Altri animali
Altri animali

Tutto sul panda rosso: dove vive, quanto è grande e cosa mangia

Piccolo animale che vive tra le montagne dell’Himalaya, il panda rosso o panda minore non è imparentato con il più conosciuto panda gigante.
 

Piccolo animale che vive tra le montagne dell’Himalaya, il panda rosso o panda minore non è imparentato con il più conosciuto panda gigante.
 

Stai cercando informazioni sul panda rosso?

Sei capitato nel posto giusto perché stiamo per scoprire le caratteristiche di questo mammifero, conosciuto anche col nome di volpe di fuoco.

Ma prima di scoprire di più su questo animale, cominciamo col fare una doverosa premessa: il panda rosso o panda minore (Ailurus fulgens) non ha nulla a che vedere con il tenero e goffo panda gigante: al contrario di quest'ultimo, infatti,  è un mammifero dell'ordine dei carnivori ed è il solo rappresentante rimasto della famiglia Ailuridae.

Di recente questa specie è tornata a far parlare di sé, complice anche il simpatico personaggio dei cartoni Meilin "Mei" Lee che quando si agita troppo si trasforma in un panda rosso di grandi dimensioni.

Le caratteristiche del panda rosso

A dispetto di quel che si possa pensare, il panda rosso non è caratterizzato da dimensioni notevoli. Anzi, è piuttosto piccolo e la sua grandezza può raggiungere quella di un gatto domestico. Da qui nasce il soprannome di panda nano.

L'altezza del panda rosso (o meglio, la sua lunghezza) va dai 50 a 64 cm, mentre la coda è lunga dai 28 ai 59 cm. Per quanto riguarda il peso, invece, gli esemplari di sesso maschile possono arrivare ai 6 kg, mentre le femmine tendono ad avere dimensioni ancor più contenute.

Dotato di una lunga coda folta con sei anelli di colore rosso o ocra, questo piccolo orsetto rosso ha una testa rotonda, con un naso nero, orecchie ritte e macchie bianche che lo fanno sembrare un procione. Qui sotto trovi una foto del panda rosso che ti aiuterà a fare la conoscenza di questo piccolo mammifero.

panda rosso su albero

Foto © waitandshoot / 123rf

Carattere del panda rosso

Il carattere del panda rosso è molto particolare. Si tratta di un animale tendenzialmente molto solitario, che vive soprattutto di notte, fatto salvo nei periodi di accoppiamento dove il maschio va in cerca di una compagna con la quale riprodursi.

Come molti animali pigri, la specie di panda rosso è arboricola. Questo significa che il suo osso del polso è talmente sviluppato da sembrare un pollice, consentendogli di afferrarsi agli alberi con facilità per dormire a penzoloni com'è di sua abitudine durante il giorno.

Di fatto, è un animale molto timido e raramente ha un comportamento aggressivo nei confronti degli esseri umani o di altre specie.

Riproduzione del panda rosso

Come già anticipato, il panda rosso tende a vivere in solitaria. Unico momento in cui il maschio cerca la compagnia della femmina è durante il periodo dell'accoppiamento che, in linea di massima, va da gennaio a marzo.

Il periodo di gestazione dura 132 giorni e le madri partoriscono di media dai 2 ai 4 cuccioli di panda rosso, che raggiungono la propria maturità sessuale intorno ai due anni, diventando così completamente indipendenti e pronti a trascorrere la propria vita in solitaria.

Cosa mangia il panda rosso 

In cosa consiste l'alimentazione del panda rosso?

Siamo di fronte a una caratteristica peculiare della specie: pur essendo annoverato fra gli animali carnivori, infatti, questo piccolo mammifero si nutre in prevalenza di vegetali come bambù, frutta, foglie, bacche, funghi e radici.

Solo occasionalmente si nutre di insetti e piccoli vertebrati come roditori o uccelli, oltre che di uova di animali che di solito ruba dai nidi.

Dove vive il panda rosso: l'habitat

Ma dove vive il panda rosso?

L'habitat naturale del piccolo mammifero è rappresentato dalle foreste temperate dell’Himalaya e dall’area collinare compresa tra il Nepal occidentale e la catena montuosa di Qinling nello Shaanxi in Cina. Presente in Tibet, Birmania, India, Bhutan e Cina, questo animaletto è invece considerato estinto nelle province cinesi Guizhou, Gansu, Shaanxi e Qinghai.

Il panda rosso vive tra i 2200 e i 4800 metri di altezza, nelle zone dove le temperature sono moderate e comprese tra i 10 e i 35 °C. Le aree predilette sono quelle montuose con foreste sia di conifere sia di piante caducifoglie con sottobosco ricco di bambù.

Quante specie di panda rosso esistono?

Di panda rosso vengono riconosciute due sottospecie, anche se uno studio ha suggerito che queste dovrebbero essere considerate vere e proprie specie separate:

  • il panda rosso himalayano, che vive nella parte occidentale dell'areale, quindi in Nepal, Assam, Sikkim e Bhutan,
  • il panda rosso cinese, leggermente più grande del panda rosso himalayano, che vive nel nord del Myanmar e nel sud della Cina.

Il panda rosso cinese, oltre a differire leggermente per dimensioni rispetto a quello himalayano, ha un colore leggermente più scuro.

A fungere da confine naturale tra le due sottospecie troviamo il fiume Brahmaputra, che sta ad indicare dove inizia o termina l'areale di una o dell'altra specie.

Differenze con il panda gigante

Tra il panda rosso e il panda gigante ci sono alcune similitudini, così come delle importanti differenze. Tra le cose che accomunano queste due specie, tra loro imparentate, troviamo sicuramente l'alimentazione, composta prevalentemente da piante con una predilizione per il bambù, e l'habitat naturale, ovvero le foreste a clima temperato in Asia centro orientale. Va però notato che il panda rosso ha una distribuzione molto più vasta rispetto a quella del panda gigante.

Al contrario, tra le cose che più allontanano il panda nano dal panda gigante troviamo il colore della pelliccia e le dimensioni.

Quanto costa un panda rosso?

Su Instagram impazzano gli scatti di panda rossi super-pucciosi. D'altra parte, poiché le sue dimensioni sono equiparabili a quelle di un gatto, potrebbe venire in mente che sarebbe splendido adottarne uno come animale domestico.

Ecco, dissipiamo subito questo dubbio: il panda rosso non è un animale da appartamento. Si tratta di una specie selvatica, solitaria e molto timida. Inoltre, quando disturbato, il panda nano può emanare un odore estremamente sgradevole, derivante dalle sue ghiandole anali, che altro non è che un metodo di difesa contro i predatori.

Come adottare un panda rosso

Compreso che questo grazioso animaletto non è affatto adatto alla vita d'appartamento, esiste un altro modo per adottare un panda rosso. Per esempio, il Parco Natura Viva di Bussolengo, in provincia di Verona, sostiene l'attività del Red Panda Network per la conservazione in natura di questa specie e consente anche l'adozione a distanza, con un piccolo contributo, degli esemplari presenti in cattività.

Un'iniziativa simile arriva anche dal Giardino Zoologico di Pistoia che consente di effettuare tre tipologie di adozioni: Silver, Gold e Platinum.

Il panda rosso, specie a rischio estinzione

Animale piuttosto solitario e schivo, il panda rosso è una delle specie animali in via di estinzione a causa della deforestazione e dei fenomeni di bracconaggio. Secondo la lista rossa dell'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura, questo piccolo orsetto rosso è classificato come minacciato, quindi in pericolo di estinzione.

Attualmente si stima che la popolazione totale di panda rossi in natura ammonti ad appena 2.500 esemplari adulti.