Come si prepara la sangria

Guida Guida

La sangria è un cocktail che ha sempre molto successo, soprattutto nelle serate in compagnia. Dolce e un po' alcolica, ecco la ricetta originale spagnola per preparare la Sangria.

  • DifficoltàDifficoltà: facile
  • CostoCosto: medio
  • CategoriaCategoria: Bevande e cocktail
  • CucinaCucina: spagnola
  • PorzioniPorzioni: 15/20
  • Tempo preparazioneTempo preparazione: 30/120 min
  • Tempo totaleTempo totale: 30/120 min
  • Vegetarianovegetariana

Tra le bevande alcoliche a base di vino più famose di sempre c'è senza dubbio la sangria, una tipica preparazione spagnola con frutta e spezie. Con il suo sapore dolce e fruttato si tratta di un ottimo drink da bere d'estate durante l'aperitivo o come after dinner.

La ricetta della sangria è semplicissima e prepararla a casa è davvero un gioco da ragazzi. Prima di tutto, però, dobbiamo scegliere il vino. Il vino per la sangria è il vino Rosso Rojano, uno dei più tipici della Spagna.

Se non riusciamo a procurarcelo possiamo optare senza problemi per un vino rosso italiano, non troppo forte. Scegliamo, quindi, un Sangiovese o un Montepulciano. In generale, però, per fare una sangria di vostro gusto, scegliete uno dei vostri vini preferiti e il gioco è fatto.

Andiamo ora a scoprire gli ingredienti e la ricetta della sangria spagnola.

 

Gli ingredienti della sangria

  • 3 litri di vino rosso
  • 1 litro di succo d'arancia rossa
  • 1 bicchiere di Cointreau o liquore al mandarino o alla banana (facoltativo)
  • 1 coppetta di brandy (facoltativo)
  • 2 mele
  • 2 pesche (secondo la stagione sostituire con fragole)
  • 1 arancia grande non trattata
  • 1 imone grande non trattato
  • 1 cucchiaino di cannella
  • scorza e succo di 1 limone
  • 2 cucchiai colmi di zucchero
  • ghiaccio in cubetti

Secondo la stagione, oltre alle mele potete aggiungere altra frutta a piacere.

Come si prepara la sangria: la ricetta

  • Lavate bene tutta la frutta
  • Ricavate la scorza di un limone, tagliatela a pezzettini, poi spremete il succo.
  • Tagliate a fettine e poi a metà l'arancia e il limone, mantenendo la buccia
  • Tagliate a dadolini piccoli le mele, le pesche ed eventuali altri frutti.
  • Irrorate col succo di limone, unite anche le scorzette e conservate in un contenitore chiuso in frigo, tranne una manciata.
  • In un recipiente versate la manciata di frutta, versate sopra il vino e  il liquore e mescolate
  • Aggiungete lo zucchero e  la cannella, mescolate di nuovo, poi coprite il recipiente con la pellicola trasparente e lasciate riposare almeno un paio d'ore in frigo.
  • Al momento di servire la sangria, sistemate abbondante ghiaccio nella ciotola (o nella caraffa), versate il vino e terminate unendo la frutta conservata in frigo.

bicchiere di sangria

Foto ildipapp © 123RF.com

Come servire la sangria

La sangria, solitamente, si serve in una grandissima ciotola disposta al centro del buffet. Potete comunque servirla in una caraffa capiente, mettendo a disposizione degli ospiti dei bicchieri in cui mescerla. Se la servite con una ciotola, ricordate di mettere in tavola anche un piccolo mestolo che servirà per versarla nei singoli bicchieri.


Quanto si può conservare la sangria

Se fai la sangria in quantità non ti preoccupare: è possibile conservarla in frigorifero. Cercate però di consumarla entro tre giorni dalla sua preparazione. Inoltre, per evitare che la frutta diventi molle, prima di metterla in frigo ricordate di toglierla così da evitare, inoltre, che il sapore della sangria stessa venga alterato dalla macerazione della frutta.

Foto di apertura Petr Goskov © 123RF.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Cucina e ricette
SEGUICI