Come fare la crema diplomatica: la ricetta perfetta

Guida Guida

Farcia base della pasticceria, la crema diplomatica nasce dalla fusione tra due famose creme. Ecco come prepararla alla perfezione!

Farcia base della pasticceria, la crema diplomatica nasce dalla fusione tra due famose creme. Ecco come prepararla alla perfezione!
  • DifficoltàDifficoltà: facile
  • CostoCosto: basso
  • CategoriaCategoria: Dolci
  • PorzioniPorzioni: 6
  • Tempo preparazioneTempo preparazione: 15 min min
  • Tempo cotturaTempo cottura: 15 min min
  • Tempo totaleTempo totale: 30 min min

Se la pasticcera e la chantilly non vi bastano più, perché non unirle in una deliziosa e voluttuosa crema diplomatica? Nata dall’unione delle prime due, si tratta di una preparazione che fa parte della nostra pasticceria ed alla quale si ricorre spesso per la farcitura di numerosi – più o meno elaborati – dessert.

La crema diplomatica – ovvero la ricetta della crema pasticcera chantilly - non richiede particolare impegno, forse un tantino di pazienza, ma quale ricetta, in fondo, non ne ha bisogno?

Crema diplomatica col Bimby 

Realizzare la crema diplomatica col Bimby è decisamente più veloce ed evita l’utilizzo di più utensili. Preparata la pasticcera con la classica ed infallibile ricetta per il Bimby, raccoglietela in una ciotola a parte e pulite il boccale.

Una volta bene intiepidita, passate alla crema chantilly: montate la panna assicurandovi che questa, il boccale e la farfalla siano ben freddi, per garantire un risultato impeccabile. Montate per almeno un paio di minuti, quindi controllate lo stato della panna dal foro del boccale. Se necessario, proseguite per qualche altro secondo.

A questo punto non vi resta che unire i due composti. Se cercate consigli su come addensare una crema pasticcera troppo liquida, sappiate che basterà aumentare di poco la dose della farina.

Al limone o al cioccolato: variazioni di crema diplomatica

Come spesso accade, la ricetta originale diventa la base dalla quale partire per le varianti del caso. Se grande successo riscuote la crema diplomatica al cioccolato (che si realizza con una base di pasticcera al fondente), anche quella al pistacchio non è da meno. C'è poi la crema diplomatica al limone - o, per restare in tema agrumi, quella all’arancia - che trova largo spazio in pasticceria.

E’ anche possibile, infine, preparare la crema senza uova omettendo queste ultime ed aumentando la dose di farina, ma coloratela con della curcuma, perché anche l’occhio vuole la sua parte!

Montersino e Massari: la crema diplomatica dei Maestri pasticcieri

Nota anche e soprattutto grazie al suo utilizzo da parte dei più grandi pasticceri - Iginio Massari, Ernst Knam e Sal de Riso tra questi - la crema diplomatica costituisce un ingrediente imprescindibile di alcune delle loro più famose creazioni. Come non citare il trancetto diplomatico di Luca Montersino

 

Gli ingredienti della crema diplomatica

  • 4 tuorli
  • 80 gr di zucchero
  • 40 gr di farina
  • 1/2 litro di latte intero
  • 1 baccello di vaniglia
  • 1 pizzico di sale
  • 250 ml di panna fresca da montare

La ricetta della crema diplomatica

  • Preparate la crema pasticcera: fate scaldare il latte in un tegame insieme al baccello di vaniglia inciso per il lungo con un coltello. Giunto al punto di ebollizione, spegnete la fiamma e prelevate la vaniglia.
  • Mescolate bene i tuorli con lo zucchero con una frusta a mano fino ad ottenere un composto di colore chiaro. Unite la farina evitando la formazione di grumi ed aggiungete il latte a filo, continuando a mescolare, fino ad averlo incorporato tutto.
  • Trasferite nuovamente sulla fiamma e fate cuocere la crema su fiamma dolce continuando a mescolare fino a quando si sarà addensata. Spegnete la fiamma, coprite la crema con della pellicola per alimenti a contatto e fate raffreddare.
  • Per fare la crema chantilly, invece, montate la panna a neve – non troppo ferma - ed incorporatela alla pasticcera effettuando dei movimenti circolari delicati. E la crema diplomatica è pronta!
Cucina e ricette
SEGUICI