10 cose che scoprirai dopo essere diventato papà

Classifica Classifica

Ansie, dubbi, timori, ma anche amore e felicità mai sperimentati prima: ecco cosa aspettarsi quando si è in procinto di diventare papà.

Diventare papà è un’esperienza unica nella vita, soprattutto quando si diventa papà per la prima volta. L’arrivo di un figlio, che si tratti di un figlio tanto cercato o desiderato o di un figlio non voluto inizialmente, ma arrivato e diventato ogni giorno più importante, segna un cambiamento epocale nell’esistenza di una coppia. E anche se poco di parla di uomo e gravidanza, è bene tenere a mente che non è solo la mamma ad andare incontro a una rivoluzione, ma anche il papà si appresta ad affrontare un profondo cambiamento

Diventare papà: ecco 10 cose che scopre ogni uomo alle prese con la paternità

Le mamme vivono l'arrivo di un bambino in modo molto diverso dai papà, che osservano dall'esterno il progredire della gravidanza. E' la nascita a rappresentare la prova inconfutabile di essere diventati padri. E, con la paternità, molte cose cambiano. Ogni uomo fa delle scoperte capaci di rivoluzionare la sua vita e, anche se a volte ci si sente (soprattutto all'inizio) dei papà in crisi di nervi.E allora andiamo a subito a scoprire gli 10 aspetti della parternità che scoprirai solo dopo aver tenuto il tuo pargolo tra le braccia. 

 

1. L’istinto paterno

Si parla tanto di istinto materno, ma anche quello paterno è fortissimo. L’arrivo di un bambino risveglia emozioni intensissime, totalizzanti, e il rapporto che si sviluppa con il figlio è diverso e complementare rispetto a quello tra mamma e figlio. E' un legame per la vita, che va custodito e alimentato giorno per giorno.

2. L’insicurezza dell'essere genitori

Dal tenere il neonato in braccio al cambiargli il pannolino, anche l’uomo più sicuro di sé si ritrova a fare i conti con le insicurezza legate alla responsabilità nel doversi occupare di un essere così piccolo, fragile e prezioso. Nessuna paura, dunque, se il sentimento iniziale è l’inadeguatezza e la frustrazione: con il passare dei giorni molte cose diventeranno naturali, altrettante si impareranno  strada facendo.

3. La paura del cambiamento

Anche questo sentimento è strettamente legato all’insicurezza: i timori sono tanti, e passano dal sentirsi inadeguato al non capire le esigenze del proprio bambini, sino alla paura che la coppia non tornerà più quella di prima. E in effetti non succederà, ma non è necessariamente un male, anzi: da coppia, si è passati all’essere una famiglia.

4. Nascono nuovi bisogni

Che si tratti del bisogno di essere ascoltato e capito a quello di sentirsi utile, il neopapà scoprirà di avere bisogno di moltissime cose di cui prima non sospettava neppure l’esistenza. Alcune le troverà nel proprio bimbo, altre le cercherò nella sua compagna.

5. La stanchezza dell'essere papà

Anche se al proprio fianco si ha una compagna presente e che inizialmente fa la mamma a tempo pieno, avere un neonato in casa significa rinunciare a preziose ore di sonno, soprattutto durante i primi anni di vita. La stanchezza, quindi, sarà una costante nella vita di entrambi i genitori. Meglio farci l'abitudine, con la certezza che le cose non potranno che migliorare.

6. Il desiderio sessuale

Capita spesso che l’arrivo di un figlio segni, per il neopapà, anche un ritorno del desiderio che potrebbe essersi sopito nel corso dei 9 mesi di gravidanza. Si tratta però di una fase delicata, che la coppia deve affrontare comunicando e confidando all’altro i propri desideri e le proprie paure.

7. La vulnerabilità

Soprattutto per gli uomini che hanno uno spiccato istinto di protezione, sarà una vera sorpresa sentirsi insicuri, fragili e vulnerabili per il poco sonno, la rivoluzione in atto nella proprio quotidianità e le incertezze. La vulnerabilità, però, non deve spaventare: va benissimo fare domande, chiedere aiuto ai propri genitori, appoggiarsi alla compagna in cerca di supporto.

8. Il senso di solitudine

Sentirsi soli e messi da parte è una sensazione che molti neopapà si ritrovano a provare: le attenzioni della compagna sono tutte sul nuovo arrivato, così come quelle degli amici (che, se single, tendono ad allontanarsi) e dei nonni. Niente paura: state costruendo una nuova famiglia, e gli inizi sono sempre complicati.

9. L’appagamento

Cambiare un pannolino correttamente, vedere il proprio bambino sorridere per la prima volta, alzarsi di notte e farlo addormentare sereno: riuscire in queste piccole, grandi imprese dà un senso di appagamento senza pari.

10. L’amore incondizionato

Poco sonno, stanchezza, irritazione, frustrazione: quando si stringe il proprio figlio tra le braccia tutto scompare, sostituito da un amore mai provato prima. L'amore incondizionato è il più bel regalo che la genitorialità porta con sé: godetevelo tutto.

Foto di apertura Jozef Polc © 123RF.com

Genitori e bambini
SEGUICI