Gatti

Balconi in sicurezza per gatti: i consigli pratici

Tutto quello che dovresti sapere per creare un balcone a prova di gatto e renderlo sicuro.

Tutto quello che dovresti sapere per creare un balcone a prova di gatto e renderlo sicuro.

Il tuo appartamento ha un balcone e ti piacerebbe metterlo in sicurezza affinché il tuo gatto possa goderne senza alcun pericolo?

Se questo ti sembra un’utopia, in realtà non lo è. Con pochi e utili accorgimenti potrai avere un balcone a prova di gatto.

Vediamoli insieme!

Gatti in casa: Perché mettere in sicurezza il balcone

Se vivi in un appartamento con il tuo gatto, e hai la fortuna di avere un balcone, puoi regalargli molte ore felici da trascorrere all’aria aperta. Ogni volta che il meteo lo permette, potrete trascorrere insieme dei bellissimi momenti, godendoti il suo musino sonnecchiante mentre prende il sole.

Ma, come sempre c’è un ma…

È importante disporre di balconi in sicurezza per gatti, ovvero di alcune semplici precauzioni che consentiranno al tuo pet di godersi un po’ di aria fresca e di percepire odori e suoni nuovi, rispetto a quelli delle mura domestiche. Il tutto senza vivere nell’ansia che possa scappare sul balcone del vicino, sul tetto o chissà dove.

Inoltre, seppur si dica in giro che i gatti cadono sempre in piedi e che non si facciano mai male, nemmeno se cascano da grandi altezze, in realtà non è così.

Quando un gatto cade accidentalmente si può ferire, anche gravemente, se non peggio. Ecco perché è importante la messa in sicurezza dei balconi per gatti.

Reti e pannelli in plexiglass

Di reti di protezione per gatti ce ne sono moltissime in commercio. In alternativa, a seconda delle proprie esigenze personali, si può anche valutare l’utilizzo del plexiglass (di cui parleremo nei successivi paragrafi).

Sicuramente, acquistare delle reti protettive è il primo passo per mettere in sicurezza i balconi e creare un’oasi felice per il tuo pet.

La scelta delle reti: la misura delle maglie

Ma qual è la migliore rete di protezione per un balcone a prova di gatto?

La risposta è: dipende da lui!

balconi in sicurezza per gatti

Fonte: pawelchrzaszcz - 123rf

Sicuramente è necessario tenere in considerazione la dimensione delle maglie. Se il tuo amico è ancora molto giovane e agile, ti conviene scegliere una rete di protezione a maglie strette (non più di 4 centimetri). Per i gatti anziani o in sovrappeso, invece, puoi considerare anche una rete meno fitta.

In linea di massima è sempre meglio prediligere il telaio metallico a quello in plastica, in quanto più difficile da sfondare, avendo cura di fissarlo con la giusta tensione.

Come fissarle

Per un balcone a prova di gatto, la scelta migliore è quella di fissare la rete protettiva con tasselli, ganci e fascette da elettricista.

Purtroppo, però non sempre questa soluzione è applicabile. Per esempio, per le case in affitto, è sempre necessario sentire il padrone di casa e, se questo rifiuta, è necessario trovare delle alternative.

Proprio per ovviare a situazioni come questa, esistono alcune reti di protezione per gatti che possono essere fissate senza buchi o tasselli. Queste possono essere montate sulla ringhiera attraverso delle semplici cinghie elastiche, in modo da creare comunque un balcone sicuro per il tuo pet senza problemi per il proprietario di casa (o per i vicini).

Quando è necessario il plexiglass

Se il tuo gatto è particolarmente agile e avvezzo alla fuga per inseguire insetti e uccellini, la rete di protezione potrebbe non essere sufficiente.

Ma don’t worry! In questo caso c’è un’altra soluzione, ancora più discreta: il plexiglass.

Questa alternativa è molto funzionale, in quanto, essendo liscia, non consente al gatto di arrampicarsi. Inoltre, dato che è trasparente, è ancora più facile da installare senza lamentele da parte di altri condomini particolarmente interessati a mantenere l’estetica del condominio.

Organizzare le piante

Se oltre che un’amante dei gatti, sei anche pollice verde, ora veniamo ad un altro fattore da considerare: le piante.

Per un balcone a prova di gatto devi considerare che quel che piace a te non necessariamente fa bene al tuo pet. Esistono, infatti, delle piante potenzialmente pericolose e tossiche per loro, quindi, presta bene attenzione alla scelta quando deciderai di creare il tuo angolino verde sul terrazzo.

Inoltre, evita assolutamente i fertilizzanti e, se ne hai qualcuno non utilizzato, chiudilo bene a chiave in un mobiletto, affinché sia assolutamente irraggiungibile per il tuo pet.

Per un balcone amico del tuo gatto, senza rinunciare al verde, opta per piante che gli siano amiche, come l’erba gatta, ma anche il bambù, la valeriana e la menta.

Dove posizionarle

Per creare un’oasi verde a prova di gatto, valuta di lasciare a portata di mano (anzi, di zampa) solo l’erba gatta. Altre piantine, fiori e aromi possono essere appesi con fioriere idonee, così che il tuo micio se ne tenga bene alla larga e potrai godere di un angolino perfetto per il relax di entrambi,

Quali evitare

Come anticipato, esistono alcune piante che non fanno affatto bene ai gatti.

Assolutamente da evitare su un balcone a prova di gatto troviamo, tra le altre, il ficus benjamin, tutte le amarillidacee, il narciso, il giacinto, il mughetto e il ciclamino.

Certo, una rinuncia ad un balcone colorato e fiorito… Ma nulla è più importante di un gatto felice e in salute, non trovi?

Foto di apertura: saragone77 - 123rf