Macchie cutanee: cosa sono, come si formano, perché controllarle

Video Video

Medico Estetico
Dario Tartaglini
Le macchie sono un problema molto sentito dal punto di vista estetico, tra queste ci sono i nei che vanno controllati periodicamente

A domanda... Risposta!

Quelle che volgarmente definiamo “macchie” in medicina si definiscono alterazioni della pigmentazione cutanea. Ci sono diversi criteri classificativi delle macchie: possiamo avere macchie chiare, chiamate ipocromiche, in cui si ha un deficit di melanina rispetto all’area circostante, abbiamo poi macchie scure, ipercromiche in cui si ha invece un eccesso di melanina rispetto all’area circostante. Tra le macchie scure possiamo poi avere macchie congenite, di cui i nei sono quelli più rappresentativi e sono presenti fin dalla nascita, oppure acquisiti, che insorgono cioè nell’età adulta.
Spesso la macchia è una problematica molto sentita da un punto di vista estetico poiché statisticamente insorgono prevalentemente al viso, al dorso mani e al decolleté, questo perché sono le aree più fotoesposte, quelle cioè che nel corso della vita assumono più raggi solari durante i periodi estivi ma anche perché sono le aree più esposte alla vista. Dunque quando abbiamo una macchia in queste aree la percepiamo con un forte disagio.
Da un punto di vista medico è bene precisare che le macchie possono essere la sede di inizio di patologie maligne, dunque il mio consiglio è quello di effettuare una mappatura annuale presso il vostro dermatologo e recatevi comunque dal vostro medico qualora rilevate delle anomalie a una macchia, ad esempio se i bordi diventano sfrangiati, se il colore diventa irregolare o se vi prude e sanguina. 

CREDITS

Autore
Maurizio Poletti

Regia
Maurizio Poletti

DOP
Claudio Lucca

Operatore
Maurizio Poletti

Montaggio
Maurizio Poletti

Esperto
Dario Tartaglini, medico estetico

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI