Caviglie gonfie: cause, rimedi (e quando preoccuparsi)

Guida Guida

Le caviglie gonfie sono un disturbo molto frequente soprattutto durante la gravidanza o in età avanzata. Sono molti i rimedi naturali che alleviano il gonfiore, ma quando il problema persiste è bene consultare il medico. 

Le caviglie gonfie sono un disturbo molto frequente soprattutto durante la gravidanza o in età avanzata. Sono molti i rimedi naturali che alleviano il gonfiore, ma quando il problema persiste è bene consultare il medico. 
Ti potrebbero interessare

Le caviglie gonfie sono un problema piuttosto comune e diffuso in persone di età avanzata o in sovrappeso, ma anche in gravidanza o in presenza di problemi alle vene. Tuttavia, in molti casi questo disturbo non deve destare particolare preoccupazione: è normale, ad esempio, avere le caviglie gonfie con l’arrivo del caldo o se si trascorrono molte ore in piedi o seduti alla scrivania. Alla base del gonfiore, infatti, c'è un accumulo di liquido che ristagna a causa della cosiddetta ritenzione idrica. E il fenomeno che ne consegue può essere associato ai piedi gonfi o coinvolgere anche altri parti degli arti inferiori come i polpacci e le cosce.

Le cause delle caviglie gonfie 

Foto: konstantynov-123RF

Le caviglie gonfie possono essere causate da una molteplicità di fattori: alcuni sono fisiologici, altri possono sottendere patologie più importanti.

Il gonfiore si può accentuare se si è stati in piedi tutto il giorno, ma anche dopo ore di immobilità prolungata.

Inoltre, il disturbo può essere causato dall’assunzione di alcuni farmaci o da cure ormonali, oppure può manifestarsi durante il ciclo mestruale o la menopausa.

Malattie associate alle caviglie gonfie 

Tuttavia, le caviglie gonfie possono essere anche un “campanello d’allarme” per qualche patologia più importante. Se il gonfiore persiste per diversi giorni o tende ad accentuarsi, è bene consultare il proprio medico di fiducia per un parere professionale. Un gonfiore localizzato di questo tipo può essere un primo sintomo di malattie cardiovascolari, scompenso cardiaco oppure di insufficienza renale o epatica. Nei casi più importanti, inoltre, può essere anche una manifestazione di gravi patologie quali ad esempio cirrosi biliare, embolia, tromboflebite o trombosi venosa profonda.

Caviglie gonfie: tutti i rimedi

L’automassaggio è un primo metodo drenante fai da te che offre sollievo immediato al gonfiore delle caviglie. Per stimolare i vasi linfatici e aiutare la circolazione è utile esercitare una leggera e graduale pressione con i polpastrelli in corrispondenza del tendine d'Achille, risalendo lentamente fino a raggiungere le ginocchia.

Per quel che concerne l’alimentazione, inoltre, via libera ad alimenti ricchi di vitamina C e a cibi che stimolano la diuresi e permettono di sgonfiare e dimagrire le caviglie. Ben vengano, quindi, agrumi, ananas, kiwi, cetrioli, pomodori, peperoni, cavolfiori, anguria, mirtilli, sedano e finocchi.

I rimedi fitoterapici sono anch’essi preziosi alleati naturali per sgonfiare gambe e caviglie. La Centella asiatica, ad esempio, è impiegata fin dall’antichità per trattare vene, cellulite e crampi. Il Pungitopo, al contrario, è un valido diuretico e antinfiammatorio, mentre la Pilosella è particolarmente indicata per contrastare la ritenzione idrica. Un ultimo consiglio, infine, è quello di bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno. In alternativa si possono consumare anche tisane drenanti e linfatiche come quelle a base di Betulla o Tarassaco.

Foto apertura:comzeal-123RF

Salute e benessere
SEGUICI