Preliminari: cosa sono, perché sono importanti, come si fanno, i segreti per farlo impazzire

Guida Guida

Perché i preliminari sono indispensabili in un rapporto sessuale e come praticarli al meglio.  

Perché i preliminari sono indispensabili in un rapporto sessuale e come praticarli al meglio.  
Ti potrebbero interessare

I preliminari nel sesso sono un po’ come il sale nella pasta: se mancano il risultato è scadente. Sono in molti a pensare che i preliminari siano necessari solo quando si fa sesso per la prima volta, ma non è affatto così. Cosa si intende con l’espressione preliminari sessuali? E quali sono quelli da mettere in pratica per eccitare un uomo? Di seguito esploreremo alcuni trucchi salva preliminare che renderanno ancora più piacevoli i rapporti sessuali.

Cosa sono i preliminari

Foto: Vasyl Dolmatov-123RF

I preliminari sessuali comprendono tutti quei gesti che due partner si scambiano prima di arrivare al rapporto sessuale vero e proprio, ovvero alla penetrazione. Si può trattare di semplici baci e carezze, ma anche di massaggi a tutte le zone del corpo, che hanno la funzione di aumentare l’eccitazione e di rendere l’amplesso ancora più stimolante. I preliminari non si basano necessariamente sul contatto fisico: anche gli altri sensi possono infatti essere stimolati, in particolar modo la vista. Cosa potrebbe piacere quindi ai due partner? 
Kamasutra per lui: uno spogliarello sexy, per esempio, potrebbe essere un ottimo preliminare per aumentare l’eccitazione dell’uomo.
Kamasutra per lei: la donna potrebbe essere stimolata con baci sensuali in prossimità dei genitali, che contribuirebbero a farne aumentare la naturale lubrificazione.

Perché i preliminari sono importanti nel sesso

I preliminari sono un momento molto intimo, che infatti di solito manca nei rapporti che si basano esclusivamente sul sesso. Si tratta di una fase che crea maggiore intesa e unione tra i due partner, e permette di conoscere meglio il corpo dell’altro. Posto che il nostro corpo è una grandissima mappa erogena, ci sono punti che per alcuni sono più sensibili e per altri meno: i preliminari servono proprio a individuare i punti erogeni più eccitanti per l’altro e imparare a stimolarli per raggiungere un livello di godimento ancora più elevato.

Foto: Volodymyr Tverdokhlib-123RF

Come fare i preliminari: tutti i segreti

I preliminari partono in genere da un livello molto soft: si inizia con baci e carezze leggere sul viso, sulla testa, sui lobi per poi spostarsi verso altre parti del corpo, come la schiena, la pancia, le cosce, il collo, il seno, le natiche. I preliminari continuano poi con la stimolazione delle parti intime e possono sfociare nella masturbazione reciproca, per esempio con la posizione del 69. Hanno, in pratica, la funzione di far raggiungere la massima erezione all’uomo e una lubrificazione ottimale alla donna, che potrà comunque essere ancor più amplificata tramite l’utilizzo di un lubrificante artificiale.

Preliminari per lui e per lei: consigli pratici

Le donne apprezzano tantissimo i preliminari perché riescono a rilassarsi e a trovare le condizioni necessarie per poter raggiungere l’orgasmo più facilmente. Quindi si consiglia di non saltare questo passaggio se si vuole far godere al meglio la propria partner sessuale. A molte donne piace molto il dirty talking: anche questa pratica rientra tra i preliminari che possono far eccitare parecchio la donna, specialmente quando lui ha anche una bella voce profonda. Checché se ne dica, pure l’uomo può essere stupito durante i preliminari: per non rovinare tutto, sarebbe meglio evitare di toccarlo proprio dove non gli piace, ma per esempio si può far attivare uno dei sensi che lo fa eccitare di più, ovvero la vista. Indossate un bel paio di autoreggenti velate… e l’erezione è servita.

Foto apertura: arturkurjan-123RF

Amore e coppia
SEGUICI