New York Cheesecake: la ricetta originale di un dolce leggendario

Guida Guida

Non ha bisogno di presentazioni: tutto quello che si nasconde dietro la New York cheese cake, punto fermo della pasticceria americana.

Non ha bisogno di presentazioni: tutto quello che si nasconde dietro la New York cheese cake, punto fermo della pasticceria americana.
  • DifficoltàDifficoltà: facile
  • CostoCosto: basso
  • CategoriaCategoria: Dolci
  • CucinaCucina: Americana
  • PorzioniPorzioni: 8
  • CotturaCottura: Forno
  • Tempo preparazioneTempo preparazione: 30 min
  • Tempo cotturaTempo cottura: 80 min
  • Tempo totaleTempo totale: 110 min

Liscia, cremosa ed incredibilmente invitante, la New York cheesecake è tra le ricette americane più famose ed amate nel mondo. Con qualche piccolo accorgimento può essere fatta in casa con ottimi risultati. Ecco origine, ingredienti e consigli per sfornare una impeccabile cheesecake americana.

Cos’è la New York Cheesecake 

La New York cheesecake è la più tradizionale dei dolci americani. E’ un dessert particolarmente sostanzioso e calorico che si gusta freddo. E’ composto da uno strato di biscotti secchi mescolati con burro, da una farcia a base di formaggio e da una copertura a piacere, spesso e volentieri di lamponi.

New York Cheesecake: le origini di un dolce ‘cult’

Contrariamente a quanto si pensi, le origini della cheesecake non risiedono a New York ma molto, molto lontano da qui. Si ritiene, infatti, che il primo dolce di tale tipo sia stato realizzato in Grecia, in particolare sull’isola di Samos. Fonte di energia, si narra che fosse consumato dagli atleti delle prime olimpiadi elleniche risalenti al 776 a.C.

Nella città statunitense, invece, si sarebbe diffusa nel 1900 grazie ad Arnold Reuben, noto per i suoi tipici panini che, in occasione di una festa, realizzò una deliziosa torta al formaggio.

Dove mangiare la migliore New York Cheesecake in Usa 

In America si cade sempre in piedi, tuttavia, alcuni locali sono più noti di altri per la propria cheesecake. Se vi trovate negli States, andate a mangiarla da Two little red hens che si trova a Manhattan, dove si può gustare in tutta tranquillità una cheesecake che sta sbaragliando la concorrenza.

C’è poi Eileen's Special Cheesecake. A Cleveland Place, un vero paradiso delle cheesecake che qui, però, vengono vendute intere. Poco male, i prezzi sono veramente bassi!

Segnate in agenda, infine, anche Billy’s Bakery e Cake Boss Cafè.

La ricetta della New York Cheesecake 

La versione classica della cheesecake prevede una base neutra - con formaggio fresco cremoso e panna acida - e la cottura in forno. Questi i presupposti per sfornare un dolce che rispetti in pieno la tradizione americana. Ecco di seguito come procedere, passo dopo passo, sia a mano che con una comune planetaria o ricorrendo alla ricetta per il Bimby (basta effettuare le opportune conversioni).

 

Gli ingredienti della New York cheese cake:

  • 250 gr di biscotti digestive
  • 125 g di burro fuso
  • 750 gr di formaggio cremoso a temperatura ambiente
  • 215 gr di zucchero semolato
  • 1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 2 cucchiaini di scorza di limone grattugiata
  • 2 cucchiai di farina 00
  • 4 uova
  • 300 ml di panna acida
  • 120 g di lamponi freschi o congelati

Come fare la New York cheesecake:

  1. Preriscaldate il forno a 160° C e rivestite la base di una teglia a cerniera da 24 cm con della carta da forno.
  2. Tritate finemente i biscotti in un robot da cucina e unite il burro fuso: mescolate fino a ottenere un composto omogeneo.
  3. Trasferitelo nella teglia foderata in precedenza e premete bene con il dorso di un cucchiaio creando uno strato compatto.
  4. Mettete in frigo per 30 minuti a raffreddare.
  5. Nel frattempo, lavorate con una frusta elettrica il formaggio cremoso con lo zucchero, la vaniglia e la scorza di limone.
  6. Unite la farina setacciata ed aggiungete per ultime le uova, ma una alla volta.
  7. Unite quindi la panna acida e mescolate perfettamente.
  8. Versate il composto ottenuto sulla base di biscotti.
  9. Trasferite la teglia in forno per 1 ora e ¼ circa o, comunque, fino quando la superficie si sarà solidificata al centro.
  10. Spegnete il forno e fate raffreddare al suo interno con lo sportello socchiuso, per circa 2 ore.
  11. Trasferite in frigo per 4 ore, quindi tirate fuori dalla teglia e decorate a piacere.

Varianti della New York Cheesecake 

La cheesecake è uno dei dolci dei quali esiste, probabilmente, il maggior numero di varianti. Non potrebbe essere altrimenti: il dessert si presta, per sua natura, ad aggiunte, – pensiamo ad esempio alla New York cheesecake alla Nutella, addizionata con la famosa crema spalmabile - sostituzioni e decorazioni varie. Scopriamo quelle imperdibili.

New York Cheesecake al cioccolato 

Può essere, la cheesecake, più golosa di così? Aggiungete del cioccolato fuso, o tritato grossolanamente, alla crema ed avrete ottenuto un godurioso dessert perfetto per i palati più esigenti.

New York Cheesecake Oreo 

La New York cheesecake agli Oreo si realizza utilizzando i famosi biscotti sia all’interno della base che nella farcia, sbriciolati grossolanamente, per un risultato davvero eccezionale. Ci sarà un motivo se, oltreoceano, la chiamano Oreo Dream Pie.

New York Cheesecake: Philadelphia, robiola o ricotta? 

Quale formaggio mettere nella New York cheesecake? Dilemma che crea non pochi tentennamenti, il più utilizzato è sicuramente il Philadelphia.

Tuttavia, anche la robiola, naturalmente dolce e dalla consistenza spumosa, rende particolarmente in dolci di questo tipo. Molti ricorrono al quark, formaggio tedesco con il quale si rasenta la perfezione.

Oltre il mascarpone, per chi vuole farsi meno "male", c’è la ricotta che non è esattamente un formaggio, è vero, ma che viene utilizzata in genere per ridurre la pesantezza del dessert ed anche le sue calorie.

Come cuocere la New York Cheesecake: statico, ventilato, a vapore o a bagnomaria? 

Per ottenere il massimo della resa è consigliabile ricorrere al forno statico e ad una temperatura relativamente bassa, ovvero 160°C - per circa 1 ora e 15 o 1 ora e 20 minuti.

La cottura a bagnomaria, alla quale si ricorre in molte ricette, invece, permette alle uova di non ”impazzire” in forno e di evitare crepature in superficie.

In questo caso, però, abbiate l’accortezza di rivestire esternamente lo stampo con alcuni fogli di alluminio per evitare infiltrazioni d’acqua.

In quanto al forno a vapore, non è necessario: ottimi risultati si ottengono nel tradizionale.

Come servire la New York Cheesecake 

Tanti sono i modi per servire questa cheesecake: una volta tagliata a fette e posta sui piatti, si può accompagnare con un ciuffo di panna montata, irrorare con una salsa al caramello, al cioccolato, con una coulis di frutta o completare con una macedonia di frutta fresca.

Il massimo, però, sono i lamponi freschi, interi o cotti in padella con poco zucchero e succo di limone.

Come conservare la New York Cheesecake 

Una volta completamente fredda, la torta va tenuta in frigo fino al momento di essere gustata, opportunamente coperta con della pellicola trasparente. Dura fino a 5 giorni, ammesso che non finisca prima, ovviamente.

Cucina e ricette
SEGUICI