Amore

Perché Tinder in Italia non funziona

Conosciamo persone e le perdiamo con altrettanta velocità. Ecco perché Tinder in Italia non soddisfa.

Conosciamo persone e le perdiamo con altrettanta velocità. Ecco perché Tinder in Italia non soddisfa.

Si fa match senza criterio, si esce con ansia, si va a letto per caso e ci si molla per paura. Senz’altro le dating app hanno facilitato il nostro modo di accedere a una rete di contatti e conoscenze, che non sembrano però essere troppo soddisfacenti.

Online dating in Italia: quanti italiani usano Tinder

Quanti italiani usano Tinder

Foto: unsplash

Tinder Italia è la versione italiana di un'applicazione per conoscere nuove persone che ha riscosso grandissimo successo negli ultimi anni. Nel nostro Paese il fenomeno del dating online cresce esponenzialmente e tra Meetic, Badoo, OkCupid e le altre numerosissime opzioni, Tinder è tra le più accreditate e scaricate.

I numeri lo confermano. 9 milioni di dater italiani utilizzano la popolare app per conoscere nuove persone, fare amicizia, sesso e magari incontrare anche l'anima gemella. 

Tinder in Italia: dove si usa di più

Tra le città italiane in cui gli utenti sono più attivi, al primo posto troviamo Milano, subito seguita da Torino e da un terzo posto inaspettato che riguarda Acilia-Castel Fusano-Ostia Antica. 

La lista completa cita a seguire altre città universitarie come Padova, Bologna e Roma e centri come Prato, Monza, Modena e Trieste, mentre la classifica mondiale vede in testa Tokyo, Varsavia e Oslo.

Perché in Italia Tinder non funziona?

i motivi per cui in Italia tinder non funziona

Foto: rawpixel/123RF

Nonostante i numerosi profili Tinder che continuano a proliferare, gli italiani non sembrano essere soddifatti dalla ricerca dell'amore in Rete. 

Infatti, alla crescita esponenziale delle iscrizioni si accompagnano altrettante disiscrizioni ed esperienze non troppo positive. Scambi di battute che non portano quasi mai a qualcosa di concreto, rarissimi episodi in cui si riesce a rimediare un appuntamento, ma che richiedono tempo e una serie di conversazioni inutili. Ma perchè nel nostro Paese Tinder non funziona come all'estero? 

1. Conoscere qualcuno è più facile ma è altrettanto facile perderlo.

Disiscrizioni da Tinder

Foto: Tommaso Altamura/123RF

Tanto che una recente ricerca condotta da Blogmeter ha rilevato che Tinder è l’app più abbandonata in Italia: 3,5 italiani su 10 hanno dichiarato di essersi iscritti e cancellati. La gente si iscrive e si disiscrive: insomma ci prova, ma poi dopo qualche incontro (se non addirittura chat) si cancella.

2. A essere determinanti sono la fretta e la mancanza di fiducia nell’altro.

“Cosa cerchi su Tinder?” è una delle prime tre domande che si fa in chat ma quasi mai si crede alla risposta che viene data.

C’è diffidenza nella tecnologia e nella distanza di rete. Da un lato questa diffidenza è giusta e giustificata, dall’altro può arrivare a essere controproducente e ad avere effetti distruttivi e dispersivi nelle relazioni che si spera di instaurare.

3. Difficilmente una frequentazione avviata sulle app ha lunga durata

In Italia la maggior parte delle frequentazioni online si ferma dopo un mese.

Andiamo tutti alla ricerca di qualcosa ma non sappiamo cosa sia. Non possiamo neanche dire a qualcuno che vogliamo una relazione: rischiamo di illuderlo, se poi non risulterà la persona giusta. Allora spesso partiamo in contropiede e diamo motivazioni “vaghe”: “sono qui per conoscere gente, poi si vedrà”.

4. Poi si vedrà, ansie e paure

gli italiani sono più romantici

Foto:  Vadim Guzhva/123RF

Quel "poi si vedrà" apre però la porta ad ansie e paure che aumentano se iniziamo ad affezionarci a qualcuno. 

All’estero con Tinder si fa sesso di più, lì si che funziona: è quanto dice chi ha usato la dating app non in Italia. Forse fatichiamo a parlar subito chiaro, forse abbia paura di “perdere” l'altro, forse noi italiani siamo più sentimentali e, alla fine, il solo sesso non ci appaga.

>>>LEGGI ANCHE: Come trovare un partner su Meetic

5. Tinder non funziona come dovrebbe

Fatto sta che Tinder in Italia non funziona come dovrebbe. E lascia tutti, o quasi, insoddisfatti.

“Ho perso tempo e soldi”, dicono gli uomini. “Su Tinder gli uomini pensano solo al sesso senza dirtelo”, reclamano le donne. Sembra la classica storia del cane che si morde la coda. Dovremmo usare l’app con meno velocità, con più calma, apertura e fiducia. Chissà se, prima o poi, accadrà.

Foto @ Kaspars Grinvalds | Fotolia.com