Medicina estetica, dagli esperti il decalogo sull'uso del botulino

Guida Guida

Le applicazioni del botulino vengono spesso confuse con quelle dei filler: scopri il decalogo sull'uso corretto della tossina botulinica!

Le iniezioni a base di botulino sono fra le soluzioni più ambite da chi vuole eliminare i segni lasciati sul viso dallo scorrere del tempo. Spesso, però, viene fatta molta confusione sugli usi e sui rischi associati al suo impiego.

Quando si parla di 'punturine' si tende a fare di tutta l'erba un fascio, senza fare distinzione tra filler e botulino”, spiega Massimo Signorini, presidente dell'Associazione Italiana Terapia Estetica Botulino (Aiteb).

Quando per esempio si parla di labbra o zigomi, il riferimento sono i filler, non certo il botulino che non viene utilizzato per trattare queste zone”.

Per fare chiarezza sull'uso e sugli effetti del botulino l'Aiteb ha messo a punto un vero e proprio decalogo

Ecco quali sono le caratteristiche del trattamento estetico più praticato al mondo:

  • L'uso del botulino dona un'espressione rilassata, non rigida. Se utilizzata correttamente da professionisti la tossina botulinica dona al volto un aspetto naturale e riposato
  • Non è vero che la tossina botulinica paralizza i muscoli. Al contrario, la sua azione è rilassante e distende i muscoli interferendo con il rilascio delle sostanze che trasferiscono l'impulso motorio dai nervi ai muscoli. Questa azione provoca una distensione della pelle e, di conseguenza, delle rughe.
  • La tossina botulinica non causa dipendenza fisica. A dimostrarlo sono veri e propri studi scientifici
  • “Botox” è solo il nome commerciale di una delle formulazioni della tossina botulinica disponibile negli Stati Uniti, prodotta da Allergan e distribuita in Italia con il nome Vistabex. Altri due produttori autorizzati sono l'inglese Ipsen, il cui prodotto è Azzalure, e la tedesca Merz, che produce il Bocouture
  • Il botulino non ha effetti collaterali gravi, anzi. Se viene eseguito correttamente è caratterizzato dalla minore percentuale di effetti collaterali o complicanze in medicina estetica. Inoltre nella letteratura scientifica non sono noti caso di complicanze definitive
  • Gli effetti del botulino non sono permanenti, ma durano dai 4 ai 6 mesi, dopo i quali i nervi riprendono a funzionare senza riportare alcun danno
  • Il botulino non viene utilizzato su labbra e zigomi, se non raramente. Il suo impiego principale è nell'ambito del ringiovanimento della parte superiore del volto, in particolare la fronte
  • La tossina botulinica è un farmaco, mentre i filler sono classificati e regolamentati come dispositivi medici. Per questo il botulino può essere utilizzato anche per trattare patologie specifiche ed è sottoposto ad autorizzazione da parte degli enti statali che si occupano della tutela della salute. Ciò richiede l'esistenza di numerosi studi sulla sua efficacia e sulla sua sicurezza
  • Essendo una tossina, a dosaggi elevati il botulino può danneggiare l'organismo. Per questo è importante somministrarne una dose adeguata tenendo conto che se è vero che dosaggi bassi non assicurano l'effetto desiderato, dosi eccessive (30 flaconi) possono essere dannose
  • E' importante affidarsi sempre alle mani di professionisti certificati


Foto: © WavebreakmediaMicro - Fotolia.com

Botulino contro le zampe di gallina

Recentemente l'Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) ha esteso le indicazioni terapeutiche della tossina botulinica alle zampe di gallina di entità da moderata a grave. Questo impiego si aggiunge a quello delle rughe glabellari, ossia quelle che si possono formare fra le sopracciglia

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI