Acquafaba: la ricetta per prepararla a casa

Guida Guida

Tutti i passi per ottenere la versione vegana dell’albume, partendo da acqua e ceci secchi: ecco come fare l’acquafaba con una ricetta semplice e alla portata di tutti.

  • DifficoltàDifficoltà: facile
  • CostoCosto: molto basso
  • CategoriaCategoria: Preparazioni di base
  • CucinaCucina: italiana
  • Vegetarianovegana
  • Senza glutineSenza glutine

L’acquafaba è una fantastica alternativa vegan agli albumi montati a neve. È un ottimo ingrediente da impiegare nella preparazione di dolci più sani e leggeri, ma anche di tante ricette salate, come vedremo più avanti.

L’acquafaba si può ottenere facilmente con l’acqua di governo dei legumi in scatola, preferibilmente ceci e fagioli, montata con lo sbattitore elettrico a neve e con l’aggiunta di qualche goccia di limone per togliere il retrogusto di legume.

C’è tuttavia chi sostiene che, preparata in casa dai ceci secchi, ha un sapore più delicato e risulta più stabile durante la cottura.

Inoltre è senz’altro più economica, perché la quantità che se ne può ricavare è maggiore di quella scolata dal barattolo di legumi precotti.

Vedremo dunque come realizzare l’acquafaba con questo procedimento.

Una volta ottenuta, questa versione vegana dell’albume si può sperimentare nella preparazione di meringhe, creme, mousse, muffin, macaron, marzapane o pan di spagna (solo per citare alcuni dolci), così come in ricette salate, dalla maionese alle quiche, dalle salse alle omelette.

 

Ingredienti:
  • 100 g di ceci secchi
  • 260 ml di acqua
  • Limone (qualche goccia)

Procedimento:

  • Lasciate i ceci secchi in ammollo per circa 12 ore in acqua fredda
  • Trasferite i ceci in una casseruola di coccio, aggiungete la dose di acqua consigliata e fate cuocere a fuoco lento per 8 ore, finché risultano ben cotti e teneri (se durante la cottura si asciugano, aggiungere ulteriore acqua)
  • Filtrate l’acqua di cottura per eliminare eventuali bucce e impurità, che potrebbero impedire al liquido di montare appropriatamente
  • Aggiungete qualche goccia di limone
  • L’acquafaba si conserva in frigorifero in un contenitore ermetico per una settimana e si può anche congelare: in questo caso la sua durata è di circa tre mesi.

Foto: FPWing - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Cucina e ricette
SEGUICI