Pavimenti in linoleum: pro e contro

 Tornato di moda, è naturale al 100%, antigraffio ed economico. Ma ha anche dei difetti. Ecco i vantaggi e gli svantaggi di questo rivestimento.

 Tornato di moda, è naturale al 100%, antigraffio ed economico. Ma ha anche dei difetti. Ecco i vantaggi e gli svantaggi di questo rivestimento.

A lungo bistrattato, forse perché confuso con i pavimenti vinilici o in gomma (e  quindi associato agli edifici pubblici), il linoleum è tornato prepotentemente di moda nelle abitazioni private.

Resiliente e riciclabile, questo tipo di pavimento composto da materie prime di origine naturale ha riconquistato l’attenzione degli interior designer per le sue caratteristiche uniche. Ma è la soluzione adatta per la vostra casa? Ecco i pro e i contro dei pavimenti in linoleum.

Pavimenti in linoleum: pro e vantaggi

Cominciamo prima di tutto dai vantaggi dei pavimenti in linouleum, scoprendo quindi i motivi per i quali potrebbe essere una scelta ottimale anche per i rivestimenti di casa, soprattutto se siete in fase di ristrutturazione o se state pensando di rinnovare un po' la vostra abitazione. 

  • Il pavimento in linoleum è ecologico

Il linoleum è uno dei pavimenti ecologici disponibili sul mercato. Questo tipo di rivestimento, infatti, è costituito da sostanze green al 100%: tra i materiali di cui è composto, infatti, troviam la juta, la farina di legno, la polvere di sughero, l'olio di semi di lino, il carbonato di calcio, resine e pigmenti coloranti naturali. Insomma, è ottimo qualora stiate cercando un modo per ridurre l'inquinamento indoor

  • Il linoleum è termoisolante e fonoassorbente

Questo materiale è associato a edifici pubblici come ospedali, uffici e palazzetti dello sport, dove in effetti viene largamente usato in virtù di due preziose caratteristiche: la capacità di essere termoisolante e fonoassorbente.

  • Si tratta di un materiale facile da pulire

Il linoleum è molto pratico perché, naturalmente resistente allo sporco, consente una pulizia rapida. Inoltre sono davvero poche le sostanze in grado di macchiarlo. E tra esse non figurano i normali liquidi presenti in cucina, oltre alla maggior parte dei detergenti.

  • È un materiale economico

Il linoleum è economico per due motivi. Innanzitutto perché, in vendita in rotoli o piastrelle, al metro quadrato ha un costo effettivamente basso. Inoltre, macchiandosi difficilmente ed essendo resistente ai graffi, non richiede un’importante manutenzione.

Foto: auremar@123rf.com

Pavimenti in linoleum: contro

Non è tutto oro quel che luccica: agli innumerevoli vantaggi del linoleum, infatti, si affiancano anche degli svantaggi. Ognuno di noi quindi deve valutare caratteristiche della casa ed esigenze particolari al fine di fare una scelta oculata in quanto a pavimenti.

  • Il linoleum trattiene l’umidità

Uno dei principali svantaggi del linoleum è che, essendo un materiale poroso, intrappola l’umidità sotto al pavimento:  proprio per questo motivo non è una buona idea posare un rivestimento in linoleum direttamente su un sottofondo in cemento, in quanto l’umidità danneggerebbe entrambi.

  • Costa più del vinile

Il linoelum ha un costo piuttosto basso, ma un rivestimento dalle caratteristiche simili (esclusa la componente green) come il vinile ha un prezzo sensibilmente più basso. 

  • Rischia di deformarsi col tempo

A proposito di costo, un linoleum di scarsa qualità tende a deformarsi nel tempo, soprattutto quando la temperatura raggiunge temperature molto alte o notevolmente basse: questo ridurrà sensibilmente la durata del rivestimento.

  • Il linoleum non è adatto su un sottofondo irregolare

Un altro ‘contro’ è legato alla posa: le irregolarità sotto il linoleum diventano molto evidenti in superficie, con un risultato decisamente antiestetico. Prima di posare il rivestimento, quindi, è opportuno che la base sia adeguatamente livellata.

Foto apertura: SergiyTryapitsyn@123rf.com

Casa e fai da te
SEGUICI