Caldo e sport: come tenersi in forma in estate senza affaticarsi

Guida Guida

In estate l'intensità e la durata dell'allenamento va rivista per evitare di soccombere alle temperature sempre più alte: ecco qualche consiglio per mantenersi comunque attivi.

In estate l'intensità e la durata dell'allenamento va rivista per evitare di soccombere alle temperature sempre più alte: ecco qualche consiglio per mantenersi comunque attivi.

Con l’estate, arriva anche il momento di allentare un po’ la presa sui rigidi regimi di allenamento e alimentari cui ci si è dedicati nel corso dei mesi precedenti per arrivare preparati alla prova costume, e di prendersi una pausa anche alla luce delle temperature elevate. Che non significa smettere di allenarsi, ma semplicemente modificare un po’ la routine per impedire la caldo di prendere il sopravvento e stancarsi troppo.

Come allenarsi quando fa caldo: attenzione agli orari

La prima cosa da modificare, in estate, è l’orario in cui si pratica fitness. In inverno, con le giornate più corte, si tende a ritagliarsi qualche ora a metà giornata o nel tardo pomeriggio, fasce in cui la temperatura nei mesi estivi è decisamente troppo alta. La mattina preso o la sera, con un po’ più di frescura, sono quelle in cui è meglio fare attività fisica.

Parola d’ordine: idratazione

Mai senz’acqua, soprattutto in estate, quando l’organismo produce più sudore e perde più sali minerali e sostanze nutritive. A risentire della carenza d’acqua non è solo il fisico - che se disidratato non riesce comunque a sostenere sforzi prolungati - ma anche il cervello. Il principale segno di disidratazione, infatti, è la confusione: in estate almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, da bere rigorosamente a piccoli sorsi e a temperatura ambiente o di poco più fresca.

Foto: mihtiander © 123RF.com

Mai senza protezione solare

Anche la protezione solare è importante, soprattutto per chi pratica attività fisica all’aria aperta. La pelle va accuratamente protetta per evitare scottature e insolazioni, ed è necessario utilizzare prodotti waterproof che resistano al sudore.

Fai il pieno di sali minerali

Non soltanto con acqua e integratori (necessari se l’attività fisica è intensa e prolungata), ma anche con l’alimentazione. E dunque via libera a frutta secca come mandorle e nocciole, grassi buoni che si assumono attraverso i semi (di zucca, o di girasole), verdure a foglia ampia e verde.

Attenzione alla location

Correre in un parco ombreggiato, nei pressi di un fiume o in riva al mare è completamente diverso rispetto a correre sull’asfalto o in zone in cui il sole cade a picco per tutta la giornata senza tregua: scegliete con attenzione dove praticare attività fisica, che si tratti di una seduta di yoga o di una corsa. Preferite aree in cui vi siano alberi e vegetazione, disponibilità di fontanelle e punti di ristoro e non esposte al sole tutto il giorno.

L’outfit fa la differenza

Sudare, e lasciare che il sudore traspiri, è importantissimo: è così che il corpo stabilizza la temperature corporea. In estate importante indossare soprattutto per fare attività fisica indumenti in tessuti traspiranti che consentano alla pelle di respirare. Vietato indossare abiti in tessuti pesanti per “sudare di più”, mai senza una fascia o un cappelli che parino i raggi del sole. Anche le scarpe devono essere adatte all’attività fisica, leggere e morbide, ma in grado di assorbire gli impatti col terreno.

Foto apertura: luckybusiness © 123RF.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Sport e fitness
SEGUICI