5 buoni motivi per andare al Gay Pride

Classifica Classifica

Nonostante le numerose critiche e i detrattori, il Gay Pride spegne quest’anno 50 candeline: ecco 5 ragioni validissime per partecipare agli appuntamenti del 2019.  

Giunto alla sua cinquantesima edizione, il Gay Pride 2019 si prepara a celebrare una grande festa con eventi e manifestazioni previste in tantissime città italiane. Una grande parata attraverserà Milano il 29 giugno, con partenza dalla Stazione Centrale, in Piazza Duca d’Aosta e arrivo in Corso Buenos Aires.

La città meneghina si prepara ad accogliere l’Onda Pride con un’intera settimana di attività per la promozione dei diritti e della cultura LGBT, con partenza il 21 giugno e fine il 30. Se lo state ancora covando spegnete ogni pregiudizio contro il Gay Pride e unitevi alle migliaia di persone che animeranno il corteo. Il motivo? Ve ne diamo almeno 5.

5. Per ricordare chi ha lottato

via GIPHY

Il 29 giugno del 1969 è una data storica per il movimento LGBT. A New York iniziavano infatti i moti di Stonewall, durante i quali ci furono alcune lotte fra poliziotti e gruppi di omosessuali che decretarono la nascita del movimento di liberazione. Quest’anno, a Milano, sarà inaugurata una panchina arcobaleno per omaggiare l’episodio.


4. Per la libertà

via GIPHY

La libertà di poter essere sé stessi, di poter manifestare il proprio credo, inteso nel senso più ampio del termine. La libertà di amare e condividere un momento di gioia con le persone che si amano. Per celebrare l’amore senza limitazioni, nella sua forma più libera e incondizionata.

3. Per chi non si è ancora liberato

via GIPHY

Per tutti quelli che sono costretti ancora a sentire l’amore come un peso, come una prigione, come qualcosa di cui vergognarsi, da vivere nell’ombra e mai alla luce del sole. Per accendere la speranza di un cambiamento. Per l’accoglienza, per l’apertura delle menti.


2. Perché il Pride è di tutti

via GIPHY

Perché il Pride è sì la manifestazione dell’orgoglio delle persone gay, lesbiche, bisessuali, sapiosessuali, transessuali, asessuali, intersessuali, demisessuali, e genderqueer . Ma è soprattutto un momento di unione, di pace di civiltà. Una festa di libertà che arricchisce e accresce il senso di umanità.

1. Per divertirsi senza limiti o barriere

via GIPHY

Perché, al di là dei motivi più seri, il Gay Pride è divertimento, risate, lacrime, euforia. È abbracciare un grande spirito collettivo di rinascita, è commistione di corpi che marciano insieme e di anime allineate lungo la stessa lunghezza d’onda. Un’onda arcobaleno, naturalmente.

Amore e coppia
SEGUICI