Cicatrici da trauma: i trattamenti

Video Video

Medico Estetico
Dario Tartaglini
Ogni tipologia di cicatrice richiede un trattamento diverso in base alla problematica e all'inestetismo che genera

A domanda... Risposta!

Quando la pelle subisce un trauma e dunque una rottura, ripara con un tessuto cicatriziale che ha delle caratteristiche fisiche ed estetiche diverse dalla pelle stessa, da qui nasce l’esigenza di migliorare esteticamente quelle che sono le cicatrici.
Una cicatrice può avere delle problematiche sia estetiche che funzionali. Quando una cicatrice si presenta avvallata o ipotrofica, in medicina estetica siamo soliti riempirla con dei filler all’acido ialuronico o effettuare un intervento di lipofilling, cioè un prelievo di grasso da un distretto corporeo e la successiva reiniezione della cicatrice stessa.
Possiamo avere poi dei margini troppo lontani della cicatrice stessa. In questo caso, quando vi sia anche un’implicazione funzionale si valuta la ripresa chirurgica.
C’è poi l’eventualità in cui la cicatrice si presenti più scura, questo accade perché la pelle, molto spesso in seguito a un trauma, reagisce depositando melanina. In questo caso un trattamento con un laser frazionato garantisce un ottimo risultato.
Infine abbiamo i cheloidi, questa è la situazione in cui si ha una proliferazione incontrollata di tessuto fibroso. Si tratta con dei corticosteroidi locali e se non sufficienti si procederà a un’asportazione chirurgica.

CREDITS

Autore
Maurizio Poletti

Regia
Maurizio Poletti

DOP
Claudio Lucca

Operatore
Maurizio Poletti

Montaggio
Maurizio Poletti

Esperto
Dario Tartaglini, medico estetico 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI