Manuel Agnelli: biografia, carriera e vita privata del leader degli Afterhours

Per la quarta volta giudice a X Factor, ha esordito nel mondo della musica 35 anni fa, diventando anche produttore discografico. Ecco le cose da sapere su di lui.

Ti potrebbero interessare

Abituato al palco, ha dimostrato di essere a suo agio anche dietro al bancone dei giudici: Manuel Agnelli torna a X Factor dopo un anno di assenza, sfidando Mika, Emma Marrone e Hell Raton nella ricerca del prossimo grande talento della musica italiana. Ecco le cose da sapere sul leader degli Afterhours.

Chi è Manuel Agnelli?

Manuel Agnelli nasce a Milano il 13 marzo 1966. Conosciuto come frontman e chitarrista degli Afterhours, rock band con cui ha pubblicato 11 album in studio, nel corso della carriera si afferma anche come personaggio televisivo e produttore discografico.

La carriera di Manuel Agnelli nella musica

Nasce come musicista, cresce come produttore e diventa una figura cardine dell'alternative rock italiano.

Gli Afterhours: gli esordi in inglese e la consacrazione in italiano 

La carriera musicale di Manuel Agnelli inizia nel 1985, quando insieme a Lorenzo Olgiati (basso) e Roberto Girardi (batteria) fonda gli Afterhours. L’esordio discografico avviene due anni dopo, con il 45 giri My Bit Boy, seguito nel 1988 dal primo album All the Good Children Go to Hell. La band, influenzata da Velvet Underground e Television, canta inizialmente in inglese, passando poi all’italiano solo in occasione del quarto album, Germi, pubblicato nel 1995. È la svolta che porta alla consacrazione: a distanza di due anni gli Afterhours incidono Hai paura del buio?, consideranto un capolavoro del rock alternativo anche grazie alla presenza di brani come Voglio una pelle splendida e Male di miele.

Apprezzati dalla critica e dal pubblico, nel 2006 intraprendono il primo tour in Stati Uniti e Canada, per un totale di 35 date e nel 2009 partecipano al Festival di Sanremo con Il paese è reale, aggiudicandosi il Premio della critica “Mia Martini”. L’ultimo album pubblicato dal gruppo è al momento Folfiri o Folfox, uscito nel 2016.

Manuel Agnelli discografico con la Vox Pop 

Agnelli si cimenta per la prima volta da produttore già nel 1989, quando è tra i fondatori dell’etichetta discografica Vox Pop, che in breve tempo diventa un punto di riferimento della musica indipendente italiana, producendo lavori di band come Prozac+, Mau Mau e Casino Royale, nonché appunto Afterhours. Archiviata l’esperienza di Vox Pop, Agnelli non si ferma: nel 2009 viene premiato come miglior produttore dell’anno dal Meeting delle Etichette Indipendenti per il progetto Il paese è reale, correlato al brano portato quell’anno a Sanremo.

Manuel Agnelli e il Tora! Tora! Festival 

Insieme alla casa discografica indipendente Mescal, nel 2001 lancia il Tora! Tora!, festival itinerante che riunisce il meglio della scena alternativa italiana: alle cinque edizioni della kermesse prendono parte più di cento artisti, con gli Afterhours presenti in tutte e 25 le tappe organizzate.

Da Mina a Daniele Silvestri: le collaborazioni di Manuel Agnelli

Nel corso della carriera Manuel Agnelli collabora con diversi colleghi. E non solo nelle vesti di produttore. Qualche esempio? Nel 2009 duetta con Mina in Adesso è facile, brano scritto proprio da Agnelli e inserito poi nell’album Facile della Tigre di Cremona, che già nel '97 aveva reinterpretato Dentro Marilyn, brano della band milanese. Nel 2017 ripropone in duetto con Carmen Consoli la canzone Bianca, traccia estratta dall'album degli Afterhours Non è per sempre, del 1999. Nel 2019 collabora con Daniele Silvestri e Rancore al singolo Argentovivo, pubblicato in occasione del 69esimo Festival di Sanremo. Tra gli artisti con cui ha occasione di lavorare figurano anche La Crus, Patty Pravo, Verdena e Scisma.

Manuel Agnelli in televisione

L'amore/odio e ancora amoer per X Factor e l'esperienza come conduttore in Rai, con Ossigeno: il rapporto di Manuel Agnelli con il piccolo schermo.
 

Giudice a X Factor dal 2016 al 2018 

Nel 2016 prende parte come giudice alla decima edizione di X Factor. Viene riconfermato anche nelle due successive. Saluta il talent show di Sky alla fine dell’edizione 2018, dopo tre partecipazioni ma senza una vittoria finale dei “suoi” concorrenti.

Manuel Agnelli e Ossigeno 

Tra il 2018 e il 2019 conduce per due stagioni il programma Ossigeno, trasmesso in seconda serata su Rai 3. Lo show propone un viaggio tra parola scritta e quella cantata, con ospiti chiamati a raccontarsi attraverso ricordi e musica.

Il ritorno a X Factor nel 2020 

Foto: X Factor Italia/Facebook

Il 2020 segna il grande ritorno di Manuel Agnelli a X Factor. A fargli compagnia dietro al bancone ci sono Mika, Emma Marrone e Hell Raton.

Curiosità su Manuel Agnelli 

  • Conosciuto come cantante e chitarrista rock, Agnelli ha studiato pianoforte classico al Conservatorio, senza mai diplomarsi: il suo compositore preferito è Chopin.
     
  • Tifoso dell’Inter, Manuel Agnelli da qualche tempo pratica sport con una certa assiduità. Ma non gioca a calcetto con gli amici: si dedica infatti al savate, sport da combattimento di origine francese che integra diversi tipi di arti marziali.
     
  • Manuel Agnelli, insieme agli altri membri degli Afterhours, ha interpretato lo storico gruppo degli Area nel film del 2004 Lavorare con lentezza, ambientato nella Bologna degli Anni ‘70.
     
  • Come ha raccontato in un’intervista la sua compagna, Manuel Agnelli ha colpito positivamente e dunque conquistato la suocera (anche) grazie alla lunga e folta capigliatura, suo vero marchio di fabbrica.

Vita privata 

Manuel Agnelli è molto riservato: non ha infatti nemmeno un proprio account Instagram. Ma sappiamo che vive poco fuori Milano con la famiglia, composta dalla moglie Francesca e dalla figlia Emma.

Foto apertura: LaPresse

Hobby e tempo libero
SEGUICI