una sorta di task force che opererà sul territorio nazionale per sensibilizzare l’opinione pubblica e gli organi competenti per la tutela della salute visiva".

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito web www.settimanaglaucoma.it.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI