Come riprendersi e riprendere ad allenarsi dopo l’influenza

Guida Guida

Influenza e virus di vario genere sono molto frequenti nella stagione invernale e posso interrompere la vostra routine fitness. Ecco come riprendere alla grande!

Influenza e virus di vario genere sono molto frequenti nella stagione invernale e posso interrompere la vostra routine fitness. Ecco come riprendere alla grande!

Quando ci si riprende dopo un’influenza o un malessere che ci ha messo ko per qualche giorno, anche riprendere ad allenarsi non è semplice. Quando ricominciare, e come? Quanto ci si può allenare, senza strafare?

Se siete fitness-addicted, non c’è da temere: una settimana di fermo viene recuperata con due settimane di allenamento. Basta seguire alcune regole!

Seguite poche semplici regole e riprenderete ad allenarvi senza grossi traumi e recuperando le energie in fretta!

Quando riprendere ad allenarsi dopo l'influenza?

Se avete avuto febbre, riprendete ad allenarvi dopo 48 ore, e solo se avete avuto qualche notte di buon riposo e non avvertite nessun dolore. L’energia che impegna il sistema immunitario per lavorare e combattere le infezioni sarebbe compromessa, se vi esercitaste mentre avete ancora la febbre: così, la vostra salute peggiorerebbe e ci vorrebbe più tempo per il recupero.

Come ripendere ad allenarsi?

Meglio un po' di esercizi cardio (senza sforzarvi troppo), piuttosto che un allenamento di pura forza: assicuratevi in questo modo che il vostro sistema di ossigenazione sia intatto, cosicché quando farete l’allenamento di rinforzo, i muscoli avranno la giusta dose di ossigeno.

Lo yoga, ottimo alleato contro l’influenza

Se fate yoga e siete abbastanza pratiche, riprendete con lezioni leggere, che vi aiutano a riprendere un ritmo moderato o il vostro ritmo usuale. A questo proposito, ci sono alcune posizioni che vi aiutano a tenere lontano l’influenza:

  • la posizione con gambe al muro e la posizione del cane a testa in giù, che, in quanto posizioni inverse, stimolano le cellule immunitarie a muoversi e facilitano l’espulsione del muco;
  • il ponte, che, grazie all’apertura del petto, stimola la ghiandola del timo, principale organo immunitario;
  • la rotazione del busto da sedute, che aiuta a detossinare e ad attivare gli organi secondari del sistema immunitario.

Infine, praticate il “nostril breathing”, ovvero la respirazione a narici alternate, che calma il sistema nervoso, rilascia le tensioni e purifica: ottimo anche contro il mal di testa.


Il segreto dei segreti? Avere pazienza e non eccedere

La cosa fondamentale è avere rispetto di se stessi: non cercate di allenarvi al 100% delle energie, da subito. Arrivate al 70% di quello che fareste di solito. Riducendo i pesi e il ritmo del 30% per qualche giorno riuscirete a reintegrare l'allenamento perso durante la malattia. Anche se siete tentate di riprendere a pieno ritmo, non fatelo, per evitare ricadute fastidiose!

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Sport e fitness
SEGUICI