Drink e Cocktail

Tutti pazzi per il Bubble Tea: la bevanda pop che viene da Taiwan

Tè, latte e sfere di tapioca: dall’Asia arriva il nuovo tormentone da street food, da scoprire nelle China Town occidentali.

Tè, latte e sfere di tapioca: dall’Asia arriva il nuovo tormentone da street food, da scoprire nelle China Town occidentali.

Il nuovo food trend? Si chiama Bubble Tea e arriva da Taiwan, ma spopola da qualche tempo in tutte le China Town occidentali. Si tratta di un bicchierone contenente un liquido bianco e strane palline colorate depositate sul fondo, da risucchiare con una cannuccia extralarge.

Dall’Asia, dove si è imposto come un fenomeno di massa con tanto di catene dedicate tipo Starbucks, è arrivato anche da noi e basta passeggiare per le strade di via Paolo Sarpi a Milano per rendersene conto.

Il Bubble Tea, versione inglese di “boba” (parola slang taiwanese che indica le perle di tapioca) contiene una base di tè verde o tè nero mescolato con sciroppo di frutta a scelta ed eventualmente con il latte: dolcezza all'ennesima potenza, ma divertente da provare, a patto di non essere gourmand di stretta osservanza.

Ognuno può decidere al momento, al bancone, che tipo di Bubble Tea preferisce: una volta indicati gli ingredienti, si frulla tutto in uno shaker e il beverone è quasi pronto. Il tocco finale lo danno le cosiddette perle ti tapioca, realizzate a partire da una particolare lavorazione della tapioca: queste  si depositano sul fondo del bicchiere per poi essere risucchiate da una cannuccia gigante.

Questa è la base, ma di varianti ce ne sono tantissime, come quelle che vogliono yogurt o gelato al posto del latte o sferette di gelatina di frutta (in pratica orsetti gommosi a forma di pallina) al posto di quelle di tapioca.

Foto: www.fujiepicentre.com