Ricette base

Tahina: ricetta, usi e proprietà della crema di sesamo

  • Difficoltà

    facile

  • Categoria

    Preparazioni di base

  • Porzioni

    4

  • Tempo preparazione

    5 min

  • Tempo cottura

    5 min

  • Tempo totale

    10 min

  • Cucina

    Mediorientale

Facile, veloce e super versatile: tutto sulla tahina, ad iniziare dalla ricetta per farla in casa in poche mosse.

Facile, veloce e super versatile: tutto sulla tahina, ad iniziare dalla ricetta per farla in casa in poche mosse.

Ricca di proprietà e dai molteplici usi in cucina, la tahina si ottiene dalla lavorazione dei semi di sesamo bianco a seguito della quale si ottiene una crema molto densa e versatile. La salsa di sesamo è reperibile in qualsiasi supermercato, ma spesso viene venduta a prezzi piuttosto alti. Considerato il fatto che farla in casa non richiede che pochi minuti, perché non cimentarsi? Ecco la ricetta, ma prima qualche informazione utile per saperne un po’ di più.

Cos'è la tahina?

Che cos'è la tahina

Foto: veliavik/123RF

Ingrediente imprescindibile nella preparazione dell’hummus di ceci, la salsa tahina altro non è che un burro di sesamo tipico di alcune cucine, in particolare del Mediterraneo e del Medio Oriente. Amata dai vegetariani e dagli estimatori della cucina etnica, la tahina è vegana, senza glutine, ha un sapore di nocciola ed è facilissima da preparare tra le mura domestiche.

Proprietà nutrizionali

Le proprietà nutrizionali della salsa tahina sono riconducibili a quelle dei semi di sesamo. Dunque, fornisce acidi grassi polinsaturi omega 3 e omega 6, sali minerali, vitamine del gruppo B e vitamina E. E’ inoltre una fonte di proteine, dona energia, è antiossidante e contribuisce ad abbassare i livelli di colesterolo "cattivo" nel sangue.

Come usarla in cucina

Tra le ricette con il sesamo più famose, è la grande protagonista dell’hummus il quale, senza tahina, non sarebbe la stessa cosa. Probabilmente, però, non sapete che la tahina ha molti altri possibili impieghi in cucina. Ad esempio, si può aggiungere al babaganoush, la crema di melanzane arrosto mediorientale.

Hummus

Oppure, si può unire al condimento delle insalate o delle verdure grigliate. Si può servire insieme ai falafel, si può sfruttare per realizzare un condimento con il miso, per completare parecchi piatti di legumi - come le lenticchie piccanti con salsa tahina - o per fare un cremoso dip di barbabietola e tahini. Sapete che con la crema di sesamo si possono anche realizzare dei dolci?

>>Leggi anche: Hummus: la crema di ceci che arriva dal Medio Oriente

Tahina fatta in casa: la ricetta

Se una cosa è certa, è che la tahina fatta in casa ha un sapore di gran lunga migliore di qualsiasi salsa si possa acquistare al supermercato. Richiede solo due ingredienti e pochissimo sforzo, insomma. Bando alla pigrizia, ecco cosa serve.

Ingredienti

  • 140 g di semi di sesamo
  • 2-3 cucchiai di olio di oliva o sesamo
  • 1 pizzico di sale facoltativo

Ricetta della tahina

  1. Fate tostare i semi di sesamo in una casseruola antiaderente su fuoco medio-basso mescolando continuamente affinché non si brucino.
  2. Trasferiteli su un piatto grande a raffreddare completamente.
  3. Adesso metteteli nella ciotola di un robot da cucina e frullateli fino ad ottenere una pasta granulosa.
  4. Unite un paio di cucchiai di olio, quindi lavorate per altri 2 o 3 minuti.
  5. Controllate la consistenza della salsa e, se liscia, prelevatela e conservatela in una ciotola unendo a piacere del sale.
  6. Altrimenti, lavorate per un altro minuto o unite un altro cucchiaio di olio.

Dove comprare la Tahina

Oramai reperibile nella maggior parte dei negozi di alimentari, la tahina è esposta solitamente nel reparto dedicato ai condimenti o ai cibi etnici. Si trova facilmente nei negozi specializzati in ingredienti della cucina etnica e, ovviamente, online presso uno dei tanto store sul web.

Tahina migliore

Esistono diverse varianti della tahina, le più conosciute sono almeno tre:  quella chiara, quella scura e quella nera. La prima si ottiene dai semi di sesamo decorticati ed ha un gusto più delicato. E’ il tipo maggiormente reperibile. La tahina scura invece, si ottiene dai semi di sesamo interi, (ovvero non decorticati), ed ha un sapore più intenso. L’ultimo tipo, difficilmente reperibile, si ottiene dal sesamo nero. Definire quale sia la migliore tahina non è semplice. Ma volendo assecondare i gusti di noi occidentali, la chiara è probabilmente più in sintonia con questi ultimi.

Foto apertura: kert/123RF