special

Il lato positivo

La rubrica di Elena Bernabè e Sandra Saporito per riuscire a guardare in una prospettiva diversa e arricchente anche le circostanze più complesse del nostro quotidiano.

Vai allo speciale
Psiche
Psiche

La migliore amica e il suo potere terapeutico

Lo sapevi che la tua migliore amica ha un potere terapeutico su di te? Lo dice la scienza, oltre che il tuo cuore. Scopri in che modo le nostre amiche ci fanno letteralmente stare meglio!

Lo sapevi che la tua migliore amica ha un potere terapeutico su di te? Lo dice la scienza, oltre che il tuo cuore. Scopri in che modo le nostre amiche ci fanno letteralmente stare meglio!

La tua migliore amica è sempre lì per te, nella buona come nella cattiva sorte: c’è per tirarti fuori di casa dopo la rottura col tuo ex, quando probabilmente tu avresti avuto voglia soltanto di sprofondare nella vaschetta del gelato. C’è per sostenerti nei momenti più difficili, per spronarti quando sei vicina ad un traguardo importante, per incoraggiarti e consolarti quando ne hai bisogno.

Lei non è la tua anima gemella ma poco ci manca, perché tra  voi c’è un affetto sincero, reciproco, profondo. In questa relazione speciale sai di poterti mostrare senza filtri, e soprattutto senza il timore di essere giudicata o derisa. Con lei sai di poter essere te stessa al 100%,  ma ciò che forse non sai è che la presenza della tua migliore amica può essere davvero terapeutica.

Amica o migliore amica: sai fare la differenza?

Prima di scoprire i “superpoteri” della tua migliore amica e del vostro legame, facciamo un breve rewind su ciò che rappresenta l’amicizia vera, perché in questo contesto non è raro prendere fischi per fiaschi.

Ti sarà già capitato di soffrire per un’amicizia in cui avevi investito molto di te e renderti poi conto di esserti illusa di una reciprocità che non c’era mai stata, oppure di essere liquidata appena l’altra non aveva più bisogno di te: queste sono le cosiddette amicizie di utilità ovvero sono relazioni basate sullo scambio, non sempre equilibrato ne conveniamo. Potremmo definirle come delle “amicizie a progetto”, perché la relazione dura finché si condivide un interesse comune, oppure finché l’una riesce a ricavare un quale beneficio dall’altra. 

Questo tipo di relazione non regge a lungo, a meno che si evolva in un’amicizia di piacere nella quale ognuna gode della presenza dell’altra. In questo tipo di amicizia si condividono momenti piacevoli, di leggerezza: shopping, apericena, cinema, discoteca, ecc. Questa è la tipica amicizia che dura finché va tutto bene. Non è sbagliata in sé, lo è soltanto quando una delle due pensa che la vostra amicizia sia più profonda di quello che sembra (e resista ai momenti di down). Ecco perché è importante capire che tipo di amicizia c’è tra voi.
Dopo l’amicizia di utilità e quella di piacere, c’è un terzo tipo di amicizia: quella vera.

“Solo le migliori amiche si fermano fino a tardi, quando la festa è finita, per aiutare a sistemare. A ripulire il dolore di una coscienza colpevole, a raccogliere i pezzo di un matrimonio andato in frantumi, a spazzare via la solitudine per un segreto che non si può rivelare.”
(Dalla serie TV Desperate Housewives)

Le (vere) migliori amiche sono sorelle che si scelgono

La vera amicizia, quella che fa bene al cuore e all’anima, basata sulla reciprocità e l’autenticità, può nascere da un’amicizia superficiale che evolve nel tempo oppure da un colpo di fulmine: non importa come nasce in realtà ma come poi si svilupperà attraverso gli alti e bassi della vita.

Infatti la vera amicizia è profonda e non teme il cambiamento. Può diventare ancora più  coinvolgente grazie ai momenti difficili, facendoti scoprire una sorella che non sapevi di avere. E non importa se siete diverse e non avete le stesse passioni, ciò che vi lega è l’affetto, il non avere aspettative l’una verso l’altra bensì accettarvi così come siete, senza giudicarvi, sapendo di poter contare l’una sull’altra. 

La migliore amica non è soltanto una persona che riesce a condividere le tue gioie e celebrare i tuoi successi senza invidia, ma è anche la spalla sulla quale piangere, quella che riesce ad ascoltarti anche quando le parole sono così difficili da pronunciare che riesci a spiegarti soltanto col silenzio e le lacrime. La sua presenza al tuo fianco ti consola, ti rassicura, ti aiuta a rialzarti quando ti senti a pezzi. 

“La migliore amica è quella che conosce la canzone del tuo cuore; e che te la canta quando tu ne scordi le parole.”
(Anonima)

Non siete sorelle, o forse sì. Sapete soltanto che il legame che c’è tra voi due è più forte del sangue: è una questione d’affinità d’anima basata sullo scegliersi. Non c’è nessun obbligo tra voi ed è questa libertà che rende il vostro rapporto così speciale. Le amiche fanno parte della famiglia che ti scegli e a volte è quella che sopravvive meglio ai colpi duri della vita.

>>>LEGGI ANCHE: «10 frasi sull'amicizia tratte dai libri»

Un legame che fa bene anche alla tua salute!

L’amicizia ti fa bene al cuore e all’anima perché ti comunica un senso di sicurezza, ti fa sentire benvoluta e supportata ma il benessere che ne deriva non sta soltanto nel ricevere quanto nel dare: vedere la tua amica felice ti riempie di gioia e aumenta il sentimento di empatia tra voi. Più lei sta bene e più sei felice anche tu. E già questo potrebbe bastare a spiegarti quanto avere una vera amica possa essere una presenza preziosa al tuo fianco, ma gli effetti benefici dell’amicizia non si fermano qui.

 Lo sapevi che l’amicizia fa bene anche alla salute? È quello che è emerso da alcuni studi scientifici della Brigham Young University dello Utah, negli States. Secondo Julianne Holt-Lunstad, professoressa di psicologia a capo del progetto, avere degli amici è molto importante: chi può contare su una solida rete di sostegno ha una pressione più bassa, è meno soggetto allo stress, a un sistema immunitario più efficiente e vive più a lungo. Le amiche ci aiutano ad adottare buone abitudini, alleviano gli stati depressivi, sono di supporto in caso di malattia e ci permettono di provare un maggiore senso di felicità. 

Questi effetti benefici sulla salute potrebbero derivare da una maggiore quantità di ossitocina che una relazione amichevole è in grado di produrre al livello cerebrale. L’ossitocina, il cosiddetto “ormone dell’amore”, migliora la socialità, il senso di fiducia e di appartenenza, è un potente ormone antistress che  aiuta a combattere l’ansia e la timidezza, favorisce l’empatia, l’affettività, la socialità, instaurando di conseguenza un circolo virtuoso empatico e relazione che permette di tessere legami forti, sani e basati sull’affetto sincero e disinteressato.

Insomma, è proprio vero che chi trova un’amica (vera) trova un tesoro!


Sandra Saporito