Dolci

Red Velvet, la ricetta originale della torta americana

  • Difficoltà

    facile

  • Categoria

    Dolci

  • Porzioni

    8

  • Tempo preparazione

    60 min

  • Tempo cottura

    30 min

  • Tempo totale

    90 min

  • Cucina

    Americana

  • Cottura

    Forno

Tutto sulla red velvet, l'originale e popolare torta americana dalla consistenza irresistibilmente vellutata, perfetta per San Valentino.

Tutto sulla red velvet, l'originale e popolare torta americana dalla consistenza irresistibilmente vellutata, perfetta per San Valentino.

Torta rossa per eccellenza, la red velvet è uno di quei dolci americani che tanto ci piace preparare in casa. Come resistere, del resto, a questa vellutata delizia intervallata da una deliziosa quanto ricca crema di formaggio? Fiore all'occhiello delle nostre occasioni più importanti, ecco tutto che dovremmo sapere a riguardo, varianti comprese.

Le origini della Red Velvet

Nonotante sia parecchio apprezzata ai giorni nostri, la red velvet ha un’origine molto più lontana, che risale al 1800. Già a quell’epoca, infatti, venivano realizzati dei dessert - più simili a pani dolci - con l’aggiunta del cacao al fine di “ammorbidire” la farina e rendere la consistenza più vellutata. Non a caso, in tale periodo storico, un dolce molto in voga era la Devil's Food Cake, torta al cioccolato e caffè. E l'origine del colore rosso non è poi molto lontana da quest'ultima.

La storia del suo colore rosso

Anni dopo, quando durante la seconda guerra mondiale parecchi ingredienti vennero razionati, alcuni fornai iniziarono ad aggiungere il succo di barbabietola alle loro torte regalando a queste, così, una particolare colorazione rossa. Colore che, tuttavia, secondo un’altra tesi sarebbe dovuto alla reazione chimica tra il cacao (vedi Devil's Food Cake), il bicarbonato di sodio e il latticello.

Da San Valentino a Capodanno, una torta per tutte le occasioni

Non stupisce che la red velvet sia il dolce perfetto da portare in tavola nelle ricorrenze più romantiche dal giorno di San Valentino o degli anniversari di matrimonio, fino alle occasioni nelle quali il colore rosso impera, Capodanno o le feste di laurea, ad esempio. Il dolce è talmente invitante, tuttavia, che non c’è bisogno di aspettare un momento prestabilito per prepararlo.

Come fare la Red Velvet a casa

Se amate le torte americane alte seguite questa ricetta che prevede rigorosamente il latticello, ingrediente indispensabile per ottenere un impasto morbido ed umido, nonché per fare lievitare correttamente il tutto agendo in combinazione con il bicarbonato. Se lo avete in casa, potete tranquillamente preparare la red velvet, eventualmente optando per la ricetta con il Bimby.

Ingredienti

  • 360 gr di farina per dolci
  • 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 2 cucchiai di cacao amaro in polvere
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 115 gr di burro a temperatura ambiente (per la torta)
  • 300 gr di zucchero semolato
  • 240 ml di olio di semi
  • 4 uova
  • 1 cucchiaio di estratto di vaniglia
  • 1 cucchiaino di aceto bianco
  • colorante alimentare rosso in gel
  • 240 ml di latticello a temperatura ambiente
  • 450 gr di formaggio cremoso a temperatura ambiente
  • 170 gr di burro a temperatura ambiente (per la crema)
  • 650 gr di zucchero a velo
  • 1 cucchiaino e mezzo di estratto di vaniglia puro
  • 1 pizzico di sale

Ricetta della red velvet

  1. Ungete di olio ed infarinate due tortiere tonde da circa 22-24 cm di diametro. Preparate la torta: mescolate la farina, il bicarbonato di sodio, il cacao in polvere e il sale in una grande ciotola. Tenete da parte.
  2. Lavorate insieme il burro e lo zucchero semolato con uno sbattitore elettrico a velocità medio-alta per circa 1 minuto. Unite l'olio, i tuorli, l'estratto di vaniglia e l'aceto, e amalgamate ancora per 2 minuti.
  3. Unite gradualmente - lavorando a bassa velocità - gli ingredienti secchi tenuti da parte alternandoli al latticello. Unite quindi il colorante alimentare in gel fino al raggiungimento del colore desiderato.
  4. Montate a neve gli albumi con un pizzico di sale ed incorporateli delicatamente al composto precedente.
  5. Dividete l’impasto nelle due teglie ed infornate a 170°C per circa 30 minuti. Fate raffreddare completamente le torte.
  6. Nel frattempo preparate la crema: lavorate il formaggio e il burro a velocità medio-alta fino a quando avrete ottenuto un composto liscio.
  7. Unite alla fine lo zucchero a velo, l'estratto di vaniglia e un pizzico di sale
  8. Assemblate e glassate la red velvet. Ponete uno dei due dischi su un piatto da portata e copritelo con uno strato spesso di crema.
  9. Posizionate sopra anche l’altro e distribuite la glassa rimanente su tutta la parte superiore e sui lati. Livellate il tutto con un raschietto.
  10. Mettete in frigo per almeno un’ora prima di tagliarla a fette.

Varianti della Red Velvet

La red velvet è talmente conosciuta da essere stata declinata, negli anni, in una serie di varianti perfette per accontentare le diverse esigenze. Dal rotolo alla cheesecake, scopriamo le più popolari.

Rotolo

Una variante di successo è quella del rotolo red velvet, che si ottiene preparando un pan di spagna soffice, basso e rettangolare e farcendolo con la crema di formaggio prima di arrotolarlo.

Cupcakes

Bellissimi sono anche i red velvet cupcakes che, invece, si preparano nei classici stampini da muffin e si decorano una volta tirati fuori dal forno nelle maniere più fantasiose divenendo irresistibili.

Naked 

La naked cake è diventata, negli ultimi anni, una delle basi più utilizzate in pasticceria: la versione red velvet vuole un pan di spagna colorato rigorosamente di rosso e pronto da arricchire con decori semplici, essenziali ma estremamente eleganti.

Cheesecake 

E per finire non poteva mancare la cheesecake, dolce americano per eccellenza. Quella red velvet ha una base di biscotti, una farcia rossa ed una copertura di crema di formaggio. Il risultato? Si può bene immaginare.

Foto apertura: Olga Yastremska - 123RF