Come smascherare un traditore: la guida definitiva

Guida Guida

Come scoprire un tradimento: i segnali inequivocabili e gli atteggiamenti più comuni.

Come scoprire un tradimento: i segnali inequivocabili e gli atteggiamenti più comuni.

Ci sono cose che le donne percepiscono senza bisogno di spiegazioni razionali: un po’ come chi è in grado di capire che sta per arrivare un temporale osservando il cielo. Sarebbe bello iniziare queste righe chiedendo “Alzi la mano chi ha la certezza di non essere mai stata tradita”. Lo sarebbe per diversi motivi. Il primo è che spesso chi è stato tradito non lo sospetta neanche e se l’altro è estremamente bravo non saprà mai la verità. Il secondo è che in una società così aperta come la nostra, perché non condividere con la propria partner concetti quali il poliamore, la poligamia o la coppia aperta, invece di portare avanti un’odissea di bugie degna di un premio Oscar alla miglior interpretazione originale?

Ci sono cose, dicevamo, che le donne percepiscono fin da subito, solo che hanno bisogno di spiegazioni razionali per rendersi conto di aver avuto ragione fin dall’inizio. Nel caso di un tradimento, però, la ragione non serve a granché. C’è solo bisogno di tempo per dimenticare e ricominciare da capo. Nella speranza che l’ultimo dei bugiardi smascherati non sia il primo di una lunga serie di sventure.

Tra queste righe non troverai informazioni su come scoprire un tradimento con la tecnologia, su Messenger, su Instagram, con un’app, né un test che svelerà le sfumature di menzogna che la persona che ami è in grado di escogitare. Quelli che leggerai sono alcuni segnali da non sottovalutare e i comportamenti più ambigui messi in atto dal partner traditore. Prima di continuare a leggere, ricorda una cosa fondamentale: se lui ti tradisce e ti racconta le peggiori bugie da chissà quanto tempo, il problema non sei tu.

Psicologia del traditore: i tratti distintivi

via GIPHY

Volendo generalizzare al massimo, gli uomini traditori si dividono in due categorie: quello che quando lo scopri, confessa, si prende responsabilità e insulti, e poi ti lascia andare. Spesso ritorna, chiedendo scusa, e se te lo riprendi almeno sai con chi hai a che fare. E quello che, anche di fronte alla prova più ovvia di tradimento, sarà in grado di manipolare la realtà e di farti sentire nell’assurda condizione di dovergli chiedere scusa.

La cosa peggiore che ti può capitare, nel momento esatto in cui scopri che lui ti ha tradito, è quella di realizzare di aver avuto a che fare con uno psicopatico. Qual è il punto? Che non solo dovrai metabolizzare la presenza di un’altra persona da chissà quanto tempo, ma ti renderai conto che tutte quelle volte che avevi intuito la menzogna, quelle in cui lui ti ha fatto sentire una mentecatta che immagina cose, ci avevi visto lungo. Avevi capito tutto, ma la sua bravura nell’inventare storie (tratto distintivo della psicopatia) ti ha portato ogni volta a dubitare di te e del tuo senso di ragno. Di positivo c’è che il partner psicopatico che ti ha tradito non tornerà mai indietro a riprenderti.

Un po’ di consigli spiccioli prima di entrare nel merito di cosa accade di solito quando lui ti tradisce. Non fidarti mai di un uomo che sta con te e ti dice “Sono il più grande sostenitore del diritto di non sapere”. Sarà il suo baluardo contro tutte le domande insidiose che gli farai nel tempo e alle quali non vorrà rispondere. Se lo farà, fidati, sarà una bugia. Non fidarti di un uomo che ha sempre una scusa per non chiamarti, né di quello che non ti racconta ciò che fa quando non ci sei, ma ti scrive che “è andato a fare una commissione”.

Come scoprire un tradimento: i comportamenti standard

via GIPHY

Un uomo che ti tradisce è ossessionato dalla privacy. Quando gli vibra il telefono, ha delle difficoltà a leggere i messaggi in tua presenza (ah, e non ha mai la suoneria attiva). Lo fa in bagno o in balcone, mentre fuma una sigaretta. Un traditore occasionale non è molto bravo a gestire le conversazioni con l’amante sul telefono, infatti c’è il rischio che si faccia sgamare proprio a causa di una chat letta per caso.

Il traditore psicopatico, invece, è molto più furbo e subdolo. Se con te è abituato a comunicare su WhatsApp, farà in modo di dirottare tutte le conversazioni con l’amante su un’altra piattaforma. Messenger, Instagram, Skype e così via. A meno che non facciate il gesto folle di sequestrargli telefono e PC, le foto si possono nascondere e i messaggi cancellare. Quando lui capirà che sospettate qualcosa, sarà anche in grado di inventare finte conversazioni con l’amante su WhatsApp, in modo tale da confondervi, farvi sentire paranoica e ancora una volta in dovere di dovergli chiedere scusa per aver solo “osato pensare che lui sia un traditore”.

Le bugie, però, hanno le gambe corte e arriva un momento in cui diventerà sempre più difficile per lui riuscire a portare avanti due relazioni senza incappare in qualche errore grossolano. Soprattutto se si è innamorato di lei e non si capisce bene quale sia il motivo che ancora lo leghi a te. Ecco qualche esempio:

  • i capelli dell’altra nella sua macchina… se sono di un altro colore, non c’è scusa che tenga;
  • l’accendino (rosa) di lei dimenticato in giro per casa;
  • citare una canzone che ha sentito con lei e non con te in un locale la sera prima.

Se proverai ad approfondire sugli esempi appena citati, potrebbe rispondere con:

  • “Fai il test del DNA a quel capello”… certo;
  • “L’accendino è mio”… mai più visto.;
  • “Mi sono confuso, l’ho sentita con te, non ricordi?”… Ehm, direi di no.

Sarà in grado di farti sentire paranoica anche quando un giorno, per caso, al supermercato, lei passerà a qualche metro di distanza e lui si bloccherà sbarrando gli occhi. E alla tua domanda “Che hai visto? Chi era?”, risponderà “Niente, è finita la corsia”. E quando, giorni dopo, tornerai sulla questione, dirà “La prossima volta, seguila quella ragazza”. Ecco, ricordatelo, se ti dovesse mai capitare: seguila quella ragazza. La corsia non era mica finita.

Ci sono tanti altri segnali, che a volte possono sembrare impercettibili, ma che contribuiscono a descrivere l’identikit del traditore:

  • inizia a parlare in modo insolito, usando espressioni che non gli hai mai sentito dire prima;
  • ascolta musica alternativa, da “giovani”, e comincia a propinarla anche a te;
  • si veste in modo diverso, più curato;
  • è più premuroso nei tuoi confronti: questa fase si manifesta solo nel caso in cui inizi a provare un po’ di senso di colpa verso di te. E così, un giorno, si presenta con una rosa (probabilmente non ricorda neanche che per un anno intero gli hai detto che ricevere fiori ti sembra un’idiozia).

Passiamo, però, al nocciolo della questione: come cambia il sesso quando lui ha un’altra. Ci sono due reazioni standard. La prima è quella nella quale è più eccitato: avere un’amante fa scattare tante di quelle fantasie e ricordi che si ha molta più voglia di fare sesso, anche con la partner ufficiale. La seconda, la più comune, consiste in un calo del desiderio nei tuoi confronti. Poco sesso, pochi orgasmi, cunnilingus che rasentano lo zero, rapporti sempre più brevi e insoddisfacenti. Quando noti per la prima volta qualcosa di anomalo nel suo modo di fare l’amore, che sia una posizione diversa o un’intensità ridotta, non pensare di essere fortunata e di avere a che fare con uno stallone, oppure che si tratti di una fase di down della relazione. Può anche succedere, per carità. Ma se percepisci, all’improvviso, un cambiamento, anche lieve, non prenderlo alla leggera. Da aprile a settembre, il tempo che lui ci metterà per andare in tilt, non può essere sempre una sensazione.

Scoprire un tradimento: cosa fare

via GIPHY

Quando scopri di essere stata tradita, non è mai una bella sensazione. Non è l’atto fisico in sé, ma sono tutti i ragionamenti e la meschinità messi in atto contro di te quello che ti ferirà di più e che in un primo momento ti farà molto male. Ci saranno poi diverse fasi:

  • quella in cui prenderai coscienza di ciò che è accaduto realmente nei mesi passati (non saprai mai la verità dalla sua bocca, non dimenticarlo);
  • quella nella quale sarai così arrabbiata da pensare solo a cose orribili;
  • quella nella quale vorrai vendicarti e ricambiare con la stessa moneta;
  • quella nella quale realizzerai che sei stata fortunata a smascherarlo per tempo. Ci pensi che potevi finire a vivere a casa sua, con l’amante al piano di sopra? L’hai scampata per un pelo!

Ecco, a prescindere dalla fase in cui ti trovi e da quanto tempo durerà - perché i tempi di guarigione di ognuno di noi sono ben diversi - ricordati chi sei. La vendetta non ti servirà a niente. Le sue parole non cambieranno la realtà e… le sue scuse non arriveranno mai. Probabilmente andrà in giro a raccontare un’altra versione dei fatti. Ti descriverà come una persona paranoica, eccessivamente gelosa. Una visionaria. Ma ormai hai già preso atto dell'uomo (?) con cui hai avuto a che fare. Quindi: trai il meglio dall’esperienza che hai vissuto e rinasci dalle tue stesse ceneri, come la fenice. Ti riprenderai. Starai bene. Ci vorrà del tempo, ma succederà. La lezione più grande che hai imparato è che il tuo istinto funziona molto meglio di qualsiasi previsione. E domani ci sarà il sole per te, lo sai vero?

Foto apertura:  dolgachov © 123RF.COM

Amore e coppia
SEGUICI