5 consigli per far mangiare le verdure ai bambini

Classifica Classifica

Chi dice che verdure e bambini non possano convivere piacevolmente? Ecco 5 consigli per far mangiare la verdura anche al più esigente.

Bambini e verdura: un’antipatia diventata ormai mitologica ma che, come tutti i miti, prende ispirazione dalla realtà per raccontare una storia di finzione. Perché se è vero che le verdure restano per molti bambini acerrimi nemici - soprattutto per consistenze, odori e sapori - è altrettanto vero che molti altri le mangiano non per dovere, ma per piacere, e che ci sono molti modi per convincere anche i più reticenti a provare.

Basta mettere in pratica qualche “trucchetto”, e cavoli, carote, zucchine e broccoli diventeranno uno dei piatti preferiti dei più piccoli: ecco 5 consigli “rubati” agli esperti.

1. Puntare su ricette colorate e divertenti

Neppure un adulto sarebbe invogliato a mangiare una pietanza incolore e priva di “brio”, figuriamoci un bambino: quando preparate il pasto per il piccolo, sfruttate i colori allegri e vivaci delle verdure per rendere il piatto più appetitoso. Il verde dei piselli, l’arancione delle carote, il rosso dei pomodori: non spegnete i colori, anzi, puntate su quelli.

2. “Nascondere” le verdure in altre preparazioni

Sminuzzatele, tritatele, usatele come farcia: spesso l’ostacolo, con i bambini, è visivo, perché riconoscono le verdure, e se vogliono finiscono per scartarle. Se invece è inserita direttamente nella preparazione, in altre forme, può sfuggire a eventuali sguardi indagatori.

3. Abituarli sin da piccoli

I bambini piccoli non hanno ancora chiarissime le funzionalità del palato e come reagisce a diversi cibi e sapori, e abituarli sin da piccoli a mangiare le verdure, come se fosse una cosa totalmente naturale, è la mossa più lungimirante per prepararli a mangiare sano. Servitele come snack e come piatti principali, non solo come contorno.

4. Trasformare il pasto in un gioco

Se il momento del pasto è stressante per i genitori, complici i timori che i bambini non mangino il cibo, proprio i bambini assorbiranno la tensione e finiranno per fare i capricci, soprattutto per quanto riguarda la verdura. La missione non deve essere far finire tutto il piatto o tutte le verdure, ma spingere i bambini ad apprezzare il momento del pasto e ad assaporare con che ha nel piatto: ben vengano canzoncine, indovinelli per bambini e momenti di distensione legati al cibo e all’alimentazione.

5. Sfruttare la tecnologia

Un team di psicologi delle università di Aston, Loughborough e De Montfort ha recentemente firmato un’app, “Vegetable Math Masters”, che abbina a giochi matematici le verdure. Il sottotesto è che, stando ai loro studi, più i bambini entrano in contatto e hanno a che fare con le verdure, meno sono diffidenti. Dunque via libera a giochi e fiabe in cui le verdure sono protagoniste, lo diventeranno anche a tavola.

Genitori e bambini
SEGUICI