special

Famiglie reali

Le storie, le novità, il gossip, gli scoop. Tutto sulle famiglie reali più famose d'Italia e del mondo.

Vai allo speciale
Tempo Libero

Principe Filippo, l'uomo che ha cambiato la Royal Family con l'ironia

Il consorte della Regina Elisabetta è stata una figura chiave nel disegnare alleanze, fortune e anche sfortune del regno inglese. Ecco chi era l'uomo che ha rinunciato ai suoi titoli per amore. 

Il consorte della Regina Elisabetta è stata una figura chiave nel disegnare alleanze, fortune e anche sfortune del regno inglese. Ecco chi era l'uomo che ha rinunciato ai suoi titoli per amore. 

Per chi ha seguito The Crown sin dalla prima stagione, avrà sicuramente pensato che il Principe Filippo non è stato un compagno di vita facile con cui avere a che fare. Per amor suo, Elisabetta ha imposto cose che in precedenza nessun monarca aveva fatto (come il doppio cognome per i figli di una monarca).

Eppure per oltre 70 anni la coppia reale ha resistito ai misteri e agli scandali provocati da figli, nuore e nipoti. Merito anche della tenacia e lo humor del principe Filippo, che negli anni è stato capace di sdrammatizzare momenti davvero bui del casato dei Windsor.

Ecco chi era Filippo di Edimburgo, l'uomo che ha cambiato il regno con la sua forza e la sua ironia.

Philip Mountbatten, nato a Corfù il 10 giugno 1921, era noto come principe Filippo di Grecia e Danimarca. Nipote del re di Grecia Costantino I, arrivò in Inghilterra dopo la creazione della Repubblica di Turchia. Nel dicembre 1922 il tribunale rivoluzionario bandì Filippo dalla Grecia con la sua famiglia. Il futuro marito di Elisabetta viaggiò sull'incrociatore britannico HMS Calypso in una cassa d'arance, diretto verso la Francia.

Rimase lì fino al 1928, prima di essere inviato alla Cheam School nel Regno Unito. Visse con la nonna Vittoria Alberta d'Assia a Kensington Palace e con lo zio Giorgio Mountbatten a Lynden Manor. Nel 1933 si trasferì nella Germania nazista, per poi andare in Scozia assieme a Kuth Hahn, professore ebreo, fondatore della scuola che stava frequentando. Nel 1939 iniziò la sua carriera in marina e visse una rapidissima ascesa professionale. Nel 1946 tornò nel Regno Unito.

L'incontro con Elisabetta

Elisabetta e Filippo si incontrarono nel 1939 in occasione di una visita ufficiale di re Giorgio VI al Dartmouth Royal Naval College. Il giovane aveva il compito di intrattenere le due principesse. Nonostante fosse sua cugina di terzo grado, Elisabetta se ne innamorò. I giovani iniziarono uno scambio di lettere e, dopo la firma della resa del Giappone, nel 1946, Filippo decise di chiedere la mano della ragazza.

Le nozze reali di Elisabetta II e Filippo di Edimburgo. LaPresse

Il fidanzamento fu ufficializzato nel 1947. Filippo scelse di rinunciare ai propri titoli nobiliari, fu accolto nella Chiesa d'Inghilterra e adottò il cognome Mountbatten. La coppia si sposò il 20 novembre 1947, diventando duca di Edimburgo.

Ogni famiglia è infelice a modo suo

Dal matrimonio di Elisabetta e Filippo nacquero dapprima Carlo e Anna. In quegli anni la sua carriera in marina subì una battuta d'arresto a causa dell'ombra lunga della consorte su di lui. Soffrì enormemente questa condizione e forti tensioni scossero la coppia. Elisabetta cercò di fare quanto in suo potere per dare maggiore rilievo al marito, adottando anche il cognome Mountbatten-Windsor.

Battendo i piedi, Filippo ottenne di avere la precedenza e preminenza su chiunque, anche sul figlio Carlo, primo in linea di successione al trono. Per lui, Elisabetta creò il titolo "Principe del Regno Unito".

I tradimenti di Filippo

Tanto Elisabetta ha cercato di inseguire l'amore di Filippo, tanto più lui sembrava "punirla" per la sua posizione gerarchicamente superiore con scappatelle e tradimenti. Nel 1953 le loro esistenze iniziarono a divergere. Lui frequentava altre amicizie e in quel periodo il suo carnet si riempì di amanti. Tra queste pare ci fossero anche la madre di Sarah Ferguson e la Principessa Alessandra del Kent, cugina di primo grado della regina e sua damigella di nozze.

Un altro nome che fece tremare Buckingham Palace fu quello di Hélène Cordet, da cui si dice che il duca di Edimburgo avesse avuto un figlio. Per fermare questo circolo vizioso, Filippo fu spedito per quattro mesi in Oceania con la scusa ufficiale di seguire le Olimpiadi. La verità è che la regina voleva mettere più spazio possibile tra lui e le cattive compagnie.

Filippo e le nuore

Filippo ha anche avuto il ruolo di abile manovratore nelle questioni di cuore della casa reale. Infatti, è stato lui a influenzare Carlo sulla scelta di sposare Diana. Allo stesso modo, ha cercato di far riappacificare i due. Nutriva invece una profonda avversione per Sarah Ferguson (colpa della presunta relazione extraconiugale con la madre?).

Come Frida e Diego

La regina Elisabetta e il principe Filippo nell'ultimo periodo non vivevano più insieme da qualche anno. Infatti, la sovrana risiede ancora a Buckingham Palace, mentre il suo consorte passava più tempo a Wood Farm, nel Norfolk, da quando si è ritirato dalla vita pubblica. Proprio come Diego Rivera e Frida Kahlo. Ma si sentivano al telefono tutti i giorni.

In molti sono convinti che la sua assenza dalle stanze del palazzo reale siano all'origine delle forti crisi che stanno scuotendo la famiglia reale. Ad esempio, in molti sono convinti che Filippo avrebbe impedito al principe Andrea di rilasciare quella disastrosa intervista sul caso Epstein alla BBC.

La morte di Filippo e l'annuncio di Elisabetta

 

«È con profondo dolore che Sua Maestà la regina annuncia la morte dell'amato marito, Sua Altezza Reale il principe Filippo, duca di Edimburgo, si è spento serenamente questa mattina al Castello di Windsor».

Così, il 9 aprile del 2021, sua Maestà la regina ha annunciato la morte dell'uomo che le è stato accanto per più di 70 anni, il principe consorte più longevo della storia. Un post sul profilo Instagram della famiglia reale accompagnato da un'istantanea del Principe, che anche in tarda età non aveva mai perso il suo fascino (tra non molto, il 10 giugno, avrebbe compiuto 100 anni). Una foto in bianco e nero  che lo immortala in un'espressione dolce e penetrante, nella sua inseparabile divisa, con quel sorriso un po' beffardo che tanti cuori ha infranto. Ci piace pensare che l'abbia scelta lei, personalmente, tra migliaia di foto.

Ciao, Filippo.