special

Satisfashion

A caccia di stereotipi e falsi miti con l'esperto di moda Andrea Batilla. Seguite la sua rubrica e non indosserete mai più a cuor leggero i vostri tacchi a spillo preferiti.

by Andrea Batilla

Vai allo speciale
Fashion People

Andrea Batilla: «La tuta? Una storia nobile e ricca di colpi di scena»

Simbolo primario dello streetwear, la tuta da ginnastica ha una storia che viene da molto lontano. Ce ne parla Andrea Batilla.

STEREOTIPO: Considerata da molti l’opposto dell’eleganza, onnipresente sulle strade di tutto il mondo e legata a tutti i fenomeni giovanili, la tuta è da molto tempo uscita dalle palestre per invadere la vita quotidiana. La sua è in realtà una storia nobile e piena di colpi di scena.

tuta ginnastica moda

RIBALTAMENTO STEREOTIPO: La tuta in jersey appare per la prima volta in un contesto non sportivo negli anni 60, decade in cui molta parte di quello che oggi chiamiamo streetwear viene popolarizzato. Ma è negli anni 80 con il movimento Hip Hop che, insieme alle sneakers, diventa non solo un oggetto del desiderio ma anche uno degli elementi fondamentali del nuovo linguaggio della moda. Il termine Hip Hop deriva dalla parola Hip, che vuol dire giusto, cool e Hop che sta per hophead, slang per tossicodipendente. Il fenomeno nasce nelle periferie newyorkesi all’inizio degli anni 80 con band come Afrika Bambaata e Run DMC che per primi isolano le parti ritmiche dei dischi pop e ci parlano sopra, inventando di fatto il rap che è da subito espressione di disagio sociale e rivincita collettiva.

Il rap ha un successo immediato e clamoroso e il suo stile con lui. Le tute in acetato, usate fino a quel momento dal sottoproletariato nero, insieme a sneakers da pallacanestro (sport in cui hanno sempre prevalso i neri) si uniscono a catene e orologi d’oro per raccontare in maniera chiara come dagli strati più poveri si potesse aspirare alle icone delle classi privilegiate.

CONCLUSIONE: Il resto è ovviamente storia. Oggi il rap è il genere musicale più ascoltato al mondo, genera profitti per miliardi di dollari e i suoi idoli, da Kanye West a Jay-Z, passando per Beyoncé, sono idoli delle folle che contribuiscono, ogni giorno, a rendere sempre più popolare e commercializzabile questo tipo di abbigliamento.

Scopri la Serie SATISFASHION