Milanese Imbruttito: «Il Coronavirus non fermerà la nostra voglia di fatturare»

Notizia Notizia

La pagina dedicata alle idiosincrasie degli abitanti di Milano ha sfornato una serie di meme dedicati alla situazione sanitaria della città. Contro il panico, forse ci aiuterà una risata 

Ti potrebbero interessare

Mentre Roberto Burioni parla di "epidemia" e le scene di isteria di massa affollano le timeline dei social, c'è chi anche in questa emergenza si alza e pensa a una sola cosa: fatturare. È il Milanese Imbruttito, colui che lascia le penne lisce sullo scaffale, che sboccia Amuchina e che loda l'impegno dei "businessman" che in metropolitana vendono mascherine a peso d'oro.

 Il Coronavirus non deve far paura. Va combattuto con attenzione e prevenzione. E magari qualche risata targata Milanese Imbruttito.

I lati positivi

«Noi Imbruttiti abbiamo lo sguardo rivolto verso il futuro», spiega il protagonista del video dedicato alla situazione Coronavirus. E taaac, scatta l'elenco dei lati positivi della quarantena cittadina. Si parcheggia ovunque e si possono rimandare gli appuntamenti inutili («come a Natale, solo che siamo a fine febbario»).

Vuoi mettere quanto è facile fare la spesa al tempo del Coronavirus? Le corsie sono tutte "giargiafree" (cioè sgombre da non milanesi che vivono in provincia e da studenti fuori sede) e si compra il necessario in un attimo. E poi i ristoranti sono vuoti: quindi ci si può andare anche senza prenotare. Zero sbatti! 

Mascherina? Ma sei serio?

Perché limitarsi a una mascherina? C'è chi è passato all'efficientamento top con una maschera integrale e boccaglio incorporato. Taaac!

Il businessman

Fatturare, fatturare sempre. Anche le crisi sanitarie possono essere una grande occasione di business. E questo intraprendente venditore di mascherine in metro lo dimostra alla grande. Taaac!

Penne lisce

Dopo aver razziato gli scaffali dei supermercati, aver fatto provviste di tonno, fusilli, farina per secoli, ecco che l'orda dei "giargia", tornati nelle loro province, hanno rivelato una cosa sorprendente. Nemmeno in tempo di crisi ci filiamo le penne lisce

Sboccia

Il Milanese Imbruttito ora può andare al ristorante senza prenotare, ma porta l'attualità nella glassier. Non si dica che la bottiglia più costosa manchi a tavola. 

Fatturare

E non dimentichiamo che ogni giorno un Milanese Imbruttito si alza e sa che dovrà correre e sbattersi per un solo, nobilissimo scopo: fatturare, fatturare e ancora fatturare.

  «Non facciamoci prendere dal panico e usiamo la melonera. E vedrete che a colpi di fatture il virus ce lo togliamo dal c****. Perché Milan l'è un gran Milan. Taaac!»

Salute e benessere
SEGUICI