Sarcopenia: cos'è, cosa comporta (e come rallentarla)

Guida Guida

Nessuno ne è immune (purtroppo), ma rallentarla si può. Tutto sulla sarcopenia, un processo fisiologico che incide sulla massa muscolare.

Se pensate di poterla eviatare, purtroppo, vi sbagliate. Alla sarcopenia non si sfugge, perché va di pari passo con l'invecchiamento. Ma "rallentarla" si può.

Innanzitutto: "che cos'è la sarcopenia?". Con sarcopenia si intende la perdita della massa muscolare, fisiologica con l'avanzare dell'età, che può causare fatica, debolezza eccessiva, depressione, astenia o anedonia. Questo disturbo implica, quindi, un progressivo processo di invecchiamento del tessuto muscolare che ha inizio tendenzialmente tra i 40 e i 50 anni.

Foto:  Viacheslav Iakobchuk© 123RF.com

È un processo fisiologico che progredisce lentamente nei primi 10 anni dall’insorgenza, aggravandosi più rapidamente tra i 60 e i 70 anni. Nei casi più importanti, tuttavia, in un decennio si rischia di perdere anche l’8% del tessuto muscolare.

Il termine sarcopenia deriva dal greco antico e, più precisamente, nasce dalla fusione di sarx (ovvero muscolo) e penia (ovvero povertà). Letteralmente, quindi, indica l’impoverimento dei muscoli.

Le cause scatenanti della sarcopenia

Per cercare di individuare la causa scatenante di tale patologia sono sorte diverse teorie differenti. C’è chi sostiene che l’insorgenza vada attribuita alla riduzione dell’attivazione delle cellule satellite, ma c’è anche chi lega la comparsa della sarcopenia alla riduzione dei livelli ematici dell’ormone della crescita e del testosterone che si verifica con l’avanzare dell’età.

Diagnosi della sarcopenia

Questo disturbo è trasversale, ma sembra avere un impatto maggiore su soggetti sedentari e sovrappeso. Per formulare una diagnosi è sufficiente rivolgersi ad uno specialista che procederà ad effettuare un esame obiettivo e l’anamnesi.

Tuttavia, qualora esistano dei dubbi, il medico potrà consigliare di effettuare un esame radiografico mirato, (DEXA) da combinare ad un apposito test deambulatorio per stabilire il grado e il ritmo di avanzamento della patologia.

Sintomi della sarcopenia

Dal momento che la sarcopenia interessa il tessuto muscolare, i sintomi più frequenti sono atrofia muscolare, perdita di resistenza, debolezza, andatura rallentata e mancanza di equilibrio.

Come si cura la sarcopenia

Sebbene non sia possibile interrompere il fisiologico invecchiamento del corpo, attualmente esistono medicinali in grado di contrastare l’avanzamento del disturbo ai quali è bene associare un’alimentazione equilibrata.

>>>LEGGI ANCHE: Come rinforzare i muscoli della schiena con gli esercizi giusti

Via libera ad alimenti proteici come pesce magro, carni bianche e legumi da abbinare a frutta e verdura. Al contrario, va limitato il consumo di sodio, zuccheri e di alimenti eccessivamente grassi.

Foto di apertura: studiograndouest © 123RF.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI