Tips Moda & Beauty

Tatuaggio: quali origini ha e come si esegue

Quali origini ha il tatuaggio? Quali sono le tecniche per realizzarlo? Scopri di più su un'arte presente in molte culture da secoli.

Il tatuaggio tecnicamente è l’introduzione di pigmenti, cioè di colore, sotto l’epidermide. Questo avviene con mezzi meccanici come gli aghi che introducono il colore lasciando una leggera escoriazione. Una volta guarita, la pelle è perfettamente integra e conserva il disegno tatuato.
Il tatuaggio è un’usanza antichissima, presente in quasi tutte le culture del mondo che hanno scelto di decorare i propri corpi con simboli o disegni. A testimonianza di questo sono stati trovati corpi mummificati con grandi disegni che testimoniano la popolarità di quest’arte anche nel passato.
A seconda del periodo storico il tatuaggio ha avuto diversi scopi, alcune volte è servito a identificare capi militari o religiosi, a testimoniare il passaggio dei giovani nell’età adulta o a testimoniare l’appartenenza a dei clan o a delle confraternite segrete.
Anche in occidente il tatuaggio era presente fin dall’epoca dei romani ma è gradualmente sparito per rimanere appannaggio di alcune categorie come criminali o marinai. A iniziare dagli anni 80 del secolo scorso c’è stato un grande rinnovamento e questa pratica è diventata comune tra artisti, persone dello spettacolo, cantanti pubblicità hanno contribuito al rinascimento di questa arte e moltissime persone si tatuano senza più il bisogno di appartenere a clan e determinati settori della società e il tatuaggio è socialmente accettato.

Credits

Autore
Claudio Lucca

Regia
Claudio Lucca

DOP
Claudio Lucca

Operatore
Maurizio Poletti

Montaggio
Claudio Lucca

Esperto
Claudio Pittan, tatuatore

Scopri la Serie abc del tatuaggio