Alimentazione

Yuzu, cos'è e come si usa: tutto sul superfood giapponese

Lo yuzu è un agrume giapponese miracoloso, tanto da essere considerato un superfood. Acidulo e aromatico è ideale per la preparazione di ricette dolci e salate, ingrediente amato dagli chef di tutto il mondo. 

Lo yuzu è un agrume giapponese miracoloso, tanto da essere considerato un superfood. Acidulo e aromatico è ideale per la preparazione di ricette dolci e salate, ingrediente amato dagli chef di tutto il mondo. 

Lo yuzu è un frutto esotico particolarmente acido e molto diffuso nei paesi asiatici. Tuttavia, grazie alle sue innumerevoli proprietà benefiche e al suo caratteristico sapore aromatico, negli ultimi anni questo agrume giapponese sta spopolando anche tra i rinomati cuochi occidentali.

Non a caso, tra le prime figure eccellenti che l’hanno importarlo in Europa figura lo chef francese Jerome Banctel, che ha fatto dello yuzu un ingrediente essenziale di molte sue ricette sia dolci che salate.

Che cos’è lo Yuzu? 

Lo yuzu è un agrume particolare, nato probabilmente da un incrocio tra il mandarino selvatico cinese e la varietà di limone Pepeda Ichang. Originario dell’Asia orientale, si pensa che circa duemila anni fa fosse già coltivato in Cina o in Tibet, salvo poi essere trapiantato in Giappone (dove tutt’ora viene coltivato soprattutto sull’isola di Shikoku).

Molto versatile in cucina, questo frutto simile al limone è rinomato e apprezzato per le sue innumerevoli proprietà benefiche e per il suo sapore acidulo e caratteristico.

Dalla pianta al frutto: caratteristiche dello Yuzu 

La pianta dello yuzu è molto robusta: viene coltivata vicino ai corsi d’acqua e può crescere anche con temperature particolarmente rigide. L’albero ha un’altezza contenuta ed è molto spinoso, le sue foglie sono grandi ed emanano un intenso profumo.

I fiori sono grandi e appariscenti, mentre i frutti raggiungono la piena maturazione in autunno e in inverno, ovvero nei mesi di ottobre, novembre e dicembre. Hanno una buccia irregolare, più o meno ruvida, forma globolosa e un colore giallo-verdastro.

yuzu agrume

Foto: contrail - 123.rf

Leggi anche: Umeboshi: le proprietà delle prugne giapponesi

Yuzu: proprietà organolettiche 

Una delle caratteristiche principali di questo agrume è il forte profumo, intenso e aromatico. Per questo è un frutto che viene consumato principalmente cotto (e non fresco).

Il succo di yuzu, invece, ricorda quello del limone, del mandarino e del pompelmo, sebbene nel complesso risulti più dolce e simile alla delicatezza delle clementine.

Le proprietà benefiche dello Yuzu

Le proprietà benefiche dello yuzu sono davvero tantissime: questo frutto, infatti, è un potente antiossidante naturale, ricco di vitamina C e polifenoli.

Parliamo di un superfood che è un vero toccasana per la salute perché aiuta a prevenire influenza, malattie respiratorie, tosse, mal di gola e raffreddore. Inoltre, queste caratteristiche lo rendono particolarmente indicato anche per essere utilizzato in aromaterapia: i suoi olii essenziali sono presenti in molte creme e maschere per il corpo e aiutano a ritrovare la calma, fungendo da antistress naturale.

Infine, questo agrume è ideale anche per recuperare energia, rinforzare le difese immunitarie e limitare le infezioni.

Lo Yuzu in cucina 

Parliamo di un frutto molto acido, che difficilmente viene consumato fresco. Tuttavia, grazie al suo intenso profumo, lo yuzu trova ampio impiego nella cucina asiatica (e non solo): in pasticceria, ad esempio, è un ingrediente particolarmente apprezzato per insaporire macarons, pasta frolla e pan di spagna.

Inoltre, soprattutto in oriente, questo agrume è presente in molti prodotti da forno, come merendine e snack confezionati. E viene abitualmente utilizzato anche per preparare tè, vini, cocktail e come addensante per confetture e marmellate.

Ma non è tutto: lo yuzu, infatti, si presta ad essere abbinato anche ai sapori salati. La sua buccia può essere grattata sopra il pesce, la carne, il sushi, il sashimi, i frutti di mare o per aromatizzare la maionese o il burro. Infine, questo frutto esotico si può trovare anche all’interno del Ramen, senza contare che il liquore giapponese allo yuzu è esportato in tutto il mondo.

Dove si compra lo Yuzu?

Lo yuzu è un agrume raro, difficile da coltivare e da reperire sul mercato (soprattutto fresco) e per questo è molto costoso.

Tuttavia, è possibile acquistarlo in negozi etnici, alcuni supermercati biologici o online. In commercio, inoltre, sono disponibili anche vari composti a base di questo agrume, così come succhi, concentrati o liquori.

Foto apertura: wakomegumi - 123.rf