Piatti unici

Tipi di sushi: nomi, descrizione e foto illustrativa

I più buoni tipi di sushi da fare in casa con nomi, foto e ricette per non fare più confusione. 

I più buoni tipi di sushi da fare in casa con nomi, foto e ricette per non fare più confusione. 

Avere a disposizione una lista dei tipi di sushi con nomi e foto da fare in casa, dall’uramaki ai nigiri, può essere di grande aiuto per gli appassionati della pietanza giapponese probabilmente più amata al mondo. Cotto o crudo, senza alga, vegetariano: il sushi mette d’accordo tutti e accontenta ogni preferenza. Se avete voglia, approfondite l’argomento e, una volta per tutte, associate la giusta immagine alla ricetta dei vari tipi di sushi. Di seguito ve li illustriamo uno per uno.

I tipi di sushi più buoni da fare a casa

Fare il sushi a casa, oramai è alla portata di tutti. Gli ingredienti sono facilmente reperibili e i video tutorial a riguardo ci hanno facilitato di gran lunga la vita. Il sushi giapponese non è solo pesce crudo: abbiamo imparato a conoscerlo dal suo avvento in Italia anche se, ad onor di cronaca, quando sfogliamo il menù in un ristorante giapponese, entriamo spesso in confusione. Vi spieghiamo nel dettaglio come destreggiarvi al meglio.

Nigiri

Foto: Jacek Nowak/123RF

Iniziamo dal più noto: il nigiri sushi. Si tratta di una pallina di riso allungata e coperta con pesce crudo o cotto, verdure o avocado. I più popolari, neanche a dirlo, sono i nigiri al tonno e quelli al salmone.

Uramaki sushi o california roll

Preparare gli uramaki è super divertente. costituiscono una delle tipologie più sfiziose: l’uramaki, non è il tipico sushi arrotolato, in questo caso il riso è all'esterno, con l’alga nori avvolta attorno al ripieno. Forse non tutti lo sanno, ma l'uramaki (noto anche come California Roll, infatti) è originario di Los Angeles.

Futomaki

futomaki sono tra i pezzi di sushi più semplici. Si presentano come dei rotoli larghi composti esternamente da un foglio di alga nori e con all’interno, dentro uno strato di riso per sushi, alcuni ingredienti a scelta tra pesce (salmone, tonno, gamberi in tempura), avocado e verdure come i cetrioli. Sono ottimi anche con Philadelphia.

Hosomaki

L'hosomaki da fare in casa è il più piccolo e facile da realizzare. Simile al precedente, si differenzia per il suo minore diametro e per la presenza, all'interno, di un solo ingrediente (non ne entrerebbero di più). Esiste anche la versione cotta in olio bollente, per un sushi fritto da leccarsi i baffi.

Onigiri

Gli onigiri altro non sono che le classiche polpettine di riso ripiene per le quali gli amanti del sushi e degli anime giapponesi vanno matti. Chi da piccolo ha visto il cartone "Kiss Me Licia", ricorderà Marrabbio alle prese con la loro preparazione.  

Chirashi

Foto: reika7 - 123.rf

Il chirashi può essere definito come il sushi senza alga. Si presenta come un piatto di riso sormontato da una serie di ingredienti sparsi sopra senza un ordine preciso. Il suo bello sta nei colori prima ancora che nel mix di sapori regalati da pesce crudo, edamame, semi di sesamo e tanto altro. In questo caso, le calorie del sushi sono adatte per un pranzo completo.

Foto apertura: olesyash/123RF