Fenomenologia del tradimento e identikit del traditore

Notizia Notizia

Quando un uomo tradisce: quali sono i motivi che possono portare il proprio partner a tradire la fiducia facendo sesso con un’altra.  

Il tradimento è uno dei motivi principali per il quale le relazioni finiscono. Scoprire un tradimento non è soltanto una rivelazione che colpisce sul momento (e fa molto male), ma qualcosa che rimarrà addosso per diverso tempo.

Il motivo principale è facile da intuire: quando si ha una relazione con un’altra persona, la si considera esclusiva (a meno che non si viva una relazione aperta). Tradire significa venire meno al patto di fiducia insito nella relazione stessa, al quale si lega la spiacevole e sgradita sensazione di non poter essere più in grado di fidarsi di qualcun altro.

Quali sono i motivi per i quali si tradisce qualcuno? Un uomo bugiardo e traditore può essere comunque qualcuno che ama la propria donna? Cerchiamo di affrontare la questione indagando un po’ sulla psicologia del tradimento.

tradimento

Foto: dolgachov - 123.rf

Tradimento tra scienza e cultura: siamo monogami o poligami? 

La prima domanda da porsi è legata alla tipologia di rapporto che gli esseri umani scelgono di instaurare gli uni con gli altri: siamo veramente monogami? Il tradimento non è forse la naturale conseguenza di un’imposizione che ci siamo dati, ma che non corrisponde alla nostra reale natura?

La risposta è molto complessa. Ci sono infatti culture nelle quali la poligamia è la norma, anche se viene contemplata soltanto dal punto di vista maschile. In una società così moderna come quella attuale, nessuno ci impone veramente la monogamia. E se portiamo avanti questo genere di rapporto è perché lo abbiamo scelto. L’alternativa al tradimento esiste e si chiama poliamore.

Perché si tradisce? 

Parlare di tradimento non è semplice. Non si possono davvero raggruppare i traditori in categorie perché le motivazioni psicologiche alla base del tradimento sono molte di più di quelle di cui di solito si parla. Semplificando al massimo, però, ci sono alcune cause più frequenti per le quali si arriva a tradire qualcuno, che analizzeremo nei prossimi paragrafi.

Per insoddisfazione 

Il tradimento può essere dovuto all’assenza di soddisfazione nei confronti del proprio partner e all’incapacità di trovare un rimedio, spesso per mancanza di dialogo, spesso perché non si riesce a mettere un punto a una storia già finita.

Per vendetta 

Ci sono casi nei quali un tradimento non è altro che una vendetta che viene messa in atto perché si è stati traditi, un modo per far provare all’altro il male che abbiamo sentito sulla nostra pelle.

Per potere e autostima 

Il tradimento può essere dovuto anche a motivazioni psicologiche ben precise, nelle quali entra in gioco il senso di potere esercitato dal desiderio che qualcun altro può provare nei nostri confronti. Alle volte chi tradisce è una persona che si sente trascurata e il sentirsi di nuovo desiderata la porta all’infedeltà.

tradimento

Foto: Antonio Guillem - 123.rf

L'identikit del traditore 

Quanto detto fin qui ci fa capire come i traditori non siano affatto tutti uguali e che tracciare un identikit del traditore sia complicato. Per questo motivo abbiamo cercato di descrivere a grandi linee tre diverse tipologie di traditore con le quali si potrebbe (ma anche no) avere a che fare.

Traditore seriale: potere e autostima 

Il traditore seriale è una persona che non prova alcun senso di colpa per il suo comportamento. In alcuni casi la serialità dei suoi comportamenti potrebbe essere legata a problemi comportamentali più gravi, come per esempio il narcisismo patologico. Tradire diventa il mezzo per sentirsi più potenti e più si riesce a passarla liscia, più si continua a farlo.

Traditore "adolescenziale": alla ricerca di emozioni forti 

Chi tradisce durante l’adolescenza potrebbe farlo perché è alla ricerca di sensazioni nuove: si sa che il rischio della trasgressione durante la fase della pubertà è quasi sempre molto più alto.

Traditore "sfiduciato", che ha paura del tradimento 

Infine, una terza tipologia di traditore è quello che diventa infedele per il timore di essere tradito a sua volta. La paura del tradimento rappresenta la sua principale debolezza, nella quale spesso si ritrova a cadere.

Si può perdonare un tradimento? 

Un tradimento in una relazione rappresenta un po’ un naufragio. Non si può tornare indietro e tutte le pezze che si cercheranno di incollare sul danno provocato non saranno mai abbastanza perché lo strappo è stato troppo netto. Nessuno può dire cosa sia giusto fare quando si scopre di essere stati traditi. Dicono che l’amore vinca su tutto, ma alle volte potrebbe non essere abbastanza.

Foto apertura: Vadim Guzhva - 123.rf

Amore e coppia
SEGUICI