Squat: 3 esercizi con il kettlebell

Classifica Classifica

Aggiungete un attrezzo come il kettlebell per allenare più intensamente i glutei e renderli subito più forti e tonici. Scoprite come!  

Ti potrebbero interessare

Il training con il kettlebell è perfetto per rimodellare gambe e glutei: un allenamento forse ancora non molto conosciuto ma realmente efficace.

Per avere glutei alti e sodi, usate il kettlebell negli esercizi classici come lo squat.

Avere dei glutei forti non è solo questione di estetica. Essendo la parte centrale del corpo, essi supportano sia la parte bassa sia la parte alta del corpo. Perciò, più sono deboli i glutei, più sarà probabile incorrere in infortuni a schiena o ginocchia.

Inoltre, i glutei sono i muscoli più grandi del corpo: esercitarli permette di bruciare una grande quantità di calorieInfine, sviluppando i muscoli glutei proteggerete le ginocchia mentre correte, migliorerete la potenza dei vostri salti e sarete in grado di sollevare pesi più elevati.

Provate ad allenare i glutei con questi 3 squat alternativi, da fare con il kettlebell!

1.Sumo-squat con kettlebell

 

Un post condiviso da Beckie (@beckiealcock) in data:

Mettetevi in piedi a gambe larghe più delle spalle con le punte dei piedi che guardano verso l'esterno. Più i piedi sono distanti, più lavoreranno i glutei e non le cosce. Tenete il kettlebell davanti a voi con le braccia distese e piegate le gambe, tenendo gli addominali contratti. Scendete più che potete in squat senza compromettere la posizione corretta, poi distendete le gambe fino alla posizione di partenza, contraendo i glutei.
Fate almeno 4 serie da 15 ripetizioni.

2. Goblet squat 

 

Un post condiviso da Chelsea Taylor (@c.taylorfitt) in data:

In questo caso si tratta di fare uno squat completo tenendo il kettlebell tra le mani ad altezza petto. Le gambe sono divaricate: piegatevi verso il basso, fino a portare i glutei vicino ai polpacci e risalite, continuando così senza sosta e senza muovere le braccia. Attenzione alla posizione: le ginocchia non devono mai superare la linea delle dita del piede.

3. Squat e affondi con kettlebell a una mano

 

Un post condiviso da Shona Vertue (@shona_vertue) in data:

Afferrate il kettlebell con una mano e mettetevi a gambe larghe quanto le spalle. Portate il kettlebell sopra la spalla piegando il gomito e scendete in squat tenendo le punte dei piedi ruotate verso l'esterno; tornate a gambe distese e poi portate la gamba destra dietro di voi scendendo in affondo. Ritornate a gambe parallele, scendete di nuovo in squat, poi in affondo invertendo le gambe e continuate così per 1 minuto. Riposate 20 secondi e ripetete per un altro minuto. Potete aiutarvi nel tenere l'equilibrio portando l'altra mano sul fianco oppure sollevata verso l'esterno all'altezza delle spalle.

Sport e fitness
SEGUICI