Corpo e mente

Tipi di yoga, qual è il più adatto a te? Guida alla scelta

Contrariamente a quanto si pensi, il mondo dello yoga è estremamente variegato: ecco come scegliere la pratica più adatta.

Contrariamente a quanto si pensi, il mondo dello yoga è estremamente variegato: ecco come scegliere la pratica più adatta.

Yoga che passione! I tipi di pratica che è possibile fare oggi sono tanti e diversi, a seconda che si preferisca una lezione più rilassante o una più dinamica.

Negli ultimi anni sono molti ad avere iniziato ad appassionarsi a questa disciplina di origine orientale, i cui effetti positivi sono indubbi.

I benefici dello yoga, infatti, interessano non solo la sfera psichica, ma anche quella fisica. Ecco come scegliere quello più adatto al proprio corpo e alle proprie inclinazioni.

Come scegliere il tipo di yoga per te 

Il mondo dello yoga è tanto affascinante quanto variegato: come destreggiarsi nella scelta di quello più adatto alle proprie esigenze, quindi?

Il consiglio è sicuramente quello di fare un colloquio preliminare con l’insegnante, il quale saprà valutare quale sia il migliore per voi. O anche partecipare ad una lezione di prova, per capire sul piano pratico se si tratti di una tipologia nelle proprie corde.

Nel frattempo, ecco le caratteristiche dei tipi di yoga più comuni, per una decisione consapevole ed in perfetta linea con le proprie inclinazioni.

Discipline yoga: ecco le principali

Come anticipato, i tipi di yoga sono diversi: alcuni sono più adatti per i principianti, altri per chi abbia raggiunto un livello di pratica alto.

Alcuni puntano l’attenzione sulle posizioni, altri sui movimenti, altri ancora sulla respirazione. Ecco i più comuni.

Hatha Yoga: il più diffuso in occidente

Iniziamo da una disciplina perfetta per chi si stia avvicinando adesso alla pratica: l’hatha yoga si basa su asana semplici eseguite con calma e scandite da una respirazione profonda e da un effettivo rilassamento.

Ashtanga Yoga, intenso e fisico 

Si tratta di uno yoga tradizionale composto da 6 serie, ognuna delle quali è caratterizzata da un livello di difficoltà crescente, che iniziano con il saluto al sole.

Non è semplice riuscire ad eseguire la sequenza completa fin dall’inizio, ma si tratta della disciplina adatta a chi cerca anche un intenso esercizio fisico.

Bikram yoga o hot yoga, che sfrutta il calore 

Ideato da Bikram Choudhury, specialista dello yoga, questa tipologia viene effettuata all’interno di una sala calda, la cui temperatura oscilla tra i 35 ed i 42 gradi (da qui l’altro suo nome).

Il bikram yoga comprende 26 sequenze ed ha una durata di 90 minuti al massimo.

Power Yoga, la pratica più dinamica 

Tra i tipi di yoga per dimagrire, il power è la “variante” adatta a chi è interessato prevalentemente all’aspetto fisico della disciplina, a chi vuole perdere peso o tenersi in forma.

Molto in voga in America, si ispira all’Ashtanga Yoga, ma in questo caso le posizioni non sono fisse. Probabilmente è poco indicato per chi non abbia una buona resistenza fisica o soffra di mal di schiena (tra le poche controindicazioni dello yoga).

Vinyasa Yoga, trova il tuo flow 

Il vinyasa si differenzia dalle altre tipologie in quanto ha sempre uno scopo. Il termine identifica uno stile di yoga fluido ed in continuo movimento scandito dal respiro in ogni sua fase.

Vinyasa significa letteralmente “il fluire delle cose”.

Kundalini yoga, lo yoga del benessere sessuale 

Tra i più particolari, il kundalini yoga è lo yoga che ha come scopo quella di risvegliare il Kundalini, termine con il quale si identifica un’energia non tangibile collocata alla base della colonna.

Una curiosità riguarda i partecipanti, che per loro scelta decidono di effettuare la pratica vestiti di bianco, colore che suggerisce il concetto di espansione ed inspirazione.

Yin Yoga, una disciplina (molto) lenta e profonda 

E non possiamo che chiudere con lo Yin yoga, una disciplina lenta e dolce, che prevede di mantenere delle posizioni statiche in maniera rilassata. Per tale motivo è indicato per tutte le età.

Foto apertura: Aleksandr Davydov - 123RF